Vai al contenuto

Contro i malvagi e i falsi ministri

15 giugno 2020

Contro i malvagi e i falsi ministri

Gesù disse a Giovanni queste parole, rivolte al ministro della Chiesa di Efeso:

«Io conosco le tue opere e la tua fatica e la tua costanza e che non puoi sopportare i malvagi e hai messo alla prova quelli che si chiamano apostoli e non lo sono, e li hai trovati mendaci» (Apocalisse 2:2)

Purtroppo, ci sono molti in mezzo alla Chiesa che si fanno chiamare ‘pastore, o profeta, o apostolo, o dottore, o evangelista’, ma non lo sono affatto, perché non sono stati costituiti e incaricati da Gesù Cristo, ma si sono fatti da loro stessi o sono stati fatti da altri uomini. I santi, figlioli dell’Iddio Altissimo, se affidano le loro vite e la loro crescita spirituale a quei tali, corrono un grave rischio per le anime loro, perché dai falsi ministri ricevono veleno, in quanto essi sono nemici della Parola di Dio.

Ecco, dunque, per proteggere i santi e guidare il loro comportamento, Gesù ha pronunciato quelle parole di lode verso coloro che hanno messo alla prova quei sedicenti ministri, ma non lo erano, li hanno trovati mendaci. Fratelli nel Signore, siate avveduti e provate tutti gli spiriti, per accertarvi se sono da Dio, soprattutto coloro che insegnano la Parola e che sono le guide della comunità.

Per aiutarvi, ora vi dirò alcune cose da prendere come spunto per individuare i falsi ministri e poterli tenere lontani dalla vostra vita, per il bene delle anime vostre.

Il falso ministro ha il problema principale di accreditarsi davanti agli uomini, non avendo il favore di Dio e, quindi, non essendo da Lui confermato in quello che dice e che fa. Ostentano i titoli acquisiti nelle scuole umane, amano farsi chiamare pastori per verificare la sottomissione a lui dei credenti, e chi non lo fa lo tengono per nemico. Questi sedicenti ministri dimenticano volontariamente che siamo tutti fratelli e tra noi membri della Chiesa di Cristo non ci sono distinzioni di sorta, siamo tutti FRATELLI IN CRISTO GESU’. Poi, certamente, nel servizio nella Chiesa ognuno deve occupare il posto che Dio gli ha assegnato, badate bene, ribadisco, CHE DIO GLI HA ASSEGNATO, e non che degli uomini gli hanno assegnato.

Poi, un’altra cosa che li caratterizza questi SEDICENTI MINISTRI è il fatto che non vogliono che i loro discorsi siano messi in discussione e non vogliono essere giudicati per quello che dicono, di qualsiasi cosa si tratti. Ciò serve loro per tutelarsi da quelli che li mettono alla prova e potrebbero svergognarli anche davanti a tutti, essi non vogliono essere scoperti.

Quando gli si chiede di rendere conto dal punto di vista biblico di quello che dicono e che fanno, rispondono a chi li mette alla prova facendo leva sui sentimenti, cercando di far sentire in colpa il loro interlocutore che li sta giudicando, rispondendo con parole ad esempio come queste:

CARO FRATELLO, ma come, non ti fidi di me che sono l’unto di Dio?”

Fratelli nel Signore agite e parlate avvedutamente, mettete alla prova tutti gli spiriti, perché questa è la volontà di Dio. Chiedete sempre conferma biblica delle cose che vi vengono insegnate e che le guide del gregge mettono in pratica (anche di quelle che dicono ma non mettono in pratica). Chiedete conto di come spendono i VOSTRI soldi che donate nelle offerte. Chiedete di denunciare il peccato pubblicamente, così anche la massoneria per dimostrare che sono contro GLI ANTICRISTI MASSONI; sappiate che i codardi e i massoni non lo faranno e così vi dimostreranno di essere, se non massoni almeno filo-massoni o codardi e di non voler soffrire per la verità e per il nome di Gesù Cristo.

Dopo che avrete fatto ciò e li avrete trovati mancanti, prendetene le distanze, cercatevi dei fratelli sinceri con cui incontrarvi nelle case per adorare Dio e a Lui rendere il culto. Se non uscite da voi stessi, sappiate questo: se vi mettete contro il pastore, questi cercherà in tutti i modi di cacciarvi via lui, perché non vuole essere messo in difficoltà. Quando avverrà ciò, scrivetevi tutto e rendete pubblica ogni cosa, per combattere la calunnia e la maldicenza, perché, ne siamo certi, che vi calunnieranno nel peggiore dei modi, di dietro alle spalle, con tutti i fratelli che vi conoscono, con tutta la comunità, perché essi sono nemici della verità, sono malvagi, e l’unico modo per contrastare la calunnia e la maldicenza, non rimane che rendere pubbliche le propri esperienze e giustificazioni di quanto è successo. Ricordatevi che la Bibbia non ha nascosto gli scandali commessi dai servi di Dio, e così deve avvenire ancora oggi.

Cari nel Signore, vi ho esposto una parte del buon combattimento spirituale che i santi devono combattere, che molti tra i santi hanno combattuto o stanno combattendo. Unitevi a chi combatte per la verità e per il progresso dell’Evangelo.

Nessuno vi seduca con vani ragionamenti.

Giuseppe Piredda

No comments yet

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...