Vai al contenuto

Gesù Cristo è venuto nel mondo per salvare i peccatori

15 maggio 2021

Gesù Cristo è venuto nel mondo per salvare i peccatori

Predicazione di G. Butindaro del 02/10/2020 [M-419]

Uomini e donne, piccoli e grandi, ricchi e poveri, savi e ignoranti, Ebrei e Gentili, prestate attenzione alla Parola che sto per annunziarvi perché è la Parola di Dio.

La Sacra Scrittura afferma: “Certa è questa parola e degna d’essere pienamente accettata, che Cristo Gesù è venuto nel mondo per salvare i peccatori.” Ecco dunque che la Scrittura ci dice la ragione per la quale Gesù Cristo, il Figlio di Dio, nella pienezza dei tempi è disceso dal cielo ed è appunto, venuto in questo mondo. Egli è venuto nel mondo per salvare i peccatori, dunque Lui è il Salvatore del mondo, non c’è un altro Salvatore, Egli è il Salvatore del mondo.

Ora è scritto che è venuto per salvare i peccatori. Ora chi sono i peccatori? I peccatori sono coloro che sono sotto il peccato, che sono schiavi del peccato, perché chi commette il peccato è schiavo del peccato. Che cos’è il peccato? È la violazione della legge! Dio infatti ha dato una legge che è composta da dei comandamenti e la trasgressione della legge costituisce appunto peccato. E ripeto, chi commette il peccato è schiavo del peccato, i peccatori sono schiavi del peccato, e dunque hanno bisogno di essere affrancati dal peccato, non possono affrancarsi da loro stessi dal peccato, hanno bisogno di un Salvatore e c’è solo un Salvatore, è Gesù Cristo il Salvatore del mondo, e proprio per questo che Iddio lo ha mandato. Infatti come dirà Giovanni, uno dei discepoli di Gesù: “Noi abbiamo veduto e testimoniamo che il Padre ha mandato il Figliolo per essere il Salvatore del mondo.”

Dunque Gesù Cristo è colui che può, perché ha la potenza di farlo, affrancare il peccatore dal peccato. Egli infatti, quando venne nel mondo morì sulla croce per i nostri peccati secondo le Scritture, fu seppellito e il terzo giorno risuscitò dai morti secondo le Scritture, dopo essere risuscitato apparve i suoi discepoli. Egli dunque, con la sua morte ha annullato il peccato, perché Gesù Cristo non aveva conosciuto peccato e si caricò dei nostri peccati nel suo corpo, portandoli sul legno della Croce. Egli dunque caricandosi dei nostri peccati e morendo sulla croce, ha annullato il peccato.

Ecco dunque, che vi annunzio quindi, la salvezza che è in Cristo Gesù. Cosa dovete fare per essere salvati? Dovete credere nel Signore Gesù Cristo, che significa che dovete credere che Gesù è il Cristo, il Figlio di Dio che doveva venire nel mondo, in accordo con le parole dei Profeti, i quali parlarono da parte di Dio, per lo Spirito Santo, e il quale doveva compiere l’espiazione dei nostri peccati, morendo sulla croce per i nostri peccati e risuscitando dai morti il terzo giorno per la nostra giustificazione. Questo è quello che dovete credere per essere salvati, liberati dai vostri peccati. Nel momento in cui crederete in ciò, sarete affrancati dal peccato, sperimenterete e gusterete questa grande salvezza che Gesù Cristo ha provveduto morendo sulla croce e risuscitando dai morti. Lui il Giusto, il Santo, il Principe della vita, nel suo grande amore per noi, diede la sua vita affinché noi per mezzo di lui vivessimo.

Dunque io vi esorto, a voi che mi ascoltate che ancora siete sotto il peccato, a ravvedervi e a credere, a credere in colui che è venuto nel mondo per salvare i peccatori. Credete nel Signore Gesù Cristo e sarete liberati dai vostri peccati, non solo liberati dai vostri peccati, ma otterrete anche la remissione dei peccati, perché di Lui attestano tutti i profeti che chiunque crede in Lui riceve la remissione dei peccati mediante il suo nome, ed oltre alla Liberazione dai peccati, oltre alla remissione dei peccati, otterrete anche la vita eterna, perché chi crede nel Figliuolo ha vita eterna.

Qualcuno dirà: Ma allora è tutto per grazia? Sì, è tutto per grazia, mediante la fede nel Signore Gesù Cristo. E naturalmente, dovete sapere questo, che sei rifiuterete di ravvedervi e di credere nel Signore Gesù Cristo rimarrete sotto il peccato, i vostri peccati vi saranno ritenuti e quando morirete ve ne andrete all’inferno, cioè ve ne andrete in un luogo di tormento dove c’è il fuoco e dove sarete tormentati dal fuoco, perché avrete rifiutato di credere nel Signore Gesù Cristo.

Badate bene, ve lo ripeto, se rifiutate di credere nel Signore Gesù Cristo voi morrete nei vostri peccati e morendo nei vostri peccati sarete spacciati per sempre; spacciati, perché proprio, ve ne andrete all’inferno nel mezzo al fuoco. Badate bene a non farvi beffe dell’inferno perché l’inferno esiste, l’inferno non è una favoletta, l’inferno è un luogo reale dove vanno coloro che muoiono nei loro peccati. Quindi io vi scongiuro nel nome del Signore Gesù a ravvedervi, ve lo dico per l’ennesima volta, e a credere nell’Evangelo della grazia di Dio, che appunto vi ho annunziato e che consiste in questo: Che Cristo è morto per i nostri peccati secondo le Scritture, che fu seppellito, che risuscitò dai morti il terzo giorno secondo le Scritture, che apparve ai suoi discepoli.

Questo è la Buona Novella che il Signore mi ha ordinato di predicare, anche a voi, affinché credendo nell’Evangelo voi siate salvati perché l’Evangelo è potenza di Dio per la salvezza d’ognuno che crede. Solo l’Evangelo può salvarvi peccatori, sappiatelo questo, solo Gesù Cristo il Figlio di Dio può salvarvi dai vostri peccati. Non vi illudete, né Maria la madre di Gesù che è in cielo, non può salvarvi Maria, non può salvarvi Maometto questo ve lo dico a voi Musulmani, non può salvarvi Buddha e vi dico questo a voi Buddisti e potrei proseguire.

Solo Gesù Cristo è il Salvatore del mondo. Infatti è scritto che “In nessun altro è la salvezza, perché non v‘è sotto il cielo, alcun altro nome che sia stato dato agli uomini, per il quale noi abbiamo ad essere salvati”, e quel nome è il nome di Gesù. Il nome che l’angelo Gabriele, mandato da Dio in Galilea da Maria, quando lei era vergine fidanzata a Giuseppe, dico, il nome che l’angelo Gabriele comandò a Maria, di porre a quel bambino che sarebbe nato: “Tu concepirai nel seno e partorirai un figliolo e gli porrai nome Gesù.” Infatti il nome Gesù significa Jahvè salva. Jahvè è il nome di Dio, o meglio il nome di Dio come viene pronunciato dagli Ebrei.

Quindi Gesù è il nome di colui che è il Figlio di Dio, che il Padre ha mandato nel mondo nella pienezza dei tempi per essere il Salvatore del mondo. Come disse l’angelo che apparve a Giuseppe in un sogno: “È Lui che salverà il suo popolo dai loro peccati”, sì, è proprio per questo gli disse l’angelo a Giuseppe, di Maria: “Ella partorirà un Figliolo e tu gli porrai nome Gesù, perché è Lui che salverà il suo popolo dai loro peccati”. Vedete dunque? Sì, quel bambino che nacque a Betlemme, che fu partorito da Maria a Betlemme, quel bambino che era stato, badate bene, generato dallo Spirito Santo e non da seme d’uomo, quel bambino, a cui fu posto nome Gesù, è il Figlio dell’Altissimo, l’unigenito venuto da presso al Padre; è Lui che è stato mandato dal Padre nel mondo per salvare i peccatori.

