Skip to content

Ai massoni che si presentano come «credenti evangelici»

17 aprile 2017

Ai massoni che si presentano come «credenti evangelici»

aimassoni

Massoni che vi presentate come «credenti evangelici», sappiate che noi discepoli di Gesù Cristo non abbiamo niente in comune con voi:

– noi infatti siamo luce mentre voi siete tenebre, per cui noi non abbiamo alcuna comunione con voi.

– noi siamo Cristiani, voi siete degli anticristi;

– noi abbiamo la mente di Cristo, voi avete la mente dell’anticristo;

– noi abbiamo lo spirito di Cristo, voi avete lo spirito dell’anticristo;

– noi abbiamo la coscienza purificata dal sangue prezioso di Cristo, voi invece ce l’avete contaminata dalle opere morte;

– noi abbiamo la dottrina di Cristo, voi la dottrina dell’anticristo;

– il nostro Dio è il Padre del Cristo (che è Gesù il Nazareno), il vostro dio invece è il padre dell’anticristo, ossia il diavolo.

Siete dei nemici di Dio nella vostra mente e nelle vostre opere, e dovete quindi ravvedervi e credere nel Vangelo, per essere riconciliati con Dio, altrimenti l’ira di Dio resterà sopra di voi, e morirete nei vostri peccati andandovene nelle fiamme dell’inferno. La vostra cosiddetta gnosi non vi potrà salvare dalle fiamme dell’inferno, perché la salvezza si ottiene soltanto credendo nella morte espiatoria di Gesù Cristo e nella sua resurrezione dai morti – cioè credendo che Cristo è morto per i nostri peccati e risuscitato corporalmente il terzo giorno dai morti, secondo le Scritture – che la Massoneria invece vi induce a rigettare. Leggi tutto…

Pure «il Tronco della Vedova»!

16 aprile 2017

Pure «il Tronco della Vedova»!

Come voi sapete, fratelli, passare durante il culto per raccogliere denaro non è biblico. Ma adesso si aggiunge qualche cosa d’altro – che devo dire è molto inquietante – a riguardo di questo passare per raccogliere denaro nei locali di culto, su cui meditare. In certi locali di culto (mi dicono persino in alcuni locali di culto delle ADI) passano per raccogliere le offerte con un oggetto che assomiglia molto a «il tronco della vedova» o «sacco della beneficienza» che è l’oggetto usato nel tempio massonico durante ogni tornata massonica per raccogliere denaro! Ecco a riguardo una foto di questo oggetto massonico e uno studio fatto da un massone sul «tronco della vedova»! Che cosa manca ancora di vedere in questi locali di culto? Andatevene via, andatevene via, ormai assomigliano sempre di più a templi massonici!

troncovedova

Il Tronco della Vedova

di F. D. C.

Nelle Tornate massoniche, alla chiusura dei Lavori, il Cerimoniere fa circolare un sacco di stoffa nera, per la raccolta della beneficenza, chiamato “Tronco della Vedova”. Questa fase dei lavori è considerata obbligatoria, nel senso che non è possibile svolgere una tornata massonica senza provvedere alla beneficenza. La terminologia usata per definire il sacco della beneficenza è composta di due parole: “tronco” e “Vedova”. Al riguardo vi sono varie spiegazioni (va precisato, peraltro, che sia il termine, sia la rituale raccolta dell’obolo non compare nelle Tornate delle Logge anglosassoni). La parola tronco viene fatta risalire da alcuni alle Vendite carbonare che si diffusero in Italia nei primi anni dell’Ottocento: la loro simbologia collegata all’arte dei carbonai, quindi alla foresta ed agli alberi può dare spiegazione del termine, nel senso che il tronco di un albero costituiva nella foresta una sorta di tavolino. Per quanto attiene al termine Vedova, una prima spiegazione può essere attribuita al fatto che nell’Antico e nel Nuovo Testamento la “Vedova” era considerata, per antonomasia, la persona che aveva bisogno e che quindi doveva essere aiutata con la beneficenza dagli uomini giusti e fedeli agli insegnamenti di Dio.
Altra spiegazione può essere collegata alla consueta definizione dei Liberi Muratori come “Figli della Vedova”, definizione che deriva dalla leggenda di Hiram, l’architetto che costruì il Tempio di Gerusalemme all’epoca di Re Salomone. Nella Bibbia, infatti, nel primo “Libro dei Re” si legge che, per la costruzione del tempio, “Il re Salomone fece venire da Tiro, Hiram figlio di una vedova della tribù di Neftali e di un padre che lavorava il bronzo”. Siccome Hiram, quindi, “figlio della Vedova” è considerato l’impersonificazione del Libero Muratore, perciò i Massoni vengono anche loro definiti “Figli della Vedova”.
Ma una più antica e profonda spiegazione di questi termini va collegata al mito di Iside ed Osiride. Osiride, re dell’Egitto arcaico, fu un sovrano illuminato che fece uscire il suo popolo dalla primitiva barbarie. Egli, Re divino e filantropo, insegnò agli uomini le pratiche religiose e la coltivazione del grano e dell’orzo. La birra, nell’antico Egitto, era una bevanda molto apprezzata dai vivi e dai morti e anche dagli dei che l’usavano come pozione dell’immortalità. Secondo la tradizione Osiride insegnò agli abitanti dei due Stati, uno a ovest, l’altro ad est, come ottenere la birra dalla fermentazione del malto di orzo: si propose così come il “padre del grano e dell’orzo”, fondamento di tutta la creazione e fonte della fertilità vegetale e della riproduzione. Leggi tutto…

