Vai al contenuto

Iddio era, è e sarà sempre buono e misericordioso, ma egli sarà sempre anche giusto

20 gennaio 2019

Iddio era, è e sarà sempre buono e misericordioso, ma egli sarà sempre anche giusto

giona-misericordia-Dio

Fratelli nel Signore, leggete ciò che ha dichiarato il profeta Giona:

«’O Eterno, non è egli questo ch’io dicevo, mentr’ero ancora nel mio paese? Perciò m’affrettai a fuggirmene a Tarsis; perché sapevo che sei un Dio misericordioso, pietoso, lento all’ira, di gran benignità, e che ti penti del male minacciato.» (Giona 4:2)

Vedete, dunque, come l’Eterno Iddio, Padre del nostro Signore Gesù Cristo, era considerato buono e misericordioso ANCHE sotto la legge, dai suoi servitori i profeti, i quali lo conoscevano bene.

Voglio ricordarvi queste cose che sono scritte nella Parola di Dio, per farvi considerare che non è corretto biblicamente dire che l’Iddio del vecchio patto non era misericordioso. Le Scritture ci insegnano che Iddio non è mutato, è rimasto sempre lo stesso, quindi Egli era, è e sarà sempre buono e misericordioso.

Oltre a quanto sopra enunciato, non bisogna mai dimenticare che l’Eterno è ANCHE GIUSTO, e non tiene il colpevole per innocente. Se un’anima pecca e si ravvede e chiede pietà a Dio, Egli lo perdona; ma se uno pecca e non si ravvede, allora Iddio, che è giusto, colpirà il peccatore con i suoi giudizi senza avere riguardi alla qualità di persone; chi pecca, sia esso figliolo oppure no, sarà disciplinato da Dio, come e quando Egli vuole. Dunque, la severità di Dio, alla pari della misericordia, va sempre ricordato.

Cari nel Signore, voi che avete creduto che Gesù di Nazareth è il Cristo di Dio, vi scrivo per esortarvi ad applicare le vostre forze per non peccare, affinché vi conduciate in modo santo sia nella vostra mente che in tutta la vostra condotta; se avete peccato, ricordatevi che tutti noi “ABBIAMO un avvocato presso il Padre, cioè Gesù Cristo, il giusto; ed Egli è la propiziazione per i nostri peccati” (1 Giovanni 2:1,2). Non siate come il cavallo e il mulo, secondo quanto è scritto:

«Non siate come il cavallo e come il mulo che non hanno intelletto, la cui bocca bisogna frenare con morso e con briglia, altrimenti non ti s’accostano!» (Salmi 32:9)

Quindi, anche se avete peccato, accostatevi a Dio con cuore rotto e lo spirito contrito, chiedete pietà e misericordia nel nome di Gesù Cristo, ed Egli avrà misericordia di voi. Ma se non lo fate, e vi mettete a giustificare il vostro peccato, a cercare scuse o dare colpe agli altri dei vostri errori, allora sappiate che riceverete la giusta disciplina da Dio, ed allora saranno dolori e patimenti. Giudicate, dunque, da persone intelligenti cosa dovete fare. Leggi tutto…

Annunci

Gesù dice che il suo ritorno e il rapimento della chiesa sarà visibile a tutti, non avverrà in modo invisibile

19 gennaio 2019

Gesù dice che il suo ritorno e il rapimento della chiesa sarà visibile a tutti, non avverrà in modo invisibile

venuta-visibile.Gesù

Purtroppo nel mezzo della Chiesa molti parlano impropriamente, non secondo quanto è scritto nella Parola di Dio, ma seguendo i propri istinti carnali e assecondando quello degli altri.

Nel caso del rapimento della Chiesa, a causa di una rivelazione di una donna risalente al 1830, presa e diffusa da predicatori e scrittori poco attenti alla somma della Parola, si è innestata nella mente di molti credenti una falsa speranza, che è quella che Gesù può venire improvvisamente in ogni istante e che la Chiesa non sarà più presente nella terra nel periodo della grande tribolazione contro gli empi.

