Vai al contenuto

Temi caldi


Temi caldi

Elenco dei temi caldi

«Ma alcuni della sinagoga detta dei Liberti, e de’ Cirenei, e degli Alessandrini, e di quei di Cilicia e d’Asia, si levarono a disputare con Stefano; e non potevano resistere alla sapienza e allo Spirito con cui egli parlava. Allora subornarono degli uomini che dissero: Noi l’abbiamo udito dir parole di bestemmia contro Mosè e contro Dio.» (Atti 6:9-11)

Vi sono dottrine della Bibbia che sono maggiormente discusse in ambito evangelico, che più di altre riscaldano i cuori degli uomini e creano dispute e divisioni. Come ai tempi di Gesù e degli apostoli sono stati affrontati tali argomenti, così anche noi intendiamo discutere e apportare il nostro contributo affinché la verità della Parola di Dio esca glorificata e la menzogna annichilita.


new Un cristiano non può essere anche massone, perché la massoneria è una istituzione dal diavolo e i massoni sono anticristi

cristiano_massoneLa questione: Purtroppo, e lo dico con dolore nel cuore, in mezzo alla Chiese dei santi si sono infiltrati dei massoni. La massoneria è una istituzione iniziatica che serve il diavolo, serve Lucifero, e la loro dottrina è caratterizzata essenzialmente dallo gnosticismo, e gli gnostici la Bibbia li definisce ANTICRISTI. I massoni infiltrati hanno creato organizzazioni e si sono appropriati di cariche importanti, per appropriarsi del potere e per indirizzare la Chiesa tutta verso i principi massonici rinnegando le dottrine della Parola di Dio sulla moralità e sulla persona di Gesù Cristo. Ma Iddio ha voluto smascherare questi massoni e il loro operato, e nel 2012 ha voluto che il dottore della Parola di Dio Giacinto Butindaro pubblicasse un libro contro la massoneria, denunciando le loro malefatte, la loro dottrina diabolica e la loro infiltrazione in ambito evangelico (il libro può essere scaricato gratuitamente da qui: La Massoneria Smascherata, Contro l’infiltrazione e l’influenza di questa diabolica istituzione nelle Chiese Evangeliche). Da quel momento si è scatenata una guerra in mezzo alla Chiesa di Gesù Cristo, tra quelli che difendono a tutti i costi la loro denominazione senza tenere conto delle prove evidenti della presenza della massoneria nella loro denominazione, contro coloro che invece credono che i massoni si siano appropriati delle denominazioni, con il conseguente disastro morale e dottrinale che ne hanno fatto seguire. Tra i metodi e argomenti di difesa, i massoni dicono che non ci sono incompatibilità nell’essere cristiani e contemporaneamente massoni. Ogni credente, dunque, è chiamato ad esaminare personalmente e attentamente questa questione, perché nel suo cammino incontrerà molti massoni mascherati da ministri di culto, che non si dichiarano come massoni, ma è necessario che siano riconosciuti attraverso le parole e i discorsi che pronunciano e i segnali che lanciano con il corpo.


 Il rapimento segreto nella Chiesa non esiste nelle sacre Scritture

rapimento_segretoPer decenni nelle Chiese organizzate umanamente hanno insegnato che ‘Gesù può tornare anche questa notte’ ed avverrà prima della manifestazione dell’Anticristo. Ebbene, dovete sapere che vi hanno sempre mentito, perché le Scritture non insegnano tali cose.

In questa sezione vengono elencati gli studi biblici e le predicazioni che vi dimostreranno che molti predicatori vi hanno mentito per molti anni, insegnandovi che il rapimento della Chiesa avverrà segretamente e prima della manifestazione dell’Anticristo. Il ritorno di Gesù Cristo e il rapimento della Chiesa dei santi avverrà tutto nello stesso giorno e sarà visibile a tutti, questo insegnano le sacre Scritture.

