Vai al contenuto

Quello che vorrebbero cantare a Dio le Chiese massonizzate

14 luglio 2021

Quello che vorrebbero cantare a Dio le Chiese massonizzate

nessuno-giudicareStavo riflettendo alle note parole della canzone cantata da Caterina Caselli: «Nessuno mi può giudicare, nemmeno tu». E in effetti non mi sorprenderei affatto se un giorno le Chiese massonizzate in qualche canzone rivolta a Dio introducessero queste parole. Perché? Perché c’è un odio verso Dio, la Sua Parola e i Suoi ministri che è spaventoso in queste Chiese. Loro pensano di avere il diritto di peccare, cioè di violare i comandamenti di Dio, ed anche il diritto di non essere giudicati da nessuno, compreso Dio. Voi direte: ‘Ma loro dicono che il solo giudice è Dio!’. Sì, lo dicono, ma in effetti, loro ritengono che neppure Dio li può giudicare, e la conferma sta nel fatto che quando noi li giudichiamo con giusto giudizio, noi usiamo la Parola di Dio, e loro rifiutano il giudizio che dà la Parola di Dio. Per cui è evidente che se loro rifiutano il giudizio della Parola di Dio, pensano che neppure Dio li possa giudicare. Le Chiese massonizzate sono sotto una tremenda influenza satanica, sono trascinate alla rovina da spiriti seduttori che operano con i massoni che le guidano. Uscite e separatevi dalle Chiese massonizzate.
[dalla bacheca facebook di Giacinto Butindaro]

Questo è l’Evangelo da predicare!

13 luglio 2021

Questo è l’Evangelo da predicare!

evangelo-annunziare

L’Evangelo che Gesù Cristo ha comandato di predicare è che Cristo è morto per i nostri peccati, secondo le Scritture; che fu seppellito; che risuscitò il terzo giorno, secondo le Scritture; e che apparve ai testimoni ch’erano prima stati scelti da Dio.

Se alcuno annunzia un vangelo diverso sia anatema. Leggi tutto…

Menzogne!

12 luglio 2021

Menzogne!

menzogne

Ecco alcune delle menzogne che vengono dette da preti e pastori su chi è morto nei suoi peccati ed è nel fuoco dell’inferno dove è tormentato e che chi è all’inferno non può sentire.

“E’ passato a miglior vita”

“E’ andato in un mondo migliore”

“Ha finito di soffrire”

“Ora si riposa”

“E’ tra le braccia di Gesù”

“In cielo c’è un altro angelo che ci protegge”

“Da lassù ora ci guarda”

“Dio lo ha accolto nel Suo regno celeste”

Queste menzogne illudono coloro che le accettano, e oltre ad illuderli fortificano le mani dei malfattori. Aborritele. La Sacra Scrittura insegna in maniera inequivocabile che coloro che non sono nati da Dio (in quanto non hanno creduto nella Buona Novella che Gesù di Nazareth è il Cristo – cfr. Atti 5:42; 1 Corinzi 15:1-8), quando muoiono essi muoiono nei loro peccati e la loro anima scende nell’Ades (inferno), dove c’è un fuoco non attizzato da mano d’uomo e dove sono tormentati, in attesa di risuscitare nel giorno del giudizio, quando compariranno davanti al trono di Dio per essere giudicati secondo le loro opere e poi gettati nello stagno ardente di fuoco e di zolfo dove saranno tormentati nei secoli dei secoli.Nessuno dunque si illuda e illuda il suo prossimo. Ai peccatori sia annunciato con franchezza il ravvedimento e la Buona Novella che Gesù il Cristo, e venga detto loro con altrettanta franchezza che se non si ravvederanno e non crederanno nella Buona Novella moriranno nei loro peccati e andranno nell’Ades, cioè all’inferno. La condanna infatti è certa per coloro che non hanno creduto nella Buona Novella, in quanto Gesù ha detto:

“Ma chi non avrà creduto sarà condannato” (Marco 16:16) Leggi tutto…

Scomparso Antonio Moscatiello, membro di una Chiesa ADI

11 luglio 2021

Scomparso Antonio Moscatiello, membro di una Chiesa ADI

Con questo commento su questo blog mi è stata segnalata la scomparsa di un membro di una Chiesa ADI di Rotondi (Avellino):

‘Giacinto, come mai non dici nulla di Antonio Moscatiello, il credente delle ADI di Cervinara (AV), scomparso il 26 giugno 2021 e di cui hanno parlato a “Speciale – Chi l’ha visto”? Tutti lo stanno cercando, in particolare la sorella, e parecchie chiese pregano per il suo ritrovamento. Frequenta(va) la chiesa ADI di Rotondi (AV)’.