A tal riguardo, Gesù ha detto le seguenti parole, che dimostrano, senza ombra di dubbio, che il suo unico ritorno e il rapimento degli eletti avverrà in maniera visibile, quindi tutti lo vedranno:

«Or subito dopo l’afflizione di que’ giorni, il sole si oscurerà, e la luna non darà il suo splendore, e le stelle cadranno dal cielo, e le potenze de’ cieli saranno scrollate. E allora apparirà nel cielo il segno del Figliuol dell’uomo; ed allora tutte le tribù della terra faranno cordoglio, e vedranno il Figliuol dell’uomo venir sulle nuvole del cielo con gran potenza e gloria. E manderà i suoi angeli con gran suono di tromba a radunare i suoi eletti dai quattro venti, dall’un capo all’altro de’ cieli» (Matteo 24:29-31)

Anche l’apostolo Giovanni scrive confermando le parole di Gesù:

«Ecco, egli viene colle nuvole; ed ogni occhio lo vedrà; lo vedranno anche quelli che lo trafissero, e tutte le tribù della terra faranno cordoglio per lui. Sì, Amen» (Apocalisse 1:7)

Inoltre, vorrei anche farvi notare che pure ai tempi di Paolo c’erano di quelli, come dicono oggi, che Gesù stava per tornare, che era alle porte e ciò, secondo certi seduttori, poteva avvenire in ogni momento. Contro tali falsità, l’apostolo Paolo ha dovuto scrivere per esortare i santi di Tessalonica a non farsi ingannare e a non essere turbati:

«Or, fratelli, circa la venuta del Signor nostro Gesù Cristo e il nostro adunamento con lui, vi preghiamo di non lasciarvi così presto travolgere la mente, né turbare sia da ispirazioni, sia da discorsi, sia da qualche epistola data come nostra, quasi che il giorno del Signore fosse imminente. Nessuno vi tragga in errore in alcuna maniera; poiché quel giorno non verrà se prima non sia venuta l’apostasia e non sia stato manifestato l’uomo del peccato, il figliuolo della perdizione, l’avversario, colui che s’innalza sopra tutto quello che è chiamato Dio od oggetto di culto; fino al punto da porsi a sedere nel tempio di Dio, mostrando se stesso e dicendo ch’egli è Dio» (2 Tessalonicesi 2:1-4)

Capisco che per quelli che hanno sempre creduto nella falsa dottrina del rapimento segreto sia difficile cambiare veduta e accettare la verità, tuttavia tutti hanno l’obbligo di esaminare e meditare anche sopra questi versetti, per il proprio bene e per avere una speranza reale, basata su quanto insegnano le Scritture e non su false dottrine insegnate nelle Chiese da falsi dottori per non spaventare le persone che si accostano a Cristo.

Cari nel Signore, dico a voi che amate Gesù Cristo e siete caduti in fallo su questa falsa dottrina che prima andava per la maggiore, ora vi abbiamo fatto notare come stanno realmente le cose a riguardo del rapimento della Chiesa, quindi siete stati avvisati affinché non abbiate una falsa speranza e non andiate a vostra volta in giro ad insegnare falsità. Se non siete convinti, studiate questi versetti e pregate affinché il Signore ve li faccia comprendere correttamente, e Dio che è misericordioso e conosce che la nostra natura è carnale e debole, opererà nella vostra mente e nel vostro cuore per farvi comprendere la verità. Leggi tutto…

Cose sconvenienti di cui i santi non devono mai parlare

18 gennaio 2019

Cose sconvenienti di cui i santi non devono mai parlare

parlare-cose-sconvenienti

Cari fratelli nel Signore, vi ricordo che l’apostolo Paolo fa sapere ai santi che di certe cose e certi argomenti non si deve parlare, anzi, non devono neppure essere nominati, secondo quanto è scritto.

«Ma come si conviene a dei santi, né fornicazione, né alcuna impurità, né avarizia, sia neppur nominata fra voi» (Efesini 5:3-4)

Eccovi, inoltre, altre cose scritte dall’apostolo Paolo a riguardo di determinate cose:

«Ma come si conviene a dei santi, né fornicazione, né alcuna impurità, né avarizia, sia neppur nominata fra voi; né disonestà, né buffonerie, né facezie scurrili, che son cose sconvenienti; ma piuttosto, rendimento di grazie.» (Efesini 5:3-4)

Diletti e fedeli nel Signore, sappiate che certe parole e certi discorsi possono produrre dei danni enormi nell’animo di chi li ascolta, perché questi vengono turbati, scandalizzati, alla loro anima viene fatta una forte violenza, si producono in loro delle ferite laceranti spiritualmente, ed alcuni perdono anche il sonno talmente sono turbati. A tal proposito ricordo di una giovane donna che confessandosi al prete, le domande invasive del prelato hanno provocato in lei grandi turbamenti e l’hanno fatta precipitare in uno stato di impurità e di carnalità di cui prima ne era esente.