La questione: Servi infedeli, addormentati o massoni, comunque cattivi operai nel campo del Signore, nei decenni passati hanno insegnato che il ritorno di Gesù sarebbe dovuto avvenire in due fasi; nella prima fase sarebbe avvenuto il rapimento segreto della Chiesa, e dopo qualche anno sarebbe tornato il Signore Gesù Cristo per regnare sulla terra e distruggere l’Anticristo. Altro caposaldo che fa parte di questa dottrina che illude le anime dei semplici, è il fatto che insegnano anche che la Chiesa non passerà la grande tribolazione. Dall’altra parte, invece, ci sono quelli che insegnano che la Chiesa attraverserà il tempo della grande tribolazione e il Signore Gesù Cristo verrà una sola volta, e in quel giorno avverrà la resurrezione dei morti ed il rapimento della Chiesa dei santi, che sarà tutto visibile a tutti.

Io, Giuseppe Piredda, credo che: La Parola di Dio insegna che non esiste nessun rapimento segreto; il rapimento della Chiesa non avverrà segretamente, anzi è scritto chiaramente che sarà un evento che tutti lo vedranno. La frase che si sentiva e forse si sente ancora che dice: ‘Gesù può tornare anche questa notte’, è falsa, non è da Dio, perché il ritorno del Signore Gesù Cristo avverrà solamente quando si saranno compiuti determinati segni, e fino ad allora non potrà avvenire il ritorno del Signore. Ma questo non vuole essere da parte mia un invito a rilassarsi, anzi, il contrario, coloro che vogliono rilassarsi nello spirito e non santificarsi più e non perseverare nella fede, sappiano che è scritto:  «Ricordati dunque di quanto hai ricevuto e udito; e serbalo, e ravvediti. Che se tu non vegli, io verrò come un ladro, e tu non saprai a quale ora verrò su di te.» (Apocalisse 3:3). In altre parole, bisogna sapere che anche se il ritorno del Signore per ora non è alle porte, pure siamo tutti noi che possiamo essere da Lui visitati e dipartirci dal corpo, quindi bisogna sempre essere pronti.


Contro il divorzio e le seconde nozze, perché è adulterio per la Bibbia

divorzio_seconde_nozzeIddio odia il divorzio e condanna le seconde nozze quando il primo coniuge è ancora in vita, e chi si risposa è un adultero

In questa sezione vengono elencati gli studi biblici e predicazioni che provano che Dio odia il divorzio e condanna come adulterio le seconde nozze quando il primo coniuge è ancora in vita.

«ma al principio della creazione Iddio li fece maschio e femmina. Perciò l’uomo lascerà suo padre e sua madre, e i due saranno una sola carne. Talché non sono più due, ma una stessa carne. Quello dunque che Iddio HA CONGIUNTO L’UOMO NON SEPARI.» (Marco 10:6-9)

La questione: Anche l’ambiente evangelico, purtroppo, come il mondo perduto nel peccato, è colpito largamente dalla piaga dell’adulterio, dovuto in particolare al fatto che viene insegnato da certi pastori corrotti e ignoranti, contrariamente a quanto è scritto nella Parola di Dio, che i divorziati possono risposarsi senza diventare adulteri, anche se il primo coniuge è ancora in vita.

Io, Giuseppe Piredda, credo che: Le sacre Scritture insegnano che tutti, credenti e non credenti, quando si risposano con il primo coniuge ancora in vita, diventano adulteri. Pertanto, i santi anche se sono nati di nuovo ma sono in quello stato di adulterio, se non si ravvedono e non riconoscono il proprio peccato davanti a Dio e davanti agli uomini, chiedendo perdono e gridando a Dio di ricevere la remissione anche di quei peccati, saranno dal Signore scaraventati all’inferno. Non è forse scritto come monito ai credenti: «Non sapete voi che gli ingiusti non erederanno il regno di Dio? Non v’illudete; né i fornicatori, né gl’idolatri, né GLI ADULTERI, né gli effeminati, né i sodomiti, né i ladri, né gli avari, né gli ubriachi, né gli oltraggiatori, né i rapaci erederanno il regno di Dio.» (1 Corinzi 6:9-10)