Non bisogna giudicare chi mangia carne e neppure disprezzare chi mangia solo vegetali

15 aprile 2017

Non bisogna giudicare chi mangia carne e neppure disprezzare chi mangia solo vegetali

Lamb

Di questi tempi stiamo assistendo all’avanzare di movimenti di persone che preferiscono mangiare solo cibi vegetali e non si tengono i loro gusti per sè stessi, ma vorrebbero imporre il loro stile di mangiare anche a tutti gli altri.

La cosa che mi dispiace è che tale pensiero si è fatto strada anche nella mente di certi credenti, i quali non mangiano carne e vorrebbero far credere che tutti i cristiani non dovrebbero mangiarla.

Ma biblicamente le cose non stanno così come dicono costoro, perché è Dio stesso che ha stabilito che gli uomini mangino anche carne e non solo vegetali.

Le sacre Scritture impongono che non si deve disprezzare chi mangia solo cibi vegetali, come pure è ordinato che costoro non devono assolutamente GIUDICARE coloro che invece mangiano di tutto, sia carne che vegetali.

Nella Bibbia infatti leggiamo quanto è scritto:

«Colui che mangia di tutto, NON SPREZZI colui che non mangia di tutto; e colui che non mangia di tutto, NON GIUDICHI colui che mangia di tutto; perché Dio l’ha accolto.» (Romani 14:3)

Non solo questo, ma è scritto anche che Gesù ha mangiato carne, secondo quanto è scritto:

«Ed essi andarono e trovaron com’egli avea lor detto, e prepararon la pasqua. E quando l’ora fu venuta, egli si mise a tavola, e gli apostoli con lui. Ed egli disse loro: Ho grandemente desiderato di mangiar questa pasqua con voi, prima ch’io soffra; poiché io vi dico che non la mangerò più finché sia compiuta nel regno di Dio.» (Luca 22:13-16)

Ed ecco quello che Dio ha stabilito per la Pasqua per il popolo di Israele nella legge:

«L’Eterno parlò a Mosè e ad Aaronne nel paese d’Egitto, dicendo: ‘Questo mese sarà per voi il primo dei mesi: sarà per voi il primo dei mesi dell’anno. Parlate a tutta la raunanza d’Israele, e dite: Il decimo giorno di questo mese, prenda ognuno un agnello per famiglia, un agnello per casa; e se la casa è troppo poco numerosa per un agnello, se ne prenda uno in comune col vicino di casa più prossimo, tenendo conto del numero delle persone; voi conterete ogni persona secondo quel che può mangiare dell’agnello.» (Esodo 12:1-4)

Pertanto, cari nel Signore, per un cristiano è doveroso rispondere con le Scritture a coloro che cercano di imporvi quello che dovete o non dovete mangiare, perché questo vi porterà ad essere schiavi degli elementi di questo mondo e non sarete più liberi. Badate bene, inoltre, che non ci sono solo quei passi biblici che ho citato sopra.