Cose terribili, dunque, possono avvenire nell’animo umano debole e sensibile che ascolta certe parole e certi discorsi; ed è per tale motivo che i santi non devono dire parolacce (facezie scurrili), né parlare di dettagli concernenti la concupiscenza della carne (fornicazione e impurità), né di altre cose ancora che l’apostolo Paolo ha elencato, e neppure fare illusioni a cose impure e sconvenienti.

Cari nel Signore, voglio ricordarvi queste cose e farvi riflettere su di esse, affinché leggendo le parole dell’apostolo Paolo vi ricordiate il fatto che ci sono anime deboli, le quali anche solo a citare o alludere a certe cose, si scandalizzano e subiscono dei forti traumi spirituali.

La Parola di Dio ce lo ordina, e noi dobbiamo badare attentamente a come parliamo e a cosa diciamo, perché il nostro parlare deve essere sempre condito con sale e privo di qualsiasi immoralità e di allusioni alle concupiscenze carnali.

Se qualcuno vi rivolge delle parole sconvenienti, fermatelo subito, bloccate chi sta parlando, affinché in voi non si producano dei turbamenti interiori che possono avere conseguenze nella vostra vita spirituale. Quando è il caso, chi parla in maniera sconveniente, va ammonito severamente, affinché impari anche lui a parlare solo di cose che siano prima di tutto pure e che siano utili e convenienti alla crescita spirituale e alla correzione dei santi, facendo particolare attenzione alle anime deboli e coloro che non sono maturi spiritualmente.

Ricordatevi sempre che la Parola di Dio vi istruisce per il vostro bene e se vi atterrete strettamente ad essa in ogni cosa, ve ne troverete sempre bene. Esaminate ogni cosa prima di parlare, in modo da non creare turbamenti a chi vi ascolta.

Che Dio benedica la Sua Chiesa, acquistata con il sangue di Gesù di Nazareth, il Cristo di Dio. Leggi tutto…

Gesù ci dice quali situazioni sono da considerare sempre adulterio

17 gennaio 2019

Gesù ci dice quali situazioni sono da considerare sempre adulterio

contro-seconde-nozze

«Tu sai i comandamenti: Non commettere adulterio» (Luca 18:20)

«Chiunque manda via la moglie e ne sposa un’altra, commette adulterio; e chiunque sposa una donna mandata via dal marito, commette adulterio» (Luca 16:18)

La somma della Parola di Dio insegna che il legame matrimoniale può essere sciolto solamente con la morte di uno dei coniugi. Pertanto, nel caso qualcuno passi a nuove nozze quando il primo coniuge è ancora in vita, si troverà in uno stato di adulterio. Gli uomini possono dire quello che vogliono, possono legiferare come vogliono, ma davanti a Dio il vincolo matrimoniale può essere sciolto solamente con la morte di uno dei due coniugi.

A conferma che il legame matrimoniale è inscindibile ad opera degli uomini, ma solo Dio mediante la morte può rompere tale legame, Gesù ha detto queste parole:

«quello dunque che Iddio ha congiunto, l’uomo nol separi» (Matteo 19:6)

L’uomo non può separare quello che Dio ha congiunto, ma Iddio sì che può sciogliere dal legame matrimoniale, attraverso la morte di uno dei due coniugi.

Anche l’apostolo Paolo conferma le cose sopraddette, considerato che ha imparato tutte le cose direttamente da Gesù Cristo (cfr Galati 1:11,12), ha ben spiegato in una delle sue epistole che solo la morte di uno dei due coniugi può sciogliere dal vincolo matrimoniale, equiparando tale vincolo con quello che il peccatore ha verso la legge, dalla quale si viene sciolti solamente per mezzo della morte di Gesù Cristo (cfr Romani 7:1-6). Considerata tale equivalenza, pertanto, ammettere che ci possano essere altri modi per sciogliere il legame matrimoniale, significa altresì che si ammette la possibilità che si può essere liberati dalla maledizione della legge di Mosè anche al di fuori di Gesù Cristo, e questo tutti i credenti sanno bene che non può avvenire in alcun modo, perché la salvezza e la liberazione dalla maledizione della Legge può avvenire solo ed esclusivamente per mezzo della fede nella morte di Gesù di Nazaret, il Cristo di Dio.

L’apostolo Paolo, per volontà dello Spirito santo, ci fa sapere che con gli adulteri, quindi anche con i divorziati che si sono risposati, solo se si definiscono fratelli in Cristo e non anche verso gli increduli, non dobbiamo avere relazioni e non dobbiamo neppure mangiare con loro, se non si ravvedono e non riconoscono il loro peccato (cfr 1 Corinzi 5:9-12) e non chiedono perdono a Dio.