Non giudicare

non-giudicare«Non sapete voi che giudicheremo gli angeli? Quanto più possiamo giudicare delle cose di questa vita!» (1 Corinzi 6:3)

La questione: Da una parte ci sono cristiani evangelici che credono e dicono che nessun uomo può giudicare altri uomini, per nessun motivo; mentre dall’altra parte ci sono cristiani che leggono nelle Scritture e insegnano che si può e si deve giudicare di tutte le cose, perché l’uomo spirituale giudica di ogni cosa (cfr. 1 Corinzi 2:15 e Giobbe 34:3). Ci sono casi in cui non si deve giudicare, e le Scritture lo specificano chiaramente, ma non si possono prendere casi specifici e applicarli a tutto, ciò non è un modo di fare conforme al senso delle cose di Dio.

Io, Giuseppe Piredda, credo che: Le sacre Scritture insegnano che il credente deve giudicare di ogni cosa, tranne su quelle che non si devono giudicare perché così è scritto nella Parola; ad esempio non si può giudicare chi osserva i giorni (sabato), oppure non mangia cibi impuri secondo la legge, ma mangia solo legumi. Poi non si deve permettere di giudicare una condotta chi commette la stessa condotta, infatti è logico e di buon senso che un ladro non può giudicare un altro ladro, ma chi ladro non è, anzi è un uomo spirituale secondo la Parola di Dio, può giudicare un ladro e dichiararlo ladro appunto. Non si devono neppure giudicare quelli di fuori, cioè quelli che non fanno parte della Chiesa dell’Iddio vivente e vero, e sono ancora perduti nei loro falli e nei loro peccati, perché a quelli di fuori ci pensa Iddio. Per il resto, si deve giudicare di tutto. Compresa questa verità biblica importante, che è stata nascosta per molto tempo dagli impostori delle varie chiese, si apre una porta importante nel parlare per porre un freno al peccato e al disordine che da decenni impera nelle chiese denominazionali. Quindi, è importantissimo per un credente accettare nel suo cuore la giusta dottrina a riguardo del giudicare, in modo che possa discernere e rigettare tutto ciò che è contrario alle sacre Scritture e alla volontà di Dio. La frase “non giudicare” era una roccaforte di cui si servivano gli impostori, falsi profeti e falsi pastori per soggiogare i membri della loro chiesa e fare in modo che gli scandali che venivano fuori non portassero conseguenze nefaste per i loro interessi, ma rimanesse tutto esattamente com’era. Oggi, grazie a Dio, le cose stanno cambiando, ad opera di quei fratelli che annunziano la verità della Parola di Dio, anche se c’è ancora qualche cuore duro che resiste alla verità, tuttavia è da riconoscere che le cose stanno migliorando piano piano. Grazie a Dio per ogni cosa.


La perdita della salvezza

Da una parte ci sono cristiani evangelici che non credono che la salvezza ottenuta dall’uomo peccatore, come i calvinisti e alcuni di quelli che credono nella dottrina della predestinazione*, dall’altra ci sono di quelli che credono che il peccatore salvato per grazia per mezzo della fede in Gesù Cristo, possa comunque andare in perdizione all’inferno, nel caso non persevera nella fede sino alla fine, o sia peccatore impenitente, o che commetta il peccato che mena a morte, il quale consiste nel fatto che un cristiano nato di nuovo rinneghi di aver conosciuto Gesù Cristo e la verità.

*vgs il link sulla predestinazione in questa pagina.


La Trinità o “I Tre sono Uno”

Questa dottrina vede contrapposti in ambito evangelico i Trinitariani, che credono in tre persone distinte che formano un Unio Dio, contro gli Antitrinitariani che credono che non ci siano tre persone distinte, ma una soltanto.

