Vai al contenuto

Ci sono cristiani che pubblicamente si vergognano di Gesù e anche dei fratelli

4 maggio 2021

Ci sono cristiani che pubblicamente si vergognano di Gesù e anche dei fratelli

Dopo che Gesù fu arrestato, accadde questo:

«Ed essendo Pietro giù nella corte, venne una delle serve del sommo sacerdote; e veduto Pietro che si scaldava, lo riguardò in viso e disse: Anche tu eri con Gesù Nazareno. Ma egli lo negò, dicendo: Io non so, né capisco quel che tu ti dica. Ed uscì fuori nell’antiporto, e il gallo cantò.» (Marco 14:66-68)

Per paura di essere perseguitato, Pietro negò di essere stato con Gesù, di essere un suo discepolo, ne prese le distanze.

Ancora oggi avviene questo, molte volte, molti sedicenti credenti dicono in comunità di aver creduto, ma in mezzo al mondo, al lavoro, in pubblico, non fanno mai cenno al Signore Gesù Cristo che li ha riscattati e se incontrano un fratello fuori dal locale di culto lo salutano con ‘CIAO’ e non con la pace del Signore. Costoro sono quelli che vogliono vivere comodamente senza essere perseguitati, non vogliono essere discriminati dal mondo; insomma, non vogliono soffrire per amore di Gesù Cristo e dell’Evangelo. Per loro la carriera lavorativa è più importante della possibilità che un’anima si possa convertire per mezzo della loro testimonianza.

Badate bene fratelli e sorelle nel Signore, che stanno scritte queste parole che si adempiranno su molti:

«Perché se uno si sarà vergognato di me e delle mie parole in questa generazione adultera e peccatrice, anche il Figliuol dell’uomo si vergognerà di lui quando sarà venuto nella gloria del Padre suo.» (Marco 8:38)

Cari nel Signore, per il bene delle anime vostre vi esorto a non vergognarvi in nessuna circostanza di aver conosciuto il Signore Gesù Cristo, e neppure dovete vergognarvi di avere come vostra guida gli apostoli Pietro, Giovanni e Paolo; non dovete neppure vergognarvi dei fratelli in Cristo che oggi annunziano l’Evangelo di Gesù Cristo com’è scritto, senza annacquamenti, e insegnano tutto il consiglio di Dio come faceva Paolo.

NON VI VERGOGNATE, dunque, né di Gesù, né degli apostoli e neppure dei fratelli che oggi annunziano la sana dottrina. Se voi vi vergognerete di Gesù Cristo e dei suoi servitori, anche Gesù si VERGOGNERÀ di voi quando tornerà a rapire la sua Chiesa.

FATE LA COSA GIUSTA, non vi vergognate, soffrite afflizioni per il nome di Gesù Cristo, sapendo che chi vuole vivere piamente in Cristo sarà perseguitato (cfr. 2 Timoteo 3:12). Se udite la sua voce, oggi, non indurate il vostro cuore, e il Signore vi benedirà grandemente.

Chi ha orecchi oda.

A Dio siano la gloria, l’onore e la lode, nei secoli dei secoli. Amen!

Giuseppe Piredda

One Comment leave one →
  1. Giovan battista permalink
    4 maggio 2021 20:38

    Lepisodio piu eclatante fu quello di pietro che rinnega Gesù matteo 26:69-75 i primi tempi oure io avevo paura

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...