Purtroppo la piaga dell’adulterio e della fornicazione in mezzo alla Chiesa di Cristo si è diffusa enormemente a causa di conduttori corrotti privi di amore per la verità e lontani dall’avere in loro l’autorità da Dio. Invece, coloro che amano Iddio e la verità, non volendo che alcuno perisca nel dei suoi fratelli nel fuoco dell’inferno, devono levare alta la voce contro il peccato e ammonire i disordinati e gli adulteri. Leggi tutto…

Francesco: un Mariano travestito da Cristiano

16 gennaio 2019

Francesco: un Mariano travestito da Cristiano

francescotravestito

I Mariani sono coloro che si affidano per la loro salvezza a Maria, la madre di Gesù, che è morta ed è andata ad abitare con il Signore nel regno dei cieli. I Mariani si raccomandano a lei, confidano in lei, le rivolgono preghiere e canti, quantunque Maria non li possa ascoltare e non possa fare niente per loro. Le offrono un culto per mezzo di immagini e statue che rappresentano Maria, che essi considerano sacre e davanti alle quali si prostrano e che servono in svariate maniere. Francesco, l’attuale capo della Chiesa Cattolica Romana, è uno di essi, come lo sono stati i suoi predecessori e come lo sono tutti i Cattolici Romani. Francesco dunque è un idolatra, e gli idolatri non ereditano il Regno di Dio ma quando muoiono scendono nell’Ades (l’inferno) dove sono tormentati in mezzo al fuoco. Egli è un Mariano travestito da Cristiano. Questa è la verità. Naturalmente, Francesco per fare credere di essere un Cristiano deve menzionare Dio e Gesù nei suoi discorsi, come anche deve nominare la parola Vangelo, ma è evidente da quello che dice e dal suo modo di ragionare, che non è un discepolo di Gesù Cristo. Francesco assomiglia a tanti «evangelici» che fanno la stessa cosa per fare credere di essere dei Cristiani, quando non sono altro che degli uomini sotto la potestà di Satana sulla via della perdizione. Non vi fate dunque sedurre dalle sue parole. Ai Mariani va annunciato il ravvedimento e l’Evangelo, e quindi gli va detto: “Ravvedetevi e credete all’Evangelo” (Marco 1:15), come anche va loro detto di convertirsi dagli idoli all’Iddio vivente e vero (e quindi quando si convertono va loro detto di distruggere le loro immagini e statue), e di uscire dalla Chiesa Cattolica Romana. E per loro bisogna pregare Dio affinché li salvi. Non sono infatti nostri fratelli, perché non sono figliuoli di Dio ma figliuoli d’ira. Noi desideriamo la loro salvezza. Leggi tutto…

Sul rendere grazie a Dio prima di mangiare

15 gennaio 2019

Sul rendere grazie a Dio prima di mangiare

Preghiera in ginocchio

E’ bene insegnare ai propri figli a rendere grazie a Dio per il cibo prima di mettersi a mangiare. Il ringraziamento va reso a Dio Padre nel nome del nostro Signore Gesù Cristo (cfr. Efesini 5:20). E per insegnarglielo bisogna che lo vedano fare ai propri genitori. Ricordatevi che Gesù, il Figlio di Dio, rendeva grazie al Padre prima di mangiare, infatti è scritto: “Ed avendo ordinato alle turbe di accomodarsi sull’erba, prese i cinque pani e i due pesci e, levati gli occhi al cielo, rese grazie; poi, spezzati i pani, li diede ai discepoli e i discepoli alle turbe” (Matteo 14:19), e che gli apostoli seguirono il suo esempio, infatti di Paolo è scritto: “Detto questo, preso del pane, rese grazie a Dio, in presenza di tutti; poi, rottolo, cominciò a mangiare” (Atti 27:35).

“Inculca al fanciullo la condotta che deve tenere; anche quando sarà vecchio non se ne dipartirà” (Proverbi 22:6)

Leggi tutto…

Il lievito malvagio che dovete rigettare

14 gennaio 2019

Il lievito malvagio che dovete rigettare

rigettarelievito

Nelle Chiese sono state introdotte cose perverse appartenenti al paganesimo, al giudaismo, al cattolicesimo romano, al satanismo, all’ateismo, allo gnosticismo, all’agnosticismo, al deismo, all’esoterismo, allo spiritismo e alla stregoneria, ed in tutto ciò hanno avuto un ruolo fondamentale i massoni travestiti da Cristiani che si trovano in mezzo alle denominazioni evangeliche.

