Vai al contenuto

Se Dio ha usato un’asina muta…

6 aprile 2019

Se Dio ha usato un’asina muta…

asina

Se Dio ha usato un’asina muta, facendola parlare con voce umana, per reprimere la follia del profeta Balaam (cfr. 2 Pietro 2:16), non meravigliarti se Dio apre la bocca a persone che non lo conoscono per riprendere, svergognare e confondere pubblicamente i falsi ministri di Cristo che si trovano in mezzo alle denominazioni evangeliche, i quali servono il loro ventre essendo amanti del denaro (e le loro opere e le loro parole lo testimoniano)!

È il modo di operare di Dio! Noi riconosciamo la mano di Dio quando Egli opera, e quindi diamo gloria a Dio per quello che Egli fa in difesa delle Sue pecore, che vengono da questi falsi ministri sfruttate, ingannate, maltrattate, sprezzate, e derubate.

L’obbiettivo di Dio? Strappare dalla bocca di questi empi le Sue pecore!

A Dio sia la gloria in Cristo Gesù ora e in eterno. Amen! Leggi tutto…

Annunci

Tempi durissimi per i servitori di Mammona!

5 aprile 2019

Tempi durissimi per i servitori di Mammona!

barbaraieri

Questo video è parte della puntata di ieri di ‘Pomeriggio Cinque’ e concerne due ‘unti’ riconosciuti da Missione Paradiso di Catania. Ascoltate, guardate, attentamente, e giudicate con giusto giudizio. Naturalmente, bisogna considerare che Barbara D’Urso non è una credente.

Tempi durissimi per coloro che servono Mammona. Noi stiamo mettendo in guardia da molti anni ormai da coloro che non servono il nostro Signore Gesù Cristo ma il loro ventre, e siamo contenti che adesso anche i media nazionali si stanno accorgendo di questi servitori di Mammona.

Speriamo che i media raggiungano molti altri di questi servitori di Mammona che si aggirano per l’Italia!

Uscite e separatevi da queste Chiese! Leggi tutto…

Passare attraverso l’afflizione è molto importante

4 aprile 2019

Passare attraverso l’afflizione è molto importante

forno

Nel libro dei salmi stanno scritte queste parole:

«Prima che io fossi afflitto, andavo errando; ma ora osservo la tua parola.» (Salmi 119:67)

Il salmista, prima di essere afflitto andava errando, cioè non sapeva dove andava, oppure non si era neppure posto il problema di considerare le vie di Dio.

Poi, giuntagli addosso l’AFFLIZIONE, da allora ha iniziato a considerare le vie di Dio ed ha imparato ad osservare la Parola di Dio.

Come per il salmista, così molti altri uomini hanno bisogno che l’AFFLIZIONE, il dolore e la prova li opprima nell’anima e nel corpo, per essere stimolati a gridare a Dio con tutto il cuore; dopo che gli afflitti hanno imparato a meditare la Parola di Dio e a considerare la Sua Volontà, il Signore Iddio li libera dall’afflizione.

Cari nel Signore, con questa mia breve meditazione voglio ricordarvi, come anche ha fatto l’apostolo Paolo nei confronti di Timoteo nel passo che cito di seguito, che anche voi come lui dovrete armarvi del pensiero che dovrete soffrire nel cammino su questa terra, per imparare le lezioni che il Signore vorrà impartirvi e per stare attaccati a Lui e confidare completamente in Dio per tutte le cose. Ecco l’esortazione che fece Paolo a Timoteo:

«Ma tu sii vigilante in ogni cosa, soffri afflizioni, fa’ l’opera d’evangelista, compi tutti i doveri del tuo ministerio.» (2 Timoteo 4:5)

L’apostolo Paolo sapeva bene che le afflizioni sopraggiungono anche su tutti i credenti, e questo avviene per il loro bene, perché Dio li ama e li ammaestra in ogni cosa.

Quindi, fratelli nel Signore, non lamentatevi delle vostre AFFLIZIONI, piuttosto dovete considerare che le afflizioni vi fortificano e vi tengono stretti a Dio.

Ringraziamo dunque Iddio per il suo amore verso di noi, anche quando soffriamo e non manchiamo mai di chiederGli in preghiera che Egli sia misericordioso e che ci conceda di essere fortificati nell’afflizione e ci aiuti a sopportarla.

Il credente deve necessariamente passare dei momenti di sofferenza e afflizione, perché è lì che viene fortificato maggiormente per il regno dei cieli. Ringraziato sia Iddio per ogni cosa che ci ha donato, compreso le afflizioni che sono dure da sopportare, ma alla fine portano un gran frutto nei credenti.

Fratelli e sorelle nel Signore, badate dunque che nessuno vi seduca con vani ragionamenti. Leggi tutto…

Predicazione: “Alcune cose per cui bisogna pregare”

4 aprile 2019

Ho pubblicato la nuova predicazione dal titolo:

Alcune cose per cui bisogna pregare

19-soggetti-preghiera

Per ascoltare le altre predicazione vai a questa pagina del mio sito web ‘Sentieri Antichi’: Mie predicazioni portate su skype

Leggi tutto…

Ricordati che tutto quello che hai, l’hai ricevuto senza opere e senza meriti

3 aprile 2019

Ricordati che tutto quello che hai, l’hai ricevuto senza opere e senza meriti

salvezza-grazia

L’apostolo paolo ha scritto ai santi di Corinto:

«Or, fratelli, queste cose le ho per amor vostro applicate a me stesso e ad apollo, onde per nostro mezzo impariate a praticare il ‘non oltre quel che è scritto‘; affinché non vi gonfiate d’orgoglio esaltando l’uno a danno dell’altro. Infatti chi ti distingue dagli altri? E che hai tu che non l’abbia ricevuto? E se pur l’hai ricevuto, perché ti glorî come se tu non l’avessi ricevuto?» (1 Corinzi 4:6-7)

La Scrittura insegna che siamo stati salvati per grazia mediante la fede in Cristo Gesù, il Figliolo di Dio. Non siamo stati salvati per opere, per nessuna opera e per nessun’altra cosa che possa in alcun modo distinguerci dagli altri che non hanno creduto, perché in tal modo non ci possiamo gloriare di nulla davanti a Dio.

Non così è per coloro che si basano sul libero arbitrio, perché essi pensano che Dio abbia salvati alcuni che hanno avuto qualcosa di approvato da Dio che gli increduli impenitenti non hanno. Ad esempio, pensano di aver compiuto l’opera di aprire il loro cuore al fine di permettere a Gesù di entrare; pensano, insomma, che in qualche modo hanno evidenziato a Dio di avere qualcosa che gli faceva meritare di essere salvati, a differenza di quelli che non sono stati salvati o non saranno mai salvati.

Tutto ciò porta a gloriarsi e a distinguersi dagli altri che sono perduti e a ritenere di avere avuto da sé una qualche cosa di speciale e meritevole che altri non hanno.

Tale concetto dei sostenitori del libero arbitrio contrasta con quanto ha scritto l’apostolo Paolo che ho citato in precedenza, perché in tal modo avrebbero qualcosa di che gloriarsi davanti a Dio; ma le cose non stanno come credono costoro, infatti la Parola di Dio insegna che la salvezza è per grazia ed è un dono gratuito di Dio che non può essere in alcun modo meritato. Iddio ci ha salvati, non per opere giuste e meritorie che abbiamo compiuto, ma secondo la sua misericordia, basata esclusivamente sul suo proponimento di Dio, cioè sulla decisione che il Signore ha preso in sé stesso senza alcuna influenza esterna di nessun genere. Per usare una figura, il vasaio non fa i vasi secondo l’influenza che gli trasmette il vaso, ma li fa secondo quanto ha deciso nella sua mente e basta.

Io sono stato scelto da Dio, non avevo nulla che mi distingueva dagli altri, proprio nulla, infatti ero peccatore perduto nei miei falli e nei miei peccati alla stessa stregua di coloro che non sono convertiti. Tutti quelli che sono stati scelti non hanno avuto e non avranno mai nulla che li distingua dagli altri, perché tutto quello che hanno, gli è stato donato da Dio.

La differenza tra il libero arbitrio e l’elezione di Dio, sta appunto nel fatto che il primo asserisce che si riceve la salvezza per un proprio merito personale che lo distingue dagli altri impenitenti e di questo può gloriarsi; mentre, quelli che credono nell’elezione di Dio, sono stati salvati per la sola misericordia concessagli dal Signore, secondo la sua volontà, che non dipende in alcun modo da chi vuole essere salvato.

Cari nel Signore, dico a voi che avete creduto, date gloria a Dio e ringraziatelo per ogni cosa e non gloriatevi di nulla, perché Iddio vi ha scelti per essere la sua eredità, non siete stati voi ad attirare in nessuna maniera la Sua grazia immeritata, ma Egli ha operato secondo la sua esclusiva volentà, senza farsi influenzare nella decisione da niente che sia riferibile all’uomo. Leggi tutto…

Anche i malvagi trionfano e gioiscono, ma solo per un momento

2 aprile 2019

Anche i malvagi trionfano e gioiscono, ma solo per un momento

triongo-malvagi-breve

«Non lo sai tu che in ogni tempo, da che l’uomo è stato posto sulla terra, il trionfo de’ malvagi è breve, e la gioia degli empi non dura che un istante?» (Giobbe 20:5)

Fratelli nel Signore, non perdetevi con lo sguardo verso il trionfo e la gioia del malvagio, perché ciò è solo per un tempo. Quando Dio lo visiterà, lo troverà mancante e lo distruggerà e lo farà scomparire dalla terra dei viventi.

I santi del Signore nostro Gesù Cristo, invece, sono pieni di gioia e di pace e gioiranno e trionferanno per l’eternità; solo che Dio chiede loro di rimanere fedeli, di perseverare nella fede e nella santificazione fino alla fine dei loro giorni, così entreranno nel regno dei cieli e nella gioia eterna.

Cari nel Signore, badate bene che la Scrittura insegna anche questo: se il malvagio si converte e abbandona le sue vie, anche se fosse all’ultimo giorno, Gesù Cristo lo salverà e la sua malvagità non sarà più ricordata; ma, similmente, se il giusto lascia la retta via e inizia a percorrere la via dei malvagi, egli perderà l’anima sua e la sua giustizia non sarà più ricordata (cfr Ezechiele 18).

Pertanto, diletti e fedeli nel Signore, non fatevi vincere dall’invidia nel volgere il vostro sguardo verso i malvagi che trionfano, perché ciò è solo per un breve tempo, piuttosto applicatevi per perseverare nella fede e nelle buone opere sino alla fine, perché vi sarà data la corona della vita ed entrerete nel regno dei cieli.

Nessuno vi seduca con vani ragionamenti.

Giuseppe Piredda

L’aborto è omicidio!

1 aprile 2019

L’aborto è omicidio!

La Bibbia comanda di «Non uccidere» (Esodo 20:13)
L’ABORTO È OMICIDIO, QUINDI CHI ABORTISCE SPARGE SANGUE UMANO E SI MACCHIA DI UN PECCATO GRAVISSIMO, DI CUI RENDERA’ CONTO A DIO.

bambino-no-aborto

L’aborto non è un diritto, è OMICIDIO!

L’aborto non è libertà, è OMICIDIO!

L’aborto non è scienza, è OMICIDIO!

L’aborto non fa cessare i problemi alle madri, ma glieli procura nell’animo in maniera indelebile, perché è OMICIDIO!

Leggi tutto…

Idolatri, convertitevi da queste cose vane a Dio!

1 aprile 2019

Idolatri, convertitevi da queste cose vane a Dio!

idolatriconvertitevi

Cattolici Romani, sappiate che ogni statua che rappresenta Maria è un idolo in abominio a Dio, come è in abominio a Dio il servizio e il culto che le viene reso.

Dio dice infatti: “Non ti fare scultura alcuna né immagine alcuna delle cose che sono lassù ne’ cieli o quaggiù sulla terra o nelle acque sotto la terra; non ti prostrare dinanzi a tali cose e non servir loro, perché io, l’Eterno, l’Iddio tuo, sono un Dio geloso che punisco l’iniquità dei padri sui figliuoli fino alla terza e alla quarta generazione di quelli che mi odiano, e uso benignità, fino alla millesima generazione, verso quelli che m’amano e osservano i miei comandamenti” (Esodo 20:4-6), ed anche: “Non erigerai alcuna statua: cosa, che l’Eterno, il tuo Dio, odia” (Deuteronomio 16:22).

Non vi illudete quindi, facendovi queste statue, servendole e prostrandovi davanti ad esse, voi state peccando. Voi siete degli idolatri, e quindi l’ira di Dio è sopra di voi.

Ravvedetevi, convertitevi dagli idoli a Dio, e credete nell’Evangelo per ottenere la remissione dei peccati ed essere salvati dai vostri peccati, altrimenti morirete nei vostri peccati, andandovene nelle fiamme dell’inferno. Leggi tutto…