Io non ne sapevo niente, quindi ora che so esorto chi sa qualcosa a recarsi dalle autorità preposte da Dio per aiutarle a ritrovare questo uomo.

Giacinto Butindaro

P.s. Qui un servizio giornalistico che si occupa della sua scomparsa

Leggi tutto…

L’importanza che ha annunciare l’Evangelo

10 luglio 2021

L’importanza che ha annunciare l’Evangelo

evangelodidio

E nell’Evangelo che è rivelata da fede a fede la giustizia di Dio, secondo che è scritto: “Ma il giusto vivrà per fede” (Romani 1:17). Considerate dunque quanto sia importante annunciare l’Evangelo ai peccatori, siano essi Giudei che Gentili.

Questo spiega perché Gesù Cristo comandò ai suoi apostoli di andare per tutto il mondo e predicare l’Evangelo ad ogni creatura (cfr. Marco 16:15). Perché è soltanto credendo nell’Evangelo che l’uomo viene giustificato, cioè che l’uomo consegue la giustizia di Dio che viene dalla fede. E non credendo nell’Evangelo invece cosa accade all’uomo? L’ira di Dio resta sopra di lui e sarà condannato, secondo che  è scritto: “Chi rifiuta di credere al Figliuolo non vedrà la vita, ma l’ira di Dio resta sopra lui” (Giovanni 3:36), ed anche: “Chi non avrà creduto sarà condannato” (Marco 16:16).

E l’Evangelo che Gesù Cristo ha comandato di predicare è che Cristo è morto per i nostri peccati, secondo le Scritture; che fu seppellito; che risuscitò il terzo giorno, secondo le Scritture; e che apparve ai testimoni ch’erano prima stati scelti da Dio (cfr. Atti 10:38-41; 15:7; 1 Corinzi 15:1-11).

Se alcuno annunzia un vangelo diverso sia anatema (cfr. Galati 1:8-9).

Giacinto Butindaro

[Tratto dal blog “Chi ha orecchie da udire oda”, amministrato da Giacinto Butindaro]

“Crocifiggilo, crocifiggilo!”

9 luglio 2021

“Crocifiggilo, crocifiggilo!”

crocifiggilo

La crocifissione di Gesù Cristo (compiuta dai Giudei in quanto l’apostolo Pietro disse ai Giudei: “Sappia dunque sicuramente tutta la casa d’Israele che Iddio ha fatto e Signore e Cristo quel Gesù che voi avete crocifisso” Atti 2:36), è parte fondamentale dell’Evangelo mediante il quale siamo stati liberati dai nostri peccati.

E’ grazie alla sua crocifissione che noi che abbiamo creduto nell’Evangelo possiamo dire che «il nostro vecchio uomo è stato crocifisso con lui, affinché il corpo del peccato fosse annullato, onde noi non serviamo più al peccato” (Romani 6:6).

Quando quel giorno a Gerusalemme, mentre il nostro Signore Gesù si trovava davanti a Ponzio Pilato, i Giudei chiesero a Pilato gridando: “Crocifiggilo, crocifiggilo!” (Luca 23:21), e quando Pilato “dopo aver fatto flagellare Gesù, lo consegnò perché fosse crocifisso” (Matteo 27:26), tutto ciò avvenne affinché si adempissero le Scritture secondo le quali il Cristo doveva essere “trafitto a motivo delle nostre trasgressioni, fiaccato a motivo delle nostre iniquità” (Isaia 53:5), e annullare così il peccato con il suo sacrificio (cfr. Ebrei 9:26).

Il nostro cuore si commuove pensando alle sofferenze che Gesù dovette patire per noi, ma sappiamo che il terzo giorno Dio lo risuscitò dai morti e apparve ai testimoni che erano stati prima scelti da Dio, ed Egli non muore più: Egli vive in eterno.

A Lui sia la gloria ora e in eterno. Amen. Leggi tutto…

GENNARO CHIOCCA: «GESÙ NON È STATO UCCISO DA NESSUNO!»

8 luglio 2021

GENNARO CHIOCCA: «GESÙ NON È STATO UCCISO DA NESSUNO!»

Gennaro Chiocca, ‘pastore’ delle Assemblee di Dio in Italia (ADI) – organizzazione il cui fondatore fu il pastore delle Assemblee di Dio USA Henry Ness, che era un massone – in una predicazione dal titolo «”Cristo nostra Pasqua” Luca cap.22:7,20», caricata sul canale youtube di «Come Tralci l’8 Novembre 2019» (che potete ascoltare integralmente qua https://youtu.be/9RBhktMt4EY), ha detto quanto segue:

«A volte leggo, forse ve l’ho già detto, su Facebook, nei cruciverba cristiani, no, tutte ste domande: ‘Chi ha ucciso Gesù? Chi ha fatto Gesù? Chi ha ucciso?’ e ci sono le domandine, le risposte: A) Giudei; B) Romani; 3) Ponzio Pilato; 4) Noi, no. Per mettere, diciamo così, in moto la nostra mente, e anche un po’ la nostra conoscenza. Chi l’ha ucciso Gesù? I Romani? Chi l’ha ucciso? Pilato? Chi l’ha ucciso Gesù? Noi? Chi l’ha ucciso Gesù, fratelli? Gesù non è stato ucciso da nessuno! Gesù è venuto per dare la sua vita; lo ha detto ai discepoli, quando i discepoli stavano cercando un po’ di, di, di, mostrare a Gesù l’affetto e la fedeltà oltre il loro stesso immaginario»

Dunque, Gennaro Chiocca ha detto molto chiaramente che Gesù non è stato ucciso da nessuno! Ma Chiocca ha detto una menzogna, generata dal diavolo.

E adesso ve lo dimostro mediante le Sacre Scritture. L’apostolo Pietro, il giorno della Pentecoste, disse a degli Ebrei a Gerusalemme:

“Uomini israeliti, udite queste parole: Gesù il Nazareno, uomo che Dio ha accreditato fra voi mediante opere potenti e prodigî e segni che Dio fece per mezzo di lui fra voi, come voi stessi ben sapete, quest’uomo, allorché vi fu dato nelle mani, per il determinato consiglio e per la prescienza di Dio, VOI, per man d’iniqui, inchiodandolo sulla croce, LO UCCIDESTE” (Atti 2:22-23);

e in seguito sempre a degli Ebrei disse a Gerusalemme: “L’Iddio d’Abramo, d’Isacco e di Giacobbe, l’Iddio de’ nostri padri ha glorificato il suo Servitore Gesù, che voi metteste in man di Pilato e rinnegaste dinanzi a lui, mentre egli avea giudicato di doverlo liberare. Ma voi rinnegaste il Santo ed il Giusto, e chiedeste che vi fosse concesso un omicida; E UCCIDESTE IL PRINCIPE DELLA VITA, che Dio ha risuscitato dai morti; del che noi siamo testimoni” (Atti 3:13-15).

Ed ancora Pietro disse a casa di Cornelio: “E noi siam testimoni di tutte le cose ch’egli ha fatte nel paese de’ Giudei e in Gerusalemme; ED ESSI L’HANNO UCCISO, APPENDENDOLO AD UN LEGNO” (Atti 10:39).

Stefano davanti al Sinedrio giudaico disse: “Gente di collo duro e incirconcisa di cuore e d’orecchi, voi contrastate sempre allo Spirito Santo; come fecero i padri vostri, così fate anche voi. Qual dei profeti non perseguitarono i padri vostri? E uccisero quelli che preannunziavano la venuta del Giusto, DEL QUALE VOI ORA SIETE STATI I TRADITORI E GLI UCCISORI” (Atti 7:51-52).

Ed infine l’apostolo Paolo, anche lui ebreo come Pietro, dice ai Tessalonicesi che i Giudei “hanno ucciso e il Signor Gesù e i profeti” (1 Tessalonicesi 2:15).

Dunque la Scrittura, che è la Parola di Dio e quindi è verità, dice chiaramente che Gesù Cristo fu ucciso dai Giudei. Peraltro, Gesù stesso predisse ai suoi discepoli che sarebbe stato ucciso da uomini peccatori, secondo che è scritto in Matteo: “Da quell’ora Gesù cominciò a dichiarare ai suoi discepoli che doveva andare a Gerusalemme e soffrir molte cose dagli anziani, dai capi sacerdoti e dagli scribi, ED ESSER UCCISO, e risuscitare il terzo giorno” (Matteo 16:21), ed anche: “Or com’essi percorrevano insieme la Galilea, Gesù disse loro: Il Figliuol dell’uomo sta per esser dato nelle mani degli uomini; E L’UCCIDERANNO, e al terzo giorno risusciterà” (Matteo 17:22-23). E in Marco: “Poi cominciò ad insegnar loro ch’era necessario che il Figliuol dell’uomo soffrisse molte cose, e fosse reietto dagli anziani e dai capi sacerdoti e dagli scribi, E FOSSE UCCISO, e in capo a tre giorni risuscitasse” (Marco 8:31), ed anche: “Poich’egli ammaestrava i suoi discepoli, e diceva loro: Il Figliuol dell’uomo sta per esser dato nelle mani degli uomini ED ESSI L’UCCIDERANNO; e tre giorni DOPO ESSERE STATO UCCISO, risusciterà” (Marco 9:31); ed ancora: “Ed egli, tratti di nuovo da parte i dodici, prese a dir loro le cose che gli avverrebbero: Ecco, noi saliamo a Gerusalemme, e il Figliuol dell’uomo sarà dato nelle mani de’ capi sacerdoti e degli scribi; ed essi lo condanneranno a morte e lo metteranno nelle mani dei Gentili; e lo scherniranno e gli sputeranno addosso e lo flagelleranno E L’UCCIDERANNO; e dopo tre giorni egli risusciterà” (Marco 10:32-34). E in Luca: “Bisogna che il Figliuol dell’uomo soffra molte cose, e sia reietto dagli anziani e dai capi sacerdoti e dagli scribi, E SIA UCCISO, e risusciti il terzo giorno” (Luca 9:22), ed anche: “Poi, presi seco i dodici, disse loro: Ecco, noi saliamo a Gerusalemme, e saranno adempiute rispetto al Figliuol dell’uomo tutte le cose scritte dai profeti; poiché egli sarà dato in man de’ Gentili, e sarà schernito ed oltraggiato e gli sputeranno addosso; e dopo averlo flagellato, L’UCCIDERANNO; ma il terzo giorno risusciterà” (Luca 18:31-33).

Alla luce dunque di quanto afferma la Scrittura, noi proclamiamo che Gennaro Chiocca è UN BUGIARDO, il quale con questa menzogna fa Gesù bugiardo. Ma proclamiamo anche che Gennaro Chiocca annuncia un altro Vangelo, in quanto quando la Scrittura afferma che “Cristo è morto per i nostri peccati, secondo le Scritture” (1 Corinzi 15:3), quel “secondo le Scritture” significa affinché si adempissero le Scritture. E quali Scritture? Queste: “Ma egli è stato trafitto a motivo delle nostre trasgressioni, fiaccato a motivo delle nostre iniquità” (Isaia 53:5), e quindi Gesù doveva essere ucciso da qualcuno, e noi sappiamo che furono gli Ebrei che lo uccisero, infatti Dio aveva predetto tramite il profeta Zaccaria: “Ed essi riguarderanno a me, a colui ch’essi hanno trafitto” (Zaccaria 12:10), parole queste che si adempirono il giorno che Gesù morì, infatti Giovanni, che fu testimone della morte di Cristo, dice: “Poiché questo è avvenuto affinché si adempisse la Scrittura: Niun osso d’esso sarà fiaccato. E anche un’altra Scrittura dice: Volgeranno lo sguardo a colui che hanno trafitto” (Giovanni 19:36-37). Ecco perché Stefano disse davanti al Sinedrio che i Giudei erano stati gli uccisori del Signore Gesù Cristo.

Dunque, fratelli, è cosa confermata ampiamente: Gennaro Chiocca è un uomo che predica un altro Gesù, quindi un altro Vangelo. Per cui Gennaro Chiocca è anatema, secondo che è scritto: “Se alcuno vi annunzia un vangelo diverso da quello che avete ricevuto, sia anatema” (Galati 1:9).

Fratelli, vi scongiuro nel nome del Signore a guardarvi e a ritirarvi da Chiocca, sta ingannando le anime semplici. E uscite e separatevi dalle ADI, perché Chiocca predica quello che vogliono le ADI. Leggi tutto…

Ai nostri fratelli che ancora sono nelle trappole massoniche

7 luglio 2021

Ai nostri fratelli che ancora sono nelle trappole massoniche

L’infiltrazione massonica nel Movimento Pentecostale fa parte della storia del Movimento Pentecostale sin dalle sue origini, chi la disconosce o la nega e si proclama storico è UN BUGIARDO, o meglio un FINTO STORICO.

Il problema è che gli studiosi che si occupano di storia del movimento pentecostale e scrivono libri su di esso sono massoni (e le case editrici che gli pubblicano i libri sono in mano a massoni) e quindi nascondono ciò per occultare l’opera massonica fatta con la mano nascosta dai loro confratelli fino a questo momento, e quindi i loro libri, se si tolgono quei pochi dati storici certi, sono libri fasulli.

Fratelli, i «massoni pentecostali» ci hanno occultato la verità, ma Dio ha fatto sì che venisse fuori (nel mio libro ‘La Massoneria Smascherata’ ho parlato di questa infiltrazione massonica limitatamente al dopoguerra, ma sappiate che di massoni che operavano nel Movimento Pentecostale con la mano nascosta ce n’erano tanti già prima) ed ora questi massoni hanno la bocca chiusa, sono stati svergognati da Dio, ridotti al silenzio.

Non fidatevi dei massoni che scrivono libri sulla storia del Movimento Pentecostale, sono dei BUGIARDI! Naturalmente, ora che la verità è emersa, i massoni sono costretti a riconoscere quanto dico da danni, ma attenzione, perché essendo dei bugiardi, cercheranno di continuare ad ingannarvi con le loro ciance. Adesso quindi può accadere di tutto, credetemi, di tutto, perché i massoni sono progenie della menzogna, astuti come il diavolo e produttori di menzogne, confusione, false notizie, e anche dopo che vengono scoperti e la loro opera diabolica smascherata continuano imperterriti con la loro faccia tosta a dire menzogne e a disinformare.

La cosa che dovete fare? Intanto uscire e separarvi da ogni associazione e denominazione e Onlus pentecostale, e radunarvi nelle case, e poi che sia predicato il Vangelo e insegnata la dottrina degli apostoli nelle vostre riunioni, accompagnando tutto ciò con una condanna pubblica e privata della Massoneria e dei suoi principi, che voi sapete bene come deve essere fatta, e vigilando contro ogni infiltrazione massonica, perché i massoni possono infiltrarsi anche nelle case, anche se è molto più difficile per loro. Non abbassate mai la guardia, perché i massoni sono sempre in agguato contro le pecore del Signore. Rifiutate di creare ogni sorta di associazione o denominazione, rifiutate di aderire a qualsivoglia denominazione esistente, non cercate mai alcun riconoscimento giuridico, rigettate le scuole bibliche, le università bibliche, le facoltà bibliche, rigettate ogni sorta di titolo ecclesiastico da parte di associazioni o denominazioni pentecostali o da parte dello Stato. Rigettate ogni forma di ecumenismo, ogni sorta di compromesso, rifiutate di fare politica in qualsiasi forma. Rifiutate di porre la vostra fiducia nell’uomo e nella sua sapienza. Non conformatevi al presente secolo malvagio. E Dio sarà con voi, vi confermerà, e vi onorerà.

Giacinto Butindaro

[Tratto dal blog “Chi ha orecchie da udire oda”, amministrato da Giacinto Butindaro]

La Parola di Dio è verità

6 luglio 2021

La Parola di Dio è verità

Ricordatevi sempre queste cose fratelli.

1. Chi smette di credere ad una sola cosa scritta nella Bibbia sarà trascinato a non credere a tante altre cose scritte nella Bibbia

2. Chi inizia a inventarsi una sola cosa non scritta nella Bibbia si inventerà tante altre cose non scritte nella Bibbia

3. Chi si mette a contorcere o a manipolare un solo versetto della Bibbia sarà trascinato a contorcere e a manipolare tanti altri versetti

4. Chi si mette a negare un solo insegnamento biblico, ne negherà altri.

5. Chi si mette ad aggiungere e togliere una sola cosa dalla Bibbia, ne aggiungerà e toglierà tante altre.

Un po’ di lievito fa lievitare tutta la pasta. Ecco perché quando leggete e investigate le Sacre Scritture vi esorto a credere a tutto quello che è scritto, a non inventarvi nulla ma proprio nulla, a non contorcere né manipolare alcunché, e a non negare alcun insegnamento trasmessoci da Gesù e dagli apostoli, e a non aggiungere o togliere alcunché. E imparate a citare i versetti biblici esattamente così come sono scritti. E naturalmente vi esorto a tagliare rettamente la Parola della verità per non rimanere confusi.

Sicuramente nelle Scritture ci sono scritte alcune cose difficili a capire, e alcune cose che al momento non possiamo capire perchè capiremo solo a suo tempo, ma le Scritture dicono la verità su tutto e su tutti.

Le Scritture sono la Parola di Dio, e la Sua parola è verità. Quindi, accostatevi con timore e tremore alla Sacra Scrittura, e non seguite l’esempio degli scellerati. Leggi tutto…

Gesù Cristo: l’Agnello di Dio che è stato immolato quando fu ucciso dai Giudei

5 luglio 2021

Gesù Cristo: l’Agnello di Dio che è stato immolato quando fu ucciso dai Giudei

Agnello-ucciso

L’agnello che doveva essere mangiato alla festa di Pasqua stabilita da Dio in Egitto, doveva essere immolato dagli Ebrei, secondo che è scritto nella legge:

“L’Eterno parlò a Mosè e ad Aaronne nel paese d’Egitto, dicendo: ‘Questo mese sarà per voi il primo dei mesi: sarà per voi il primo dei mesi dell’anno. Parlate a tutta la raunanza d’Israele, e dite: Il decimo giorno di questo mese, prenda ognuno un agnello per famiglia, un agnello per casa; e se la casa è troppo poco numerosa per un agnello, se ne prenda uno in comune col vicino di casa più prossimo, tenendo conto del numero delle persone; voi conterete ogni persona secondo quel che può mangiare dell’agnello. Il vostro agnello sia senza difetto, maschio, dell’anno; potrete prendere un agnello o un capretto. Lo serberete fino al quattordicesimo giorno di questo mese, e tutta la raunanza d’Israele, congregata, LO IMMOLERÀ sull’imbrunire. E si prenda del sangue d’esso, e si metta sui due stipiti e sull’architrave della porta delle case dove lo si mangerà. E se ne mangi la carne in quella notte; si mangi arrostita al fuoco, con pane senza lievito e con dell’erbe amare. Non ne mangiate niente di poco cotto o di lessato nell’acqua, ma sia arrostito al fuoco, con la testa, le gambe e le interiora” (Esodo 12:1-9).

L’agnello pasquale prefigurava l’Agnello di Dio ben preordinato prima della fondazione del mondo che doveva essere manifestato negli ultimi tempi per noi, e difatti quando l’Agnello di Dio è stato manifestato è stato anch’egli immolato, difatti l’apostolo Paolo ha scritto:

“Poiché anche la nostra pasqua, cioè Cristo, È STATA IMMOLATA” (1 Corinzi 5:7).

Che Gesù Cristo, l’Agnello di Dio, è stato immolato, è chiaramente attestato da Giovanni nel libro dell’Apocalisse quando afferma:

“Poi vidi, in mezzo al trono e alle quattro creature viventi e in mezzo agli anziani, un Agnello in piedi, che PAREVA ESSERE STATO IMMOLATO, ed avea sette corna e sette occhi che sono i sette Spiriti di Dio, mandati per tutta la terra. Ed esso venne e prese il libro dalla destra di Colui che sedeva sul trono. E quando ebbe preso il libro, le quattro creature viventi e i ventiquattro anziani si prostrarono davanti all’Agnello, avendo ciascuno una cetra e delle coppe d’oro piene di profumi, che sono le preghiere dei santi. E cantavano un nuovo cantico, dicendo: Tu sei degno di prendere il libro e d’aprirne i suggelli, perché SEI STATO IMMOLATO e hai comprato a Dio, col tuo sangue, gente d’ogni tribù e lingua e popolo e nazione, e ne hai fatto per il nostro Dio un regno e de’ sacerdoti; e regneranno sulla terra. E vidi, e udii una voce di molti angeli attorno al trono e alle creature viventi e agli anziani; e il numero loro era di miriadi di miriadi, e di migliaia di migliaia, che dicevano con gran voce: Degno è L’AGNELLO CHE È STATO IMMOLATO di ricever la potenza e le ricchezze e la sapienza e la forza e l’onore e la gloria e la benedizione. E tutte le creature che sono nel cielo e sulla terra e sotto la terra e sul mare e tutte le cose che sono in essi, le udii che dicevano: A Colui che siede sul trono e all’Agnello siano la benedizione e l’onore e la gloria e l’imperio, nei secoli dei secoli. E le quattro creature viventi dicevano: Amen! E gli anziani si prostrarono e adorarono” (Apocalisse 5:6-14).

Ma quando fu immolato l’Agnello di Dio? Quando fu ucciso dai Giudei, sì, perché furono i Giudei a ucciderlo, infatti Gesù lo aveva preannunciato ai suoi discepoli in questi termini:

“Il Figliuol dell’uomo sta per esser dato nelle mani degli uomini; E L’UCCIDERANNO, e al terzo giorno risusciterà” (Matteo 17:22-23).

E l’apostolo Pietro, il giorno della Pentecoste, lo confermò pienamente dicendo agli Ebrei a Gerusalemme:

“Uomini israeliti, udite queste parole: Gesù il Nazareno, uomo che Dio ha accreditato fra voi mediante opere potenti e prodigî e segni che Dio fece per mezzo di lui fra voi, come voi stessi ben sapete, quest’uomo, allorché vi fu dato nelle mani, per il determinato consiglio e per la prescienza di Dio, VOI, per man d’iniqui, inchiodandolo sulla croce, LO UCCIDESTE” (Atti 2:22-23).

Dunque, se qualcuno vi viene a dire che Gesù non fu ucciso da nessuno, o che non fu ucciso dai Giudei, sappiate che vi sta predicando una menzogna, vi sta annunciando un altro Gesù e quindi un altro Vangelo. Nessuno vi seduca con vani ragionamenti.A Gesù Cristo, il Giusto, che fu ucciso dai Giudei (affinché morisse per i nostri peccati), ma Dio risuscitò dai morti il terzo giorno, affinché si adempissero le Scritture, sia la gloria e la lode ora e in eterno. Amen. Leggi tutto…

La memoria difensiva scritta da Frank Gigliotti in versione olandese

4 luglio 2021

La memoria difensiva scritta da Frank Gigliotti in versione olandese

Vi ricordate che nel mio libro «La Massoneria Smascherata» dissi che lo scritto del massone e agente dei servizi segreti americani Frank Bruno Gigliotti (amico e fratello del 1° presidente delle Assemblee di Dio in Italia Umberto Gorietti) dal titolo «An appraisal of the Pentecostal Movement» (Una valutazione del Movimento Pentecostale), che era una memoria difensiva del Movimento Pentecostale che Gigliotti nel dopoguerra inviò all’Ambasciatore Alberto Tarchiani da consegnare al Governo Italiano, fu stampato in milioni di copie e tradotto in diverse lingue? Bene, siamo grati a Dio di potervi offrire quella memoria difensiva nella sua versione olandese.

Gigliotti-olandese

Per scaricarla fate clic qua Leggi tutto…

Cercasi ‘pastori’ NON MASSONI

3 luglio 2021

Cercasi ‘pastori’ NON MASSONI

pastori-massoni

Stiamo cercando ‘pastori’ NON MASSONI appartenenti alle denominazioni pentecostali (quelle che sono soltanto riconosciute dallo Stato e quelle che oltre al riconoscimento giuridico hanno anche una intesa con lo Stato). Qualcuno può aiutarci? Si riconoscono anche da questo: dicono pubblicamente con ogni franchezza che la Massoneria è da Satana, che i principi della Massoneria sono da Satana, che il grande architetto dell’universo (G.A.D.U.) – che adorano e servono i massoni – è Satana, e che un Cristiano non può essere un massone, e che i membri della denominazione che si professano massoni o che ritengono compatibile la massoneria con la fede in Cristo vanno tolti di mezzo dalle Chiese dei santi; e per questa ragione sono odiati e disprezzati dai massoni. Saremmo veramente grati a Dio se potreste segnalarcene anche uno solo. Grazie. Leggi tutto…

Su Giuseppe Petrelli massone

2 luglio 2021

Su Giuseppe Petrelli massone

petrelli-massone

La conferma da parte di Marco Novarino, massone, tratta dal suo libro ‘Evangelici e liberimuratori nell’Italia liberale (1859-1914)’, che il predicatore pentecostale Giuseppe Petrelli era massone (cfr. Marco Novarino, Evangelici e liberimuratori nell’Italia liberale (1859-1914), Claudiana, 2021, pag. 488). Da tenere presente che Petrelli – in base agli scritti suoi che ho letto – non mi risulta che abbia condannato la massoneria. E aggiungo questo: Petrelli è uno dei tantissimi predicatori Pentecostali massoni, passati e presenti, che hanno introdotto del lievito malvagio massonico nel movimento pentecostale, che ha fatto lievitare tutta la pasta nel corso del tempo. I suoi scritti abbondano di allegorie fasulle, contengono menzogne, sono di una pesantezza tremenda, ambigui, strani. Altro che ispirati …. e questa è la ragione che sin dall’inizio della mia conversione non provai alcuna attrazione spirituale verso Petrelli, ma sempre una repulsione. E assieme a me possono testimoniare la stessa cosa tantissimi fratelli.

Un’ultima cosa: Petrelli nella lista dei tantissimi predicatori pentecostali massoni, passati e presenti, che hanno guastato il Movimento Pentecostale, quanto a influenza negativa non lo possiamo mettere ai primi posti della lista. Ce ne sono di molto più conosciuti di lui di predicatori pentecostali massoni, che hanno fatto dei danni ancora maggiori di lui al Movimento Pentecostale. Leggi tutto…

Il Gesù del massone Nikos Kazantzakis ha qualcosa in comune con il Gesù di Gennaro Chiocca, ‘pastore’ ADI

1 luglio 2021

Il giovane che vedete nella foto a sinistra, mentre fa il noto segnale segreto massonico della mano nascosta, si chiamava Nikos Kazantzakis (1883-1957), ed era uno scrittore, poeta, saggista, drammaturgo, filosofo, giornalista e traduttore greco. Era massone in quanto fu iniziato alla Massoneria. Scrisse il romanzo «L’ultima tentazione» (1955), un libro pieno di menzogne, da cui è stato tratto il film «L’ultima tentazione di Cristo» (1988). E in questo suo libro scrive che Gesù rivolgendosi a Dio gli disse: «… per tutta la vita costruirò delle croci perché si crocifigga il Messia scelto da te!» (Nikos Kazantzakis, L’ultima tentazione, Edizione Euroclub Italia, Prima Edizione 1989, pag. 19). Dunque il Gesù del massone Nikos Kazantzakis ha qualcosa in comune con il Gesù di cui parla Gennaro Chiocca. Molto inquietante.

Giacinto Butindaro

Fonti:

https://www.historical-museum.gr/webapps/kazantzakis-pages/en/life/chronology-det.php http://www.kazantzakispublications.org/gr/archive.php https://www.efsyn.gr/nisides/122361_oikoymenikos-syggrafeas

[Tratto dal blog “Chi ha orecchie da udire oda”, amministrato da Giacinto Butindaro]

Il «caro fratello» CODARDO!

30 giugno 2021

Il «caro fratello» CODARDO!

Dietro queste frasi: ‘Io non giudico’, ‘Io non faccio polemica’, si nascondono i CODARDI, i PAUROSI, i VIGLIACCHI. Essi infatti non giudicano e non fanno polemica quando si tratta di difendere l’Evangelo e la dottrina degli apostoli dagli attacchi degli empi, e questo perché non vogliono essere odiati, perseguitati e vituperati a cagione di Cristo.
Guai a loro! “La loro parte sarà nello stagno ardente di fuoco e di zolfo, che è la morte seconda” (Apocalisse 21:8).
codardo
[Dalla bacheca facebook di Giacinto Butindaro]