Queste cose, che contrastano la verità, sono lievito malvagio che dovete rigettare. Fratelli, vi scongiuro nel nome del Signore Gesù Cristo a vegliare, a pregare e ad avere il vostro diletto negli Scritti Sacri, per non rimanere sedotti. Rigettate tutto quello che contrasta la Parola di Dio, e non temete coloro che uccidono il corpo, ma non possono uccidere l’anima; ma temete piuttosto colui che può far perire e l’anima e il corpo nella geenna (cfr. Matteo 10:28). La grazia del nostro Signore Gesù Cristo sia con voi. Leggi tutto…

Piero Pelù fa inginocchiare il pubblico davanti a Satana

13 gennaio 2019

Piero Pelù fa inginocchiare il pubblico davanti a Satana

Il noto cantante Piero Pelù – del gruppo rock Litfiba – inneggia al diavolo (El Diablo) ed incita il pubblico a inginocchiarsi davanti al diavolo. E’ evidente che questo cantante è un Satanista e sta trascinando tanti ad adorare e servire Satana. Il Satanismo si sta diffondendo anche tramite cantanti come Piero Pelù. Vi esorto quindi a guardarvi da lui e dalla sua diabolica musica e a condannarla sia privatamente che pubblicamente. Fratelli, il mondo è questo, i figli del diavolo sono questi. SUONATE LA TROMBA. Leggi tutto…

Golden Globes 2019, l’attore Christian Bale ringrazia pubblicamente Satana

13 gennaio 2019

Golden Globes 2019, l’attore Christian Bale ringrazia pubblicamente Satana

Christian Bale, premiato come miglior attore in un film musical o in una commedia per il suo ruolo da protagonista in Vice, ha ringraziato anche Satana nel suo discorso sul palco della cerimonia di premiazione dei Golden Globes. La notizia è stata accolta con entusiasmo dalla Chiesa di Satana, che su twitter lo ha acclamato: “Hail Christian! Hail Satana!”, si legge sulla loro pagina ufficiale. Le sue parole sono state: “Ringrazio Satana per avermi ispirato nell’interpretazione del vicepresidente Dick Cheney”. Sul palco dei Golden Globes per ritirare il premio assegnatogli dalla Stampa Estera hollywoodiana, Christian Bale ha voluto dunque ringraziare anche Satana, oltre alla moglie e alla famiglia. Ecco dunque l’ennesima prova di quanto il mondo dello spettacolo sia pieno di Satanismo. Ah, quanti hanno fatto un patto con Satana per avere soldi e successo! E alla fine si ritroveranno poi nelle fiamme dell’inferno. Quante anime seduce Satana! Leggi tutto…

Pregate per me

13 gennaio 2019

Pregate per me

pregateperme

Pregate per me, fratelli, affinché Dio mi dia sempre di predicare l’Evangelo di Cristo con ogni franchezza, come si conviene. Il mio desiderio è infatti sempre quello di piacere a Colui che mi ha salvato e mi ha rivolto una santa chiamata, secondo il beneplacito della Sua volontà. “… io non fo alcun conto della vita, quasi mi fosse cara, pur di compiere il mio corso e il ministerio che ho ricevuto dal Signor Gesù, che è di testimoniare dell’Evangelo della grazia di Dio” (Atti 20:24). La grazia del nostro Signore Gesù Cristo sia con voi. Amen Leggi tutto…

No Temas Sino Habla

Entonces él Señor dijo de noche en visión á Pablo: No temas, sino habla, y no calles: Porque yo estoy contigo, y ninguno te podrá hacer mal (Hechos 18:9-10)

Blog di Aldo Prendi

Per la diffusione e la difesa delle dottrine bibliche

Acordai-vos

Tocai a trombeta em Sião, e dai o alarma no meu santo monte.

Egli è altresì scritto...

Blog di Nicola Iannazzo

Destatevi

"Suonate la tromba in Sion e date l'allarme sul mio santo monte" (Gioele 2:1)

Il Buon Deposito

Dottrine della Bibbia

La Massoneria Smascherata

"non v'è niente di nascosto che non abbia ad essere scoperto" (Matteo 10:26)

Listen to the sound of the sword

«Stand in the ways and see, and ask for the old paths, where the good way is, and walk in it» (Jeremiah 6:16)

Sana Dottrina

Perché verrà il tempo che non sopporteranno la sana dottrina; ma per prurito d'udire si accumuleranno dottori secondo le loro proprie voglie e distoglieranno le orecchie dalla verità e si volgeranno alle favole.(2Timoteo 4:3-4)

La Buona Strada

Blog di Giuseppe Piredda, cristiano evangelico pentecostale trinitariano fondamentalista

He who has ears let him hear

A voice crying in the wilderness

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: