Vai al contenuto

Conoscere il carattere di Dio!

18 gennaio 2021

Conoscere il carattere di Dio!

Nelle mie letture, soprattutto storiche, mi ha sempre colpito come gli scrittori abbiano provato a determinare il carattere e la personalità dei personaggi storici importanti, di quelli che in qualche modo hanno lasciato il segno, influenzato gli eventi della storia. Tale opera è stato possibile farla attraverso le testimonianze dell’epoca, delle lettere scritte, di altri scritti, delle varie opere compiute, quadri, opere letterarie e quant’altro potesse essere ritenuto utile per il raggiungimento dello scopo prefissato.

A mio parere è giusto che ciò si faccia anche nei confronti di Dio Padre e del Suo Figliolo Gesù Cristo. Il carattere e la personalità di Dio, la sua infinita sapienza e intelligenza, si possono conoscere osservando il creato di Dio prima di tutto, osservando bene la cura di ogni minimo dettaglio che Lui ha posto nel creare ogni cosa; poi lo si può conoscere attraverso lo studio delle sacre Scritture, nelle quali si parla dei Suoi attributi e del suo carattere, delle opere che ha compiuto e pure di quelle che compirà in futuro.

Quindi, il materiale di cui l’uomo può disporre per conoscere chi è Dio, è molto ampio, pertanto, gli uomini che non vogliono sapere chi è Dio, sono inescusabili a motivo del disprezzo e l’orgoglio, ed è per tali cose, per un tale disprezzo verso il Creatore che meritano di essere gettati all’inferno (cfr Romani 1:18-32). Ogni azione che l’uomo compie produce qualcosa, o di buono o di cattivo, ma anche il non fare niente produce su sé stessi, nel caso in questione, una condanna al tormento eterno.

Cercare di conoscere Iddio è lo sforzo minimo che l’uomo deve fare, ed è per questo che ci è stata data la Bibbia da Dio, sulla quale studiare per poter credere in Dio, e per quel credere nell’Evangelo dopo essersi ravveduti, diventare così figli di Dio, salvati per mezzo della fede nel sacrificio compiuto da Gesù Cristo ed essere risuscitato dai morti il terzo giorno, com’è scritto che doveva avvenire. Molti credono ciecamente a quello che altri uomini hanno scritto, non mettono in discussione le loro parole, ma quando si tratta di leggere e credere nelle parole della Bibbia, allora tirano fuori ogni tipo di scuse e di pretesti, per mettere in dubbio ciò che hanno letto o sentito dalla Parola di Dio.

Un tale comportamento errato è comprensibile quando viene posto in essere da coloro che si dichiarano atei e non cristiani, ma è meno accettabile se compiuto da chi, invece, dice di essere un cristiano, perché un cristiano deve sapere prima di tutto che la Sua fede e tutta la sua vita si deve poggiare sulle sacre Scritture, quindi non può ignorare quanto vi è in esse insegnato.

Fratelli nel Signore, conducetevi da persone savie e coerenti, ponete mente attentamente a ciò che è scritto nella Parola di Dio, non siate increduli e non agite come fanno gli atei increduli che non hanno mai conosciuto Iddio, ma studiate tutte le Scritture sacre ed attenetevi strettamente a quanto è scritto in esse. In tale libro trovate tutto ciò che vi sarà necessario per vivere una vita come piace a Dio ed entrare così nel regno celeste, scampando così al tormento temporaneo dell’inferno e da quello eterno dello stagno di fuoco e di zolfo. Ricordate che sta scritto che per la mancanza di conoscenza il popolo di Dio perisce (cfr Osea 4:6), cioè va all’inferno.

Nessuno vi seduca con vani ragionamenti.

Giuseppe Piredda

No comments yet

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...