Se qualcuno è pienamente convinto nella sua coscienza di mangiare solo vegetali, lo faccia pure secondo coscienza, chi mangia di tutto non lo deve essere disprezzare; ma chi mangia solo vegetali non deve permettersi a sua volta di GIUDICARE coloro che invece mangiano di tutto, perché così è comandato nelle sacre Scritture.

Persino l’apostolo Paolo ha scritto di mangiare carne, quando ha detto di mangiare di tutto quello che si vende al MACELLO, e noi sappiamo che al MACELLO si vende carne. Ecco dalla penna di Paolo ciò che ha scritto ai Corinzi:

«Mangiate di tutto quello che si vende al macello senza fare inchieste per motivo di coscienza» 1 Corinzi 10:25)

Anche questo passaggio biblico di Genesi è molto importante come conferma che non è sbagliato mangiare carne animale:

«L’Eterno apparve ad Abrahamo alle querce di Mamre, mentre questi sedeva all’ingresso della sua tenda durante il caldo del giorno.
Abrahamo alzò gli occhi, ed ecco che scòrse tre uomini, i quali stavano dinanzi a lui; e come li ebbe veduti, corse loro incontro dall’ingresso della tenda, si prostrò fino a terra e disse: ‘Deh, Signor mio, se ho trovato grazia davanti a te, non passare senza fermarti dal tuo servo! Deh, lasciate che si porti un po’ d’acqua; e lavatevi i piedi; e riposatevi sotto quest’albero. Io andrò a prendere un pezzo di pane, e vi fortificherete il cuore; poi, continuerete il vostro cammino; poiché per questo siete passati presso al vostro servo’.
E quelli dissero: ‘Fa’ come hai detto’.
Allora Abrahamo andò in fretta nella tenda da Sara, e le disse: ‘Prendi subito tre misure di fior di farina, impastala, e fa’ delle schiacciate’.
Poi Abrahamo corse all’armento, ne tolse un vitello tenero e buono, e lo diede a un servo, il quale s’affrettò a prepararlo. E prese del burro, del latte e il vitello ch’era stato preparato, e li pose davanti a loro; ed egli se ne stette in piè presso di loro sotto l’albero.
E quelli mangiarono.» (Genesi 18:1-8)

Per concludere, dunque, vi faccio notare, cari nel Signore, sulla base dei passi biblici riprortati, che l’Eterno ha stabilito che gli uomini mangino la carne, nel caso citato quella di agnello, come pure l’ha mangiata anche Gesù insieme ai dodici apostoli. In accordo con Gesù e i dodici apostoli, anche l’apostolo Paolo ha scritto che si può mangiare la carne che si vende al macello. Leggi tutto…

Gli studi di genere smentiti dalla scienza: si nasce e si rimane uomini o donne

14 aprile 2017

Gli studi di genere smentiti dalla scienza: si nasce e si rimane uomini o donne

Ho trovato questo articolo interessante, una verità biblica che tutti conoscono, ma che taluni per motivi particolari hanno interesse a propagandare il contrario e altri per apparire progressisti e non bigotti, ne ammettono la possibilità.

Ci sono altri, come me, al contrario di quelle persone citate sopra, che dicono le cose come stanno realmente, senza timore di essere tacciati come bigotti. La verità non è in vendita, per nessuna ragione, checché ne dica la gente.

Ecco un estratto dall’articolo, che riassume il contenuto:

“… Non può dunque esistere alcuna “identità di genere” separata e/o in contraddizione con “l’identità sessuale”, chi sostiene di avere un’identità differente da quella indicata dalla sua struttura neuro-anatomo-fisiologica ha semplicemente un disturbo di percezione di sé, che la medicina moderna chiama “disforia di genere” o “disturbo dell’identità di genere” (DIG), ovvero «il forte e persistente desiderio di identificarsi con il sesso opposto, piuttosto che con il dato biologico o anatomico». …”

gender1 Leggi tutto…

E allora sarà manifestato l’empio

13 aprile 2017

E allora sarà manifestato l’empio

anticristo-empio

Fratelli nel Signore, voglio spiegarvi mediante le Scritture cosa trattiene la manifestazione dell’empio, che è l’anticristo che deve venire (cfr. 1 Giovanni 4:3), e perciò cosa deve prima accadere affinché l’anticristo sia manifestato.