Contro la menzogna della terra piatta

31 marzo 2019

Contro la menzogna della terra piatta

terrapiatta

Chi accetta la menzogna della terra piatta dimostra di essere un insensato perché non crede a quello che Dio, il Creatore di tutte le cose, dice della terra che Egli ha creato (“Egli è colui che sta assiso sul globo della terra” Isaia 40:22; “Quand’egli disponeva i cieli io ero là; quando tracciava un circolo sulla superficie dell’abisso …” Proverbi 8:27) e quindi fa Dio bugiardo! Si consideri inoltre che «gli antichi sapevano che la Terra è sferica. Viaggiatori e marinai per esperienza, in quanto vedevano prima le parti più elevate di un’isola o di una nave in avvicinamento. Aristotele scriveva che è un fatto accertato, mentre Eratostene ne misurò con sorprendente precisione la circonferenza nel III secolo prima dell’era volgare. Anche nel medioevo le persone istruite sapevano che la Terra è sferica: un trattato degli inizi del XIII secolo di Giovanni di Sacrobosco riassume le prove del tempo della sfericità del mondo (Tractatus de Sphera, circa 1230)» (https://www.ilsole24ore.com/art/cultura/2018-12-03/la-terra-e-piatta-chi-ci-crede-121618.shtml?uuid=AEbJtyrG).Rigettate dunque questa menzogna, che peraltro porta quelli di fuori a biasimare la Parola di Dio e a oltraggiare il nome di Dio. Sia dunque Dio riconosciuto verace, ma i terrapiattisti bugiardi, perché mentono contro la verità. Leggi tutto…

Chiesa ADI di Catania: una storia di cui nessuno vuole parlare. Perché?

30 marzo 2019

Chiesa ADI di Catania: una storia di cui nessuno vuole parlare. Perché?

cataniaunastoria

Mi hanno riferito che molti anni fa – circa 25 anni fa – nel locale di culto della Chiesa ADI di Via Susanna a Catania (era pastore Paolo Lombardo), avvenne quanto segue. Una credente di nome Virginia di cui la Chiesa rendeva buona testimonianza dicendo che era una cara e buona donna, rese la sua testimonianza. E dopo la sua testimonianza morì improvvisamente all’interno del locale di culto. Fu chiamata l’ambulanza, arrivò il medico di soccorso che ne diagnosticò il decesso e nello stesso tempo chiamò i carabinieri. A quel punto pastore e consiglieri cercarono di farla portare a casa ma non ci fu niente da fare. La salma rimase nel locale di culto dove poi si è tenuto il funerale. A questo punto bisogna dire questo: questa sorella, che non era sposata, a cagione della fede era molto perseguitata dalla propria famiglia, che era cattolica romana, molto zelante della tradizione papista. Essi si vergognavano di lei e le dicevano: «Non andare alla Chiesa Evangelica», ma lei rimase ferma! Qualcuno dei suoi familiari le aveva detto che «dopo morta l’avrebbero portata nella Chiesa Cattolica per il funerale», al che lei rispose una frase tipo: «Dio non ve lo permetterà perché gli ho chiesto di farmi morire durante il culto!» E in effetti questo è quello che accadde, per cui il suo funerale non si tenne nel luogo di culto della Chiesa Cattolica Romana.

A questo punto però c’è qualcosa che mi turba che è questa, e cioè che a Catania si ricordano di questa storia ma nessuno o quasi nessuno vuole parlarne! Se dunque qualche credente di Catania può farmi avere ulteriori informazioni o informazioni più precise gliene sarei grato: anche in forma anonima va bene. Vorrei inoltre sapere perché è calato il silenzio su questa storia! Leggi tutto…

No Temas Sino Habla

Entonces él Señor dijo de noche en visión á Pablo: No temas, sino habla, y no calles: Porque yo estoy contigo, y ninguno te podrá hacer mal (Hechos 18:9-10)

Blog di Aldo Prendi

Per la diffusione e la difesa delle dottrine bibliche

Acordai-vos

Tocai a trombeta em Sião, e dai o alarma no meu santo monte.

Egli è altresì scritto...

Blog di Nicola Iannazzo

Destatevi

"Suonate la tromba in Sion e date l'allarme sul mio santo monte" (Gioele 2:1)

Il Buon Deposito

Dottrine della Bibbia

La Massoneria Smascherata

"non v'è niente di nascosto che non abbia ad essere scoperto" (Matteo 10:26)

Listen to the sound of the sword

«Stand in the ways and see, and ask for the old paths, where the good way is, and walk in it» (Jeremiah 6:16)

apologeticum

Siate sempre pronti a render conto della speranza che è in voi a tutti quelli che vi chiedono spiegazioni. Ma fatelo con mansuetudine e rispetto, e avendo la coscienza pulita (1 Pt 3, 15-16)

Sana Dottrina

Perché verrà il tempo che non sopporteranno la sana dottrina; ma per prurito d'udire si accumuleranno dottori secondo le loro proprie voglie e distoglieranno le orecchie dalla verità e si volgeranno alle favole.(2Timoteo 4:3-4)

La Buona Strada

Blog di Giuseppe Piredda, cristiano evangelico pentecostale trinitariano fondamentalista

He who has ears let him hear

A voice crying in the wilderness

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: