Vai al contenuto

Se non si persevera nella fede, non si può giungere davanti al Signore

27 novembre 2020

Se non si persevera nella fede, non si può giungere davanti al Signore

L’apostolo Paolo ha scritto queste parole ai Colossesi:

«E voi, che già eravate estranei e nemici nella vostra mente e nelle vostre opere malvage, ora Iddio vi ha riconciliati nel corpo della carne di lui, per mezzo della morte d’esso, per farvi comparire davanti a sé santi e immacolati e irreprensibili, se pur perseverate nella fede, fondati e saldi, e non essendo smossi dalla speranza dell’Evangelo che avete udito, che fu predicato in tutta la creazione sotto il cielo, e del quale io, Paolo, sono stato fatto ministro.» (Colossesi 1:21-23)

Paolo scrive ai Colossesi che erano stati riconciliati con Dio per mezzo della fede nel sacrificio di Cristo Gesù e, in virtù di ciò, si sarebbero presentati DAVANTI A DIO; ma esiste una condizione fondamentale, che è: SE AVESSERO PERSEVERATO NELLA FEDE sino alla fine.

Quindi, comprendiamo da ciò che ha detto Paolo ai Colossesi, che ancora oggi tutti i veri credenti che si sono riconciliati con Dio e sono stati rigenerati spiritualmente, per mezzo della fede in Cristo Gesù, si presenteranno davanti a Dio solamente alla condizione: SE avranno perseverato nella fede sino alla fine.

Voglio specificare che i non credenti, finti o dichiarati, non possono rientrare in quella esortazione, in quanto non hanno mai iniziato ad avere fede, quindi non hanno la possibilità di perseverare in qualcosa che non hanno mai avuto e non hanno mai ricevuto da Dio. Pertanto tale esortazione di Paolo è rivolta solamente ai credenti, quelli veri, in Cristo Gesù.

Fratelli e sorelle nel Signore, badate bene a non perdere mai la vostra fede, perseverate in essa, altrimenti non entrerete nel regno dei cieli, perché senza fede non si può entrare nei cieli, senza fede non si può piacere a Dio (cfr Ebrei 11:6).

Pertanto, vi esorto a non trarvi indietro a causa delle prove e delle persecuzioni che state subendo o subirete, anzi, fortificatevi nella fede, perseverando nella preghiera e nello studio personale della Parola di Dio, perché tali cose faranno in modo che voi siate pienamente forniti di tutto ciò che vi serve (cfr 2 Timoteo 3:16,17) per affrontare e vincere le prove e le persecuzioni. In tal modo non sarete annoverati tra quelli che credono solo per un tempo, come ha spiegato Gesù nella parabola del seminatore (cfr Luca 8:13).

Badate, fratelli in Cristo Gesù, che i seduttori di menti cercano di convincervi che nella vita cristiana potete fare tutto quello che volete e, anche vivendo nel peccato senza santificazione o senza fede, vi presenterete ugualmente davanti a Dio alla vostra dipartenza dal corpo, ma ciò non è vero, perché nelle sacre Scritture non è scritto come dicono quei seduttori di menti; state attenti, perché costoro vi danno da mangiare del veleno, nascosto nelle parole dolci e lusinghevoli, sfruttando le vostre debolezze carnali e le vostre inclinazioni. Sono maestri nel sedurre le persone, badate a non essere tra i sedotti, perché ne porterete la pena.

Fratelli, guardate bene con attenzione e intendete ciò che sta scritto nella Parola di Dio.

Nessuno vi seduca con vani ragionamenti.

Giuseppe Piredda

No comments yet

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...