Allora, l’apostolo Paolo nella sua seconda epistola ai santi di Tessalonica dice quanto segue:

“Or, fratelli, circa la venuta del Signor nostro Gesù Cristo e il nostro adunamento con lui, vi preghiamo di non lasciarvi così presto travolgere la mente, né turbare sia da ispirazioni, sia da discorsi, sia da qualche epistola data come nostra, quasi che il giorno del Signore fosse imminente. Nessuno vi tragga in errore in alcuna maniera; poiché quel giorno non verrà se prima non sia venuta l’apostasia e non sia stato manifestato l’uomo del peccato, il figliuolo della perdizione, l’avversario, colui che s’innalza sopra tutto quello che è chiamato Dio od oggetto di culto; fino al punto da porsi a sedere nel tempio di Dio, mostrando se stesso e dicendo ch’egli è Dio. Non vi ricordate che quand’ero ancora presso di voi io vi dicevo queste cose? E ora voi sapete quel che lo ritiene ond’egli sia manifestato a suo tempo. Poiché il mistero dell’empietà è già all’opra: soltanto v’è chi ora lo ritiene e lo riterrà finché sia tolto di mezzo. E allora sarà manifestato l’empio, che il Signor Gesù distruggerà col soffio della sua bocca, e annienterà con l’apparizione della sua venuta. La venuta di quell’empio avrà luogo, per l’azione efficace di Satana, con ogni sorta di opere potenti, di segni e di prodigî bugiardi; e con ogni sorta d’inganno d’iniquità a danno di quelli che periscono perché non hanno ricevuto l’amor della verità per esser salvati. E perciò Iddio manda loro efficacia d’errore onde credano alla menzogna; affinché tutti quelli che non han creduto alla verità, ma si son compiaciuti nell’iniquità, siano giudicati” (2 Tessalonicesi 2:1-12)

Dunque, secondo la Scrittura, prima della venuta del Signore e il nostro adunamento con lui, deve manifestarsi l’empio, l’avversario, l’uomo del peccato, il figlio della perdizione, come anche deve venire l’apostasia.

Ora, in merito alla manifestazione dell’empio, Paolo dice ai santi: “E ora voi sapete quel che lo ritiene ond’egli sia manifestato a suo tempo” (2 Tessalonicesi 2:6), per cui ora come allora c’è qualcosa che impedisce che l’empio sia manifestato. Ed è di questo qualcosa che voglio parlarvi.

Andiamo dunque nel libro dell’Apocalisse o della Rivelazione. Qui leggiamo in merito alla manifestazione dell’empio, che viene chiamato la bestia, quanto segue:

“E vidi salir dal mare una bestia che aveva dieci corna e sette teste, e sulle corna dieci diademi, e sulle teste nomi di bestemmia. E la bestia ch’io vidi era simile a un leopardo, e i suoi piedi eran come di orso, e la sua bocca come bocca di leone; e il dragone le diede la propria potenza e il proprio trono e grande potestà. E io vidi una delle sue teste come ferita a morte; e la sua piaga mortale fu sanata; e tutta la terra meravigliata andò dietro alla bestia; e adorarono il dragone perché avea dato il potere alla bestia; e adorarono la bestia dicendo: Chi è simile alla bestia? e chi può guerreggiare con lei? E le fu data una bocca che proferiva parole arroganti e bestemmie e le fu data potestà di agire per quarantadue mesi. Ed essa aprì la bocca per bestemmiare contro Dio, per bestemmiare il suo nome e il suo tabernacolo e quelli che abitano nel cielo. E le fu dato di far guerra ai santi e di vincerli; e le fu data potestà sopra ogni tribù e popolo e lingua e nazione. E tutti gli abitanti della terra i cui nomi non sono scritti fin dalla fondazione del mondo nel libro della vita dell’Agnello che è stato immolato, l’adoreranno. Se uno ha orecchio, ascolti. Se uno mena in cattività andrà in cattività; se uno uccide con la spada, bisogna che sia ucciso con la spada. Qui sta la costanza e la fede dei santi.” (Apocalisse 13:1-10).