Fratelli, leggete e ascoltate gli insegnamenti biblici che vi faranno conoscere quanto è detto nella Parola di Dio a riguardo di questo argomento e le risposte a molte delle obiezioni che sollevano gli “antitrinitariani”.

N. 12 scritti e 1 testimonianza


La ‘Predestinazione’ o “proponimento della elezione di Dio”

L’avversione di una buona parte dell’evangelismo alla dottrina della predestinazione è tra le più violente, giungendo fino al punto di ritenere coloro che vi credono come credenti intrappolati dal diavolo.

L’obiettivo che mi prefiggo con questa sezione è quella di dimostrare che la dottrina in argomento è presente nelle sacre Scritture e di rispondere a diverse obiezioni che vengono sollevate contro ad essa.

I passi presenti nella Bibbia a sostegno di tale dottrina sono molti; pertanto, è giunto il momento, per coloro i quali ancora non li conoscono, di studiare tale argomento in modo approfondito, per colmare la propria mancanza di conoscenza, in quanto non voglio che i santi ignorino una dottrina che dà tutta la gloria a Dio.

N. 14 scritti e 1 testimonianza


Il parlare in altre lingue

Il Battesimo con lo Spirito santo con l’evidenza di parlare in lingue sconosciute a chi le parla, è una dottrina che vede contrapposti il fronte degli evangelici “pentecostali” contro il fronte degli evangelici “antipentecostali” o se preferite “non pentecostali”.

Gli antipentecostali considerano che le lingue pentecostali siano originate dal maligno, e, purtroppo, questa loro credenza è favorita dai vari movimenti pentecostali non biblici, in quanto sono disordinati e non possono confermare con le sacre Scritture le loro pratiche peculiari.

Nei nostri scritti, da una parte affronteremo la veracità e l’attualità di questa dottrina, rispondendo alle obiezioni degli antipentecostali, dall’altra si cercherà di dimostrare che ci sono dei movimenti ritenuti originati e sostenuti dallo Spirito santo, mentre invece non è assolutamente così.

N. 21 scritti e 14 testimonianze


La donna deve pregare col capo coperto da un velo

L’apostolo Paolo, sospinto per lo Spirito santo, ha lasciato scritto che, da una parte l’uomo non deve pregare col capo coperto, per non disonorare il suo capo che è Cristo; dall’altra parte ha lasciato scritto che la donna deve, invece, pregare col capo coperto per non disonorare il suo capo, che è l’uomo.

Questo segno dell’autorità che la donna deve portare sul suo capo ha scatenato nel secolo precedente e in quello attuale una grande discussione tra gli evangelici.

C’è chi ritiene le parole dell’apostolo Paolo non siano più per oggi e chi, invece, tale comandamento sia sempre attuale e valido in ogni tempo.

N. 8 scritti e 1 testimonianza


Alla donna non è permesso di insegnare la Parola di Dio

Alcuni movimenti evangelici permettono alla donna di insegnare, di diventare sia anziana che pastoressa. Ma la Bibbia non insegna che ciò sia possibile.

Pertanto, su questo argomento si confrontano gli evangelici che ritengono che la donna non debba insegnare e tantomeno assumere l’ufficio di vescovo e il ministerio di pastore, contro coloro che affermano che tale ordine non sia più per oggi. Questi ultimi fanno fatica a dimostrare le loro ragioni, in quanto non ci sono passi biblici a sostegno della loro tesi, tuttavia, si sono dati a fare diversi ragionamenti per annullare i passi che sostengono che la donna non può insegnare.

Argomento, questo, molto dibattuto e molto sentito, all’interno delle diverse denominazioni e addirittura all’interno delle chiese vi sono credenti di una e dell’altra opinione.

Spero tanto di contribuire a portare ordine anche nella chiesa dell’Iddio vivente, anche in questo argomento.

N. 6 scritti e 1 testimonianza

Giuseppe Piredda

No comments yet

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...