Vai al contenuto

Dimostrazione che i calvinisti sono bugiardi e le loro false dottrine si contraddicono tra di loro

1 giugno 2021

Dimostrazione che i calvinisti sono bugiardi e le loro false dottrine si contraddicono tra di loro

I calvinisti insegnano che Gesù Cristo è morto solo per alcuni, soltanto per gli eletti. Tale insegnamento non è assolutamente vero, perché nelle sacre Scritture leggiamo diversi passi che ci fanno sapere che Gesù Cristo è morto per il peccato di tutto il mondo e non solo per quello degli eletti. In uno dei passi d’interesse per l’argomento leggiamo:

«Figliuoletti miei, io vi scrivo queste cose affinché non pecchiate; e se alcuno ha peccato, noi abbiamo un avvocato presso il Padre, cioè Gesù Cristo, il giusto; ed egli è la propiziazione per i nostri peccati; e non soltanto per i nostri, ma anche per quelli di tutto il mondo.» (1 Giovanni 2:1-2)

Fratelli nel Signore, avete letto anche voi come lo leggo pure io, e non si riesce a capire perché non lo leggono così com’è scritto anche i calvinisti, che Gesù è la propiziazione per i nostri peccati (di Giovanni e dei destinatari della lettera che erano credenti, della Chiesa di Cristo, di tutti gli eletti di Dio), ma poi proseguendo nella lettura vediamo che Giovanni scrive che Gesù non è la propiziazione solo per i nostri di peccati, ma ANCHE per quelli di TUTTO IL MONDO, facendo la netta distinzione, ma includendoli chiaramente.

Cari nel Signore, capite bene oppure no quello che sta scritto? Voi riuscite a leggere in quei passi che Gesù è morto SOLTANTO per gli eletti, solo per la Chiesa di Cristo, e non anche per quelli di tutto il mondo? Non vedete anche voi come vedo io che sta scritto che Gesù è morto ANCHE PER IL PECCATO DI TUTTO IL MONDO?

Tenuto conto di ciò, ora capite perché nel titolo ho scritto quella grande e scomoda verità contro i calvinisti ed i novelli calvinisti di oggi, a tutti quelli che si attengono ai punti cardine del calvinismo.

Dunque è proprio vero che i calvinisti insegnano delle falsità e credono nella menzogna, benché sia scritto chiaramente, pure disprezzano le sacre Scritture, e mentendo dicono il contrario di quello che è scritto. Calvino era dunque bugiardo ed insegnava delle falsità contrarie a quello che insegnava Giovanni. Tenete anche conto che questa presa in considerazione non era l’unica menzogna che Calvino insegnava, e ve ne elenco qualcuna di importante:

  1. Egli era bugiardo e non aveva fede, perché era un CESSAZIONISTA, cioè non credeva che Gesù Cristo a partire dal giorno della pentecoste battezza ancora oggi con lo Spirito santo con il segno del parlare in altre lingue (cfr. Atti 2:38-39); poi non credeva che Gesù costituiva tutti i suoi ministri, distribuendo i cinque doni di ministerio (cfr. Efesini 4:11-15); non credeva nei sogni e nelle visioni (cfr. Atti 2:17) e neppure nei doni spirituali distribuiti dallo Spirito santo secondo la sua volontà (cfr. 1 Corinzi 12:1-11).

  2. Egli era anche per certi versi eretico simile ai cattolici, perché credeva nella perpetua verginità di Maria, cosa che le Scritture negano completamente, in quanto Maria ebbe altri figli dopo aver partorito Gesù (cfr. Matteo 13:54-56; Galati 1:18-19).

  3. Egli non credeva che un credente nato di nuovo il cui nome è scritto nel libro della vita possa perdere la salvezza (cfr. Apocalisse 3:5 dove si legge che si può essere cancellati dal libro della vita e andare in perdizione).

  4. Egli insegnava falsamente il battesimo agli infanti, ma se bisogna credere prima di essere battezzati in acqua, come può un infante di pochi giorni testimoniare di aver creduto nell’Evangelo? Non può, infatti il battesimo degli infanti non è valido agli occhi di Dio (cfr. Marco 16:16; Atti 8:36-38).

Ora torniamo a quello che ha scritto Giovanni nel passo citato, per leggere che anche l’apostolo Paolo lo conferma, infatti ha scritto queste parole a Timoteo:

«Poiché v’è un solo Dio ed anche un solo mediatore fra Dio e gli uomini, Cristo Gesù uomo, il quale diede se stesso qual prezzo di riscatto PER TUTTI» (1 Timoteo 2:5-6)

Vedete, ancora si legge che Gesù ha dato se stesso quale prezzo di riscatto PER TUTTI, non solo per alcuni, contrariamente a quanto asseriva Calvino e come credono erroneamente i novelli calvinisti oggi. La Somma della Parola è verità e non si contraddice.

Ora, cari nel Signore fate particolare attenzione al ragionamento che segue, perché voglio farvi un ragionamento un po’ più articolato del solito, tratto sempre dalle sacre Scritture, che vi dimostrerà che i calvinisti errano grandemente, sia se quando danno un significato ad un passo, sia se gliene danno un altro; infatti, chi non taglia rettamente le sacre Scritture viene svergognato dalla Parola di Dio stessa.

Leggiamo questi versetti biblici:

«Perché quelli che sono stati una volta illuminati e hanno gustato il dono celeste e sono stati fatti partecipi dello Spirito Santo e hanno gustato la buona parola di Dio e le potenze del mondo a venire, se cadono, è impossibile rinnovarli da capo a ravvedimento, poiché crocifiggono DI NUOVO per conto loro il Figliuol di Dio, e lo espongono ad infamia.» (Ebrei 6:4-6)

Questi passaggi biblici dimostrano chiaramente che un credente fatto partecipe dello Spirito santo, che è nato di nuovo, che ha creduto, può perdere la salvezza se rinnega il Signore Gesù Cristo; ma il bugiardo di Calvino e i bugiardi novelli calvinisti di oggi, non credono a ciò. Tali persone di cui parla lo scrittore agli ebrei in quei versetti, commettono qualcosa che non li può rinnovare da capo a ravvedimento (e questo vuole dire che si erano ravveduti), poiché crocifiggono DI NUOVO per conto loro Gesù. Quel “DI NUOVO”, vuole dire che Gesù era stato crocifisso anche per loro, indipendentemente se si crede che si tratti di credenti che commettono il peccato che mena a morte, sia se si tratti di non credenti come erroneamente dicono i calvinisti.

Quindi, avviene che in quei passi citati di Ebrei i calvinisti finiscono per CONTRADDIRSI, essi errano per forza, o spiegando quei passi in un modo, o dando un’altra spiegazione, perché le loro false dottrine si contraddicono tra loro, e vediamo come mai avviene ciò:

  1. per difendere la loro falsa dottrina “una volta salvati sempre salvati”, cioè gli eletti per loro non possono perdere la salvezza, i calvinisti errano dicendo che quelli di cui parla lo scrittore agli Ebrei nei versetti in questione non sono veri credenti, ma sono dei falsi credenti, quindi sono del mondo;

  2. dicendo in quella maniera, i calvinisti si contraddicono lo stesso, infatti la loro FALSA DOTTRINA che dice che Gesù è morto solo per gli eletti e non PER TUTTI GLI UOMINI, va a scontrarsi col fatto che è scritto poiché crocifiggono DI NUOVO per conto loro il Figliuol di Dio”, quel DI NUOVO vuole dire che per loro Gesù era già da considerarsi CROCIFISSO e confermerebbe il fatto che Egli è morto anche per i peccati di quelli del mondo e non solo per i peccati degli eletti. I calvinisti, insegnando menzogne, cadono in contraddizione, In quanto per giustificare la loro falsa dottrina che i nati di nuovo non possono perdere la salvezza, sono obbligati a dire che le persone a cui si riferisce quel passo sono uomini del MONDO che non sono mai diventati veri credenti, ma dall’altra parte se fanno ricadere quelle persone tra quelli del mondo, li fanno rientrare tra quelli per cui Gesù è stato crocifisso la PRIMA ED UNICA VOLTA, annullando di fatto la loro falsa dottrina che Gesù è morto solo gli eletti.

Diletti e fedeli nel Signore, vedete, dunque, come le false dottrine non pagano, e per forza di cose si cade in contraddizione quando non si tagliano rettamente le sacre Scritture, si rimane svergognati, o da una parte o dall’altra, perché non si può nulla contro la verità. I calvinisti insegnano eresie, tenetelo bene a mente, e non sono neppure di poco conto.

Badate che nessun calvinista vi seduca con vani ragionamenti.

Giuseppe Piredda

One Comment leave one →
  1. Giovan battista permalink
    1 giugno 2021 21:31

    Calvino disse cose giuste ma disse eresie una volta salvati sempre salvati luca 8:4-15 Gesù morto solo per gli eletti 1 Giovanni 2:2 ha istituito inquisizione protestante con condanne a morte Matteo 26:51-53 ha istituito un regno cristiano con la forza e terrore era un agente del potere occulto ebraico era ebreo vero cognome Cohen fu elogiato dal bnai brith nel 1936

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...