Che questa bestia è l’empio, di cui parla Paolo ai Tessalonicesi, si evince da queste cose: Paolo dice che “la venuta di quell’empio avrà luogo, per l’azione efficace di Satana, con ogni sorta di opere potenti, di segni e di prodigî bugiardi; e con ogni sorta d’inganno d’iniquità a danno di quelli che periscono” e Giovanni nell’Apocalisse dice che “il dragone le diede la propria potenza e il proprio trono e grande potestà”. Per cui l’empio verrà in virtù di un’azione efficace del diavolo, che gli darà grande potestà per ingannare gli uomini. Leggi tutto…

Non sanno cosa significa essere liberi

12 aprile 2017

Non sanno cosa significa essere liberi

Sanno «tenere la penna in mano», ma non sanno cosa significa essere liberi, perché sono schiavi di Satana, il loro padre e padrone.

Sto parlano dei massoni … anche di quelli che si trovano in mezzo alle Chiese, che mostrano con le loro parole e le loro opere di amare e praticare la menzogna. Essi sono progenie della menzogna!

È più forte di loro … non riescono proprio ad amare la verità!

Giacinto Butindaro

Fonte: dalla bacheca facebook dell’autore


I massoni si chiamano “liberi muratori”, invece sono schiavi dei loro padroni a cui hanno giurato obbedienza.

Si dicono liberi, invece sono schiavi.

Giuseppe Piredda

Sapete perché …?

11 aprile 2017

Sapete perché …?

sapete-perchéSapete perché i massoni promuovono scuole bibliche e facoltà teologiche – dove comandano e insegnano loro naturalmente – in seno alle Chiese?
Per emancipare, tramite la loro istruzione – ossia tramite la sapienza di questo mondo perché i massoni sono portatori di questa sapienza -, i Cristiani dalla legge di Cristo e sottrarli all’influenza dei ministri di Dio, e fargli accettare i principi massonici e quindi la mentalità massonica che è diabolica, e fargli rigettare il soprannaturale che viene da Dio (battesimo con lo Spirito Santo, miracoli, visioni, doni spirituali, e così via) che per la Massoneria è una serie minaccia perché tramite di esso i Cristiani si attaccano maggiormente alla Scrittura in quanto la Parola viene confermata.

Sapete perché i massoni disprezzano i ministri di Dio “popolani senza istruzione” (Atti 4:13), che hanno però la sapienza di Dio, conoscono la Parola di Dio e credono fermamente in essa e la predicano con ogni franchezza?
Perché essi sono appunto senza la loro istruzione, cioè non hanno la sapienza di questo mondo, per cui non sono imbevuti di filosofia!

Sapete perché i massoni dicono che non puoi essere un dottore se non hai una laurea in teologia o non hai seguito dei corsi di formazione negli istituti gestiti da loro?
Perché senza la loro istruzione non puoi contribuire al progresso dell’umanità in quanto il Vangelo e la dottrina del nostro caro fratello Paolo, che era apostolo e dottore per volontà di Dio, rendono gli uomini dei nemici del progresso (così come lo intende la Massoneria) perché li rendono esclusivisti (cioè li portano a dire che la salvezza è solo in Gesù Cristo, come anche la verità), li spingono a rifiutare di mettersi con gli increduli (Ebrei, Mussulmani, e così via), gli fanno rigettare la sapienza di questo mondo, e li incitano a non conformarsi al mondo. Quindi hai bisogno di imparare la «teologia contemporanea» che insegnano i teologi massoni nei seminari o nelle scuole bibliche o nelle facoltà teologiche per essere riconosciuto da loro un dottore! Ma la «teologia temporanea» generata dalla Massoneria è spazzatura, per cui noi non abbiamo alcuna intenzione di accettarla. Leggi tutto…

Gesù è il Cristo

10 aprile 2017

Gesù è il Cristo

gesueilcristo

Gesù il Nazareno:

  • preesisteva al suo concepimento (nel principio era con Dio Padre ed era Dio);
  • fu generato dallo Spirito Santo nel seno di una vergine;
  • partecipò del sangue e della carne e quindi venne in carne simile a carne di peccato e dunque era un uomo;
  • in Lui abitava corporalmente tutta la pienezza della Deità e quindi era Dio;
  • fu unto di Spirito Santo dopo essere stato battezzato da Giovanni nel Giordano;
  • predicò il Vangelo del Regno ed ammaestrò i suoi discepoli;
  • guarì gli ammalati, cacciò i demoni, mondò i lebbrosi, e risuscitò i morti perché Dio era con lui;
  • non peccò mai pur essendo stato tentato come ciascuno di noi;
  • fu odiato dal mondo senza ragione;
  • morì per i nostri peccati ucciso dai Giudei e risuscitò corporalmente il terzo giorno affinché si adempissero le Scritture secondo le quali il Cristo (cioè l’Unto promesso ab antico dal solo vero Dio) sarebbe stato trafitto a motivo delle nostre trasgressioni, fiaccato a motivo delle nostre iniquità, e non sarebbe stato lasciato nell’Ades e la sua carne non avrebbe veduto la corruzione;
  • e dopo essere apparso ai suoi discepoli fu assunto in cielo alla destra di Dio.

Noi abbiamo creduto che Lui è il Cristo che doveva venire nel mondo per compiere l’espiazione dei nostri peccati, e mediante la fede nel suo nome abbiamo ottenuto la remissione dei peccati e la vita eterna, perché “in nessun altro è la salvezza; poiché non v’è sotto il cielo alcun altro nome che sia stato dato agli uomini, per il quale noi abbiamo ad esser salvati” (Atti 4:12) Leggi tutto…

Tutto il popolo d’Israele

9 aprile 2017

Tutto il popolo d’Israele

tomba2In una preghiera che i santi di Gerusalemme innalzarono a Dio, dissero a Dio:

“E invero in questa città, contro al tuo santo Servitore Gesù che tu hai unto, si son raunati Erode e Ponzio Pilato, insiem coi Gentili e con TUTTO IL POPOLO D’ISRAELE, per far tutte le cose che la tua mano e il tuo consiglio aveano innanzi determinato che avvenissero” (Atti 4:27-28).

Notate come tra coloro che si radunarono – per il determinato consiglio di Dio – contro Gesù, l’Unto di Dio, essi misero anche tutto il popolo d’Israele di allora. E la loro testimonianza è verace. E infatti quando Gesù comparve dinnanzi a Ponzio Pilato, fu il popolo dei Giudei a chiedere a Pilato che Gesù fosse crocifisso, secondo che è scritto:

“Or ogni festa di Pasqua il governatore soleva liberare alla folla un carcerato, qualunque ella volesse. Avevano allora un carcerato famigerato, di nome Barabba. Essendo dunque radunati, Pilato domandò loro: Chi volete che vi liberi, Barabba, o Gesù detto Cristo? Poiché egli sapeva che glielo avevano consegnato per invidia. Or mentre egli sedeva in tribunale, la moglie gli mandò a dire: Non aver nulla che fare con quel giusto, perché oggi ho sofferto molto in sogno a cagion di lui. Ma i capi sacerdoti e gli anziani persuasero le turbe a chieder Barabba e far perire Gesù. E il governatore prese a dir loro: Qual de’ due volete che vi liberi? E quelli dissero: Barabba. E Pilato a loro: Che farò dunque di Gesù detto Cristo? Tutti risposero: Sia crocifisso. Ma pure, riprese egli, che male ha fatto? Ma quelli vie più gridavano: Sia crocifisso! E Pilato, vedendo che non riusciva a nulla, ma che si sollevava un tumulto, prese dell’acqua e si lavò le mani in presenza della moltitudine, dicendo: Io sono innocente del sangue di questo giusto; pensateci voi. E TUTTO IL POPOLO, rispondendo, disse: Il suo sangue sia sopra noi e sopra i nostri figliuoli. Allora egli liberò loro Barabba; e dopo aver fatto flagellare Gesù, lo consegnò perché fosse crocifisso.” (Matteo 27:15-26).

Giacinto Butindaro

[Tratto dalla bacheca facebook dell’autore]

Che i Giudei cercassero di uccidere Gesù è scritto in diversi passaggi biblici, e quando è venuto il momento, com’era scritto di Lui, ecco che la volontà dei Giudei fu portata a compimento e fecero morire Gesù.

Ecco un passo che afferma che Gesù sapeva che i Giudei cercavano di ucciderlo:

«Mosè non v’ha egli data la legge? Eppure nessun di voi mette ad effetto la legge! Perché cercate d’uccidermi? » (Giovanni 7:19)

Leggi tutto…

Se fossi un giornalista … farei queste domande al presidente delle ADI

8 aprile 2017

Se fossi un giornalista … farei queste domande al presidente delle ADI

ariston-hotel

Se fossi un giornalista – visto il lussuoso hotel dove quest’anno si terrà il XXV Convegno Pastorale delle Assemblee di Dio in Italia (ADI) – mi piacerebbe rivolgere queste domande al presidente delle ADI:

– Presidente, come mai le ADI hanno fatto costruire o comprare nel tempo dei grandi e spaziosi locali di culto – come per esempio a Torino, Milano, Catania, e Roma – in grado di contenere tutti i pastori ADI che si radunano per un convegno pastorale, e poi cercate invece sale congressi negli hotel? A proposito, ma sbaglio, o avevate detto che la nuova sede delle ADI ‘La Fenice’ a Nettuno doveva servire anche ad ospitare i convegni?

– Presidente, come mai avete scelto per un vostro convegno pastorale un hotel di lusso? Ma la Bibbia, che voi dite essere la Parola di Dio, non dice che i Cristiani non devono avere l’animo alle cose alte ma devono lasciarsi attirare dalle umili? Sbaglio o Gesù, che la Bibbia chiama il Sommo Pastore, era umile e povero e non ebbe mai l’animo alle cose alte ma si lasciò attirare dalle umili? I pastori non dovrebbero quindi dare un esempio di umiltà e temperanza alle Chiese? Non le pare che soprattutto in questo periodo di profonda crisi in cui tante famiglie nelle vostre Chiese devono fare tante rinunce per andare avanti, quello che voi vi permettete possa suonare come una offesa e una mancanza di rispetto nei confronti di queste famiglie povere?

– Presidente, quanto costerà in totale ad ogni pastore ADI il soggiorno in questo hotel? E chi pagherà? Il pastore o la Chiesa?

Quanto sarebbe bello se il presidente delle ADI rispondesse pubblicamente a queste mie domande, che peraltro gli vorrebbero fare tanti membri delle ADI. Ma non penso che mi degnerà delle sue risposte … ma forse un giorno queste stesse domande gliele farà un vero giornalista …. uno di quei giornalisti d’assalto che a tanti in Italia mettono paura solo a sentirli nominare … e allora molto probabilmente avremo le tante desiderate risposte a queste domande! Leggi tutto…

Blog di Aldo Prendi

Per la diffusione e la difesa delle dottrine bibliche

Acordai-vos

Tocai a trombeta em Sião, e dai o alarma no meu santo monte.

Egli è altresì scritto...

Blog di Nicola Iannazzo

Destatevi

"Suonate la tromba in Sion e date l'allarme sul mio santo monte" (Gioele 2:1)

Il Buon Deposito

Dottrine della Bibbia

prendialdo.wordpress.com/

Il blog di Aldo Prendi

La sana doctrina bíblica

Quien tiene oídos para oír, oiga

Chiesa Evangelica Pentecostale di Augusta

Gesù disse: Io son la risurrezione e la vita; chi crede in me, anche se muoia, vivrà (cfr. Giovanni 11:25)

La Massoneria Smascherata

"non v'è niente di nascosto che non abbia ad essere scoperto" (Matteo 10:26)

SALVATI per GRAZIA

Blog Di Giuseppe Palamara

La verità rende liberi!

Sito di attualità e informazione cristiana

Listen to the sound of the sword

«Stand in the ways and see, and ask for the old paths, where the good way is, and walk in it» (Jeremiah 6:16)

Non tollero Jezabel

Il blog di Gian Michele Tinnirello

Sana Dottrina

Perché verrà il tempo che non sopporteranno la sana dottrina; ma per prurito d'udire si accumuleranno dottori secondo le loro proprie voglie e distoglieranno le orecchie dalla verità e si volgeranno alle favole.(2Timoteo 4:3-4)

La Buona Strada

Blog di Giuseppe Piredda, cristiano evangelico pentecostale trinitariano fondamentalista

He who has ears let him hear

A voice crying in the wilderness

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: