Vai al contenuto

Fate attenzione a ciò che udite

14 gennaio 2021

Fate attenzione a ciò che udite

Marco ha scritto, tra le altre, queste parole:

«Diceva loro ancora: Ponete mente a ciò che voi udite.» (Marco 4:24)

La prima cosa che il cristiano deve fare è ASCOLTARE e LEGGERE sopratutto le sacre Scritture, perché in quella maniera egli cresce spiritualmente, si fortifica e si prepara alle varie prove e battaglie spirituali che affronterà nel corso della sua vita su questa terra.

Quello che il credente imparerà, dipenderà molto dal modo con cui si appresta ad ascoltare, perché se è disattento, superficiale, disinteressato nell’ascoltare, avviene che, qualora gli venga insegnata una cosa sbagliata, non sarà in grado di riconoscerla, la prenderà per cosa vera e gli procurerà dei danni spirituali, e a volte non soltanto spirituali, ma gli distruggeranno anche la sua vita (ad esempio molti sono le vittime di coloro che insegnano la falsità che un divorziato può convolare a seconde nozze con il primo coniuge ancora in vita). Quando gli viene insegnata una cosa vera e avviene che non la faccia sua, non l’assimila, la perde, non la intende, tale insegnamento non potrà produrrà in lui gli effetti positivi che avrebbe dovuto portare.

L’apprendimento del credente non dipende solo dalla fonte da cui si abbevera, che può essere verace o menzognera, ma dipende soprattutto da come il credente si accinge ad ascoltare, dalla sua predisposizione d’animo e dalla buona coscienza e dalla sincerità di cuore. Coloro che sono sinceri nel loro animo, vengono comunque guidati da Dio a comprendere la verità.

Insomma, se non si è attenti e non si vuole apprendere per bene le cose concernenti il Regno dei cieli, non si cresce spiritualmente, anzi, si perde anche quel pochettino che si è ricevuto da Dio quando si è creduto.

Alle cose che vi sto dicendo bisogna porvi attenzione per tempo, non alla fine quando ormai è troppo tardi, e se ne pagheranno le conseguenze negative, infatti bisogna ricordarsi delle vergini stolte e di quelle avvedute (cfr Matteo 25:1 e segg.).

Cari nel Signore, vi supplico, ponete mente alle parole di Gesù, obbedite a quello che vi ordina il Signore, badate bene a quello che ascoltate, ponete attenzione alla Parola di Dio come si conviene, sapendo che c’è la vostra vita eterna da vincere, per perseverare nella fede sino alla fine, e non venire meno lungo la via e non avvenga che vi ritraiate indietro.

Badate affinché nessuno vi seduca con vani ragionamenti.

Giuseppe Piredda

One Comment leave one →
  1. Giovan battista permalink
    14 gennaio 2021 20:32

    Una volta udito facciano come i credenti di berea atti 17:11 confrontiamo con la bibbia

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...