Quindi io ve lo ripeto peccatori, piccoli e grandi che siate non importa, io ve lo ripeto: “In nessun altro è la salvezza, perché non vi è sotto il cielo, alcun altro nome che sia stato dato agli uomini, per il quale non abbiamo ad essere salvati. È Lui, è soltanto Lui che è il Salvatore del mondo, è Lui il Giusto, il Santo, che si caricò dei nostri peccati. Lui sparse il suo sangue, Gesù sparse il suo prezioso sangue per la remissione dei nostri peccati, per, affinché mediante quel sangue noi fossimo giustificati, affinché mediante quel sangue noi fossimo liberati dai nostri, dai nostri peccati e affinché mediante quel sangue noi fossimo riconciliati con Dio. E dunque, vedete il grande amore che Dio ha manifestato verso il mondo, ha mandato il suo unigenito Figliuolo, lo ha dato per tutti noi affinché chiunque crede in Lui non perisca ma abbia vita eterna. Già, affinché non perisca!

Perché devi sapere questo, che se credi in Gesù non perirai, ma se non credi in Gesù non vedrai la vita. L’ira di Dio infatti resterà sopra di te e dunque che farai? Che farai, dopo avere sentito l’annunzio dell’Evangelo? Dopo avere sentito qualcuno esortarti a ravvederti, che farai? Ti farai beffe? O correrai veramente a inginocchiarti e implorare la misericordia del Signore, affinché il Signore abbia misericordia di te, di te peccatore che stai andando all’inferno; ravvediti e credi nel Signore Gesù Cristo. La Parola è certa, Egli è venuto nel mondo per salvare i peccatori. Credi in Lui, credi in Lui non rimarrai confuso.

Io che ti parlo credetti nel Signore Gesù quando avevo circa 19 anni, quando credetti nel suo nome il Signore mi salvò, mi salvò dai miei peccati, mi perdonò. Fui riconciliato con Dio Padre per mezzo di Gesù Cristo, ottenni la vita eterna in Cristo Gesù, e quel giorno per la prima volta nella mia vita sentii proprio una grande liberazione, la liberazione dal peccato e non solo la liberazione dal peccato ma anche la remissione dei peccati che avevo commesso. Ricordo ancora che mi sentii proprio purificato da quei peccati che avevo commesso, ricordo anche che nel momento in cui credetti nel Signore Gesù sapevo di avere la vita eterna e fino ad ora ho serbato la fede nel Figliolo di Dio e quindi ho gustato la bontà di Dio. Io ho sperimentato quello che dice la Sacra Scrittura, e il mio desiderio è che anche voi peccatori che mi state ascoltando, vi ravvediate e crediate nel Signore Gesù Cristo, affinché anche voi siate salvati dai vostri peccati, affinché anche voi otteniate la remissione dei vostri peccati, affinché anche voi siate giustificati e riconciliati con Dio Padre per

mezzo di Gesù Cristo.

Il mio desiderio infatti è la vostra salvezza, la vostra salvezza! E tu? Che farai dunque? Io veramente spero che tu che mi ascolti, che tu ti ravveda e creda nel Signore Gesù. Noi veramente giubileremo, ci rallegreremo, faremo festa, se verremo a sapere che tu peccatore ti sei ravveduto e hai creduto nel Signore Gesù Cristo. Quindi affrettati non posticipare al domani, “Oggi è il giorno della salvezza, questo è il tempo accettevole”. Peccatore ravvediti e credi in Gesù il Cristo di Dio, colui che è morto per i nostri peccati ed è risuscitato il terzo giorno a cagione della nostra giustificazione. Credi in Lui e il Signore adempirà la sua promessa salvandoti dai tuoi peccati, e naturalmente strappandoti al fuoco dell’Inferno dove tu sei diretto, perché te lo ripeto, tu sei diretto all’inferno, non lo sai? Ma adesso lo sai; non lo sapevi? Adesso lo sai.

Tu non sei sulla via che mena in cielo peccatore, tu sei sulla via che mena all’inferno. Morissi in questo momento senza Cristo, te ne andresti veramente immediatamente all’inferno nei tormenti.

Tu dirai perché? Perché sei un peccatore. Ecco perché Gesù Cristo è venuto nel mondo, per salvare i peccatori, tu sei tra i peccatori non ti illudere, non importa quanti peccati tu abbia commesso, sei un peccatore, ravvediti e credi nel Signore Gesù Cristo.

Chi ha orecchi da udire, oda!

No comments yet

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...