Skip to content

Richiesta di spiegazioni al presidente delle ADI su circa 1.469.000 di euro dati dallo Stato alle ADI per la missione “Immigrazione, accoglienza e garanzia dei diritti”

21 novembre 2017

Richiesta di spiegazioni al presidente delle ADI su circa 1.469.000 di euro dati dallo Stato alle ADI per la missione “Immigrazione, accoglienza e garanzia dei diritti”

Presidente Felice Antonio Loria, nella RELAZIONE SUL RENDICONTO GENERALE DELLO STATO 2015 Comunicata alle Presidenze della Camera dei Deputati e del Senato della Repubblica il 23 giugno 2016 (documento XIV, n. 4), a pagina 149 leggo quanto segue:

«La missione “Immigrazione…” mostra un costante incremento in termini di risorse, allocate nello specifico programma relativo ai “Flussi migratori..”. L’aumento è stato del 70 per cento all’anno nell’ultimo biennio (per una analisi delle risorse fluite a tale programma come rappresentate nel bilancio si veda il riquadro “L’Italia e i costi dell’accoglienza nel 2015”). In tale missione sono classificate anche le risorse destinate alle confessioni religiose. Si tratta di 1,05 miliardi di cui circa il 95 per cento va alla Conferenza episcopale italiana e la restante quota alle altre confessioni religiose», e nella nota (n° 37) in riferimento alle altre confessioni religiose viene detto: «Si tratta della Tavola Valdese il 3,84 per cento, dell’Unione comunità ebraiche italiane lo 0,55 per cento, della Chiesa evangelica luterana lo 0,40 per cento, dell’Unione italiana chiese cristiane lo 0,23 e della Chiesa cristiana evangelica ADI lo 0,14 per cento.»

rendiconto-stato-2015-nota-adi

Fonte: Corte dei Conti Leggi tutto…

Annunci

Esortazione

21 novembre 2017

Esortazione

torre-annunziata-procura

Torno ad esortarvi, fratelli, a pregare per i magistrati della Procura di Torre Annunziata (Napoli) che stanno portando avanti le indagini sulla scomparsa di Angela Celentano, perché hanno bisogno che Dio li assista dando loro sapienza, coraggio e forza. Ricordatevi quindi di loro nelle vostre preghiere.

Se ancora non lo avete fatto scaricatevi il mio libro «Angela Celentano: un mistero che dura dal 10 agosto 1996» e leggetelo per avere un quadro della situazione. Leggi tutto…

Viene il momento anche per i giusti di dipartirsi dal corpo

20 novembre 2017

Viene il momento anche per i giusti di dipartirsi dal corpo

albero

«Il giusto muore, e nessuno vi pon mente; gli uomini pii sono tolti via, e nessuno considera che il giusto è tolto via per sottrarlo ai mali che vengono. Egli entra nella pace; quelli che han camminato per la diritta via riposano sui loro letti.» (Isaia 57:1-2)

Quando muore un fratello in Cristo Gesù, sia esso parente nella carne oppure no, è un momento di tristezza, perché una persona ci viene a mancare, non hai più la sua vicinanza, la sua amicizia, i suoi consigli, il suo calore, il suo sorriso; tuttavia, non bisogna dimenticare che coloro che sono rimasti fermi nella fede sino alla fine, con il dipartirsi dal corpo hanno ottenuto un gran guadagno, una grande gioia e pace, che è quella di andare ad incontrare il Signore ed entrare nel Suo riposo e stare sempre con Lui, come desiderava l’apostolo Paolo:

«Poiché per me il vivere è Cristo, e il morire guadagno.» (Filippesi 1:21)

Essere tristi va bene, è del tutto normale in caso che un caro nel Signore lasci questa terra, ma non bisogna essere tristi fino alla disperazione, perché in tal caso non ci si sta conducendo nella maniera corretta, e non avrebbe neppure alcun senso vivere nella tristezza inconsolabile, in quanto ci si sentirebbe tristi per un’anima che si è dipartita ed è andata a stare meglio di come stiamo tutti noi su questa terra.

La nostra vita trascorre veloce, e in quell’ora della dipartenza sarà utile solo la sua grazia e quello che abbiamo fatto per il Signore e se saremo rimasti fermi nella fede. È bene, dunque, che tutti ci esaminiamo e consideriamo anche l’avvicinarsi della nostra dipartenza dal corpo, tenendo conto della domanda che segue: se avvenisse in questo momento, come ci troverebbe il Signore?

Ci sono forse dei peccati e delle condizioni spirituali presenti in noi e nel nostro cuore che impedirebbero l’entrata nel Regno dei cieli secondo quanto insegnano le Scritture sacre? Perciò è bene correggere ed emendare le nostre vie, perché non sappiamo il momento in cui il Signore ci chiamerà, e dobbiamo essere sempre pronti.

Sei tu pronto ad incontrare il Signore Iddio? Se lo sei, bene, ma se non lo sei e non vuoi dipartirti da questo corpo e da questa terra, hai sicuramente qualche problema che dovrai risolvere con il Signore. Mettiti dunque in preghiera, invoca il Signore e chiedigli perdono di tutti i tuoi peccati, anche di quelli che ti sono occulti, ed Egli, che è misericordioso, avrà pietà di te e ti darà la pace e la fede per affrontare anche questo GRANDE MOMENTO DI LASCIARE QUESTA TERRA, Egli sarà al tuo fianco, secondo quanto è scritto:

«Cosa di gran momento è agli occhi dell’Eterno la morte de suoi diletti.» (Salmi 116:15) Leggi tutto…

“Non truffò i fedeli”, assolta pastore evangelico pentecostale

19 novembre 2017

“Non truffò i fedeli”, assolta pastore evangelico pentecostale

toga

18 novembre 2017 07:11

‘Angela Giovanna Alaimo, 58 anni, racalmutese, era accusata di avere raggirato due anziane e di avere loro sottratto oltre 40 milioni di lire’

Secondo il giudice monocratico Gianfranca Claudia Infantino, Angela Giovanna Alaimo, 58 anni, racalmutese, legale rappresentante della Chiesa Cristiana Evangelica Pentecostale, non raggirò i fedeli della sua chiesa facendosi consegnare denaro per sette anni. Il giudice non ha creduto alle accuse delle presunte vittime che si sono costituite parte civile con l’assistenza dell’avvocato Gianfranco Pilato.

La donna era accusata di avere raggirato i fedeli. La Chiesa – secondo i suoi insegnamenti – si doveva tramandare di generazione in generazione. Per realizzare lo scopo servivano risorse finanziarie e così, sempre secondo quanto ipotizzato dall’accusa che non ha retto al vaglio del processo, i fedeli dovevano contribuire. I soldi, anziché nelle casse dell’ente, secondo quanto le si contestava, sarebbero finiti in quelle della rappresentante legale. Il tutto sarebbe proseguito per sette anni. “Fino a quando le presunte vittime, due fedeli raggirate, – aveva detto il pm Salvatore Caradonna nella requisitoria – non hanno denunciato tutto facendo scattare l’inchiesta per truffa”. Leggi tutto…

Contributo annuale dello Stato per tende, gazebi, etc.?

18 novembre 2017

Contributo annuale dello Stato per tende, gazebi, etc.?

Esorto i membri delle Chiese Evangeliche di Noto – la Chiesa Evangelica Terra Promessa e la Chiesa Evangelica ADI – ad indagare per sapere quale Chiesa ha preso questo contributo annuale di 3.000 euro dal comune. Come potete vedere infatti in questo documento del comune di Noto (Siracusa) nel 2016 il comune di Noto ha erogato un contributo di 3.000 euro alla Chiesa Evangelica, come previsto dalla Delibera C.C. n. 88/2000 relativa «alla concessione dei contributi per istruzione, cultura, tradizioni, tutela dell’ambiente, dei beni storico-artistici e protezione civile».

noto-01

noto-02

noto-03

noto-04

Fonte: Comune di Noto

Indagate quindi per capire quali sono le attività culturali (evangelizzazioni con tende o gazebi, convegni, etc.) per le quali la vostra Chiesa prende questo contributo annuale. E naturalmente chiedete come sono stati spesi questi soldi o chi li ha materialmente presi. Leggi tutto…

Di cosa spogliarsi e di cosa rivestirsi

17 novembre 2017

Di cosa spogliarsi e di cosa rivestirsi

bibbia-luce_thumb.jpg«Questo dunque io dico ed attesto nel Signore, che non vi conduciate più come si conducono i pagani nella vanità de’ loro pensieri, con l’intelligenza ottenebrata, estranei alla vita di Dio, a motivo della ignoranza che è in loro, a motivo dell’induramento del cuor loro. Essi, avendo perduto ogni sentimento, si sono abbandonati alla dissolutezza fino a commettere ogni sorta di impurità con insaziabile avidità. Ma quant’è a voi, non è così che avete imparato a conoscer Cristo. Se pur l’avete udito ed in lui siete stati ammaestrati secondo la verità che è in Gesù, avete imparato, per quanto concerne la vostra condotta di prima, a spogliarvi del vecchio uomo che si corrompe seguendo le passioni ingannatrici; ad essere invece rinnovati nello spirito della vostra mente, e a rivestire l’uomo nuovo che è creato all’immagine di Dio nella giustizia e nella santità che procedono dalla verità.» (Efesini 4:17-24)

Leggi tutto…

Chiese Evangeliche in Campania che hanno chiesto soldi allo Stato per le loro «attività oratoriali»

16 novembre 2017

Chiese Evangeliche in Campania che hanno chiesto soldi allo Stato per le loro «attività oratoriali»

decreto-103-campania

In base al decreto dirigenziale n° 103 del 07/03/2012 della Giunta Regionale della Campania le seguenti Chiese Evangeliche della Campania hanno chiesto denaro allo Stato per le loro «attività oratoriali»:

1. Chiesa Cristiana Evangelica «Dio E’ Amore» Via Raimondi 12, Somma Vesuviana (NA) – € 15.500,00 (Ammessi al contributo)

2. Chiesa Cristiana Evangelica Dei Campi Flegrei, Viale Traiano 92, (NA) – € 17.440,00 (Non validi per il contributo: punteggio inferiore a 40)

3. Chiesa Cristiana Evangelica «Nuova Pentecoste», Via Don Raffaele 65, Melito Di Napoli (NA) – € 11.000,00 (Non validi per il contributo: punteggio inferiore a 40)

4. Chiesa Cristiana Evangelica «Nuova Pentecoste», Via Rivarano c/o villaggio evangelico, Monteforte Irpino (AV) – € 15.800,00 (Non validi per il contributo: punteggio inferiore a 40)

5. Chiesa Cristiana Evangelica «Il Sole Della Giustizia», Via Scipione Rovito 27 (NA) – € 14.500,00 (Non validi per il contributo: punteggio inferiore a 40)

6. Chiesa Cristiana Evangelica «Nuova Pentecoste», Capodichino, Via Cardinale Baronio 11 (NA) – € 14.500,00 (Non validi per il contributo: punteggio inferiore a 40)

7. Chiesa Cristiana Evangelica «Dio E’ Amore», Via Elena 22, Ottaviano (NA) – € 9.500,00 (Non validi per il contributo: punteggio inferiore a 40)

8. Chiesa Cristiana Evangelica «Nuova Pentecoste» Santa Maria Cv, Via Rampetta De Michele, Santa Maria Capua Vetere (CE) – € 18.650,00 (Non validi per il contributo: punteggio inferiore a 40)

9. Chiesa Cristiana Evangelica «Nuova Pentecoste», Via Della Libertà, Gricignano Di Aversa (CE), € 11.000,00 (Non validi per il contributo: punteggio inferiore a 40)

10. Chiesa Cristiana Evangelica Di Giugliano, Via Casacelle 115/119, Giugliano In Campania (NA) € 18.650,00 (Non validi per il contributo: punteggio inferiore a 40)

11. Chiesa Cristiana Evangelica Battista Di Soccavo, Via G. Canonico Scherillo 28 (NA) € 18.650,00 (Non validi per il contributo: punteggio inferiore a 40)

12. Chiesa Cristiana Evangelica Pentecoste, Via Gramsci 78, Aversa (CE) € 16.000,00 (Non validi per il contributo: punteggio inferiore a 40)

13. Chiesa Cristiana Evangelica “Assemblee Di Dio In Italia”, Via Mario Rita 29/b (NA) € 18.000,00 (Non validi per il contributo: punteggio inferiore a 40)

14. Chiesa Cristiana Evangelica Di Tavernanova, Viale Augusto 6, Casalnuovo Di Napoli (NA) – (Non ammissibili alla valutazione)

15. Chiesa Cristiana Evangelica Battista S. Giorgio A Cremano, Via G. Matteotti 21, San Giorgio A Cremano (NA) – (Non ammissibili alla valutazione)

16. Chiesa Cristiana Pentecostale, Via Pintor trav.scippa 16, (NA) – (Non ammissibili alla valutazione)

17. Chiesa Cristiana Evangelica – ADI Assemblee Di Dio In Italia, Via Fra Gregorio Carafa 13, (NA) – (oltre i termini. Non ammissibili alla valutazione) Leggi tutto…

Per i fratelli che frequentano Chiese ADI in Campania! MOLTO IMPORTANTE!

15 novembre 2017

Per i fratelli che frequentano Chiese ADI in Campania! MOLTO IMPORTANTE!

chiese-adi-campania

FRATELLI CHE FREQUENTATE CHIESE ADI IN CAMPANIA, LEGGETE MOLTO ATTENTAMENTE QUESTA NOTIZIA PERCHE’ VI RIGUARDA DIRETTAMENTE!!! NON DATE SOLDI ALLE ADI, NON DATE SOLDI ALLE ADI, NON DATE SOLDI ALLE ADI!
————————-
Promozione oratori della Campania: dalla Regione bando da 6 mln di euro Da ildenaro.it – 15 febbraio 2017

Un budget di 6 milioni di euro a sostegno degli oratori in Campania: a metterli a disposizione è la Regione attraverso un bando che finanzia la realizzazione di luoghi di promozione di attività sportive dilettantistiche, sociali, assistenziali, culturali, del tempo libero, ricreative e di formazione extra-scolastica della persona, da parte delle parrocchie e degli Enti ecclesiastici della Chiesa cattolica, nonché degli Enti delle altre confessioni religiose con le quali lo Stato ha stipulato un’intesa.

Chi può partecipare
Possono presentare domanda di contributo gli enti di culto riconosciuti dallo Stato, dotati di propria autonomia finanziaria ed aventi rilevanza regionale o locale con sede nella Regione Campania che svolgono attività oratoriali o similari nel territorio regionale.
In caso di partenariato fra più enti di culto, nella domanda deve essere indicato l’ente capofila.
L’immobile o gli immobili oggetto di intervento (area o edificio), devono essere, pena l’esclusione, nella proprietà o nella totale, esclusiva e documentabile disponibilità del soggetto proponente per almeno cinque anni a decorrere dalla data di pubblicazione del bando sul Bollettino Ufficiale della Regione.

Interventi finanziabili
I contributi previsti dal bando sono finalizzati a sostenere un elenco dettagliato di azioni a favore dei minori e dei giovani: manutenzione ordinaria e straordinaria degli immobili che debbono essere adibiti e utilizzati come luogo di incontro per i minori per attività oratoriali; miglioramento dell’accessibilità e fruibilità delle strutture esistenti adibite alle attività oratoriali mediante abbattimento delle barriere architettoniche e messa a norma degli impianti; allestimento di spazi dedicati ad attività sportive dilettantistiche, sociali, assistenziali, culturali, turistiche, ricreative e di formazione extra-scolastica della persona; realizzazione delle attività oratoriali; acquisto di beni e servizi direttamente imputabili al progetto.

Contributi
Per ciascuna domanda il contributo può arrivare fino a un massimo di 50 mila euro, di cui il 50 per cento per spese di investimento, nei limiti delle risorse disponibili.

Risorse
Sul piatto ci sono risorse complessive per 6 milioni di euro ripartire per ciascun territorio provinciale: ad Avellino vanno 600 mila euro, a Benevento 450 mila, a Caserta 1,1 milioni di euro, a Napoli 2,3 milioni, a Salerno 1.550.000 euro.

Spese ammissibili
Tra le spese ammissibili a contributo, quelle relative alla manutenzione ordinaria e straordinaria degli immobili adibiti e utilizzati come luogo di incontro per i minori per attività oratioriali; acquisto di servizi, materiali e attrezzature necessarie alla realizzazione delle attività; spese per il personale coinvolto nella realizzazione del progetto; costi dei materiali e delle forniture utilizzati; rimborsi spese del personale volontario impiegato; costi connessi ad azioni di sensibilizzazione, comunicazione e diffusione dei risultati; spese per l’organizzazione di incontri, seminari e per altri servizi direttamente connessi allo svolgimento delle attività. Leggi tutto…

Gli Ebrei che non credono che Gesù è il Cristo vanno all’inferno

14 novembre 2017

Gli Ebrei che non credono che Gesù è il Cristo vanno all’inferno

ebrei-inferno

Gli Ebrei increduli sono quegli Ebrei che non credono che Gesù di Nazareth è il Cristo (o Messia). Essi quindi, pur essendo discendenti di Abrahamo, non sono figli di Abrahamo, come neppure figliuoli di Dio, in quanto figli di Abrahamo e figli di Dio si diventa credendo che Gesù è il Cristo. Dice infatti Paolo ai santi della Galazia: “Coloro i quali hanno la fede, son figliuoli d’Abramo” (Galati 3:7), ed anche: “Siete tutti figliuoli di Dio, per la fede in Cristo Gesù” (Galati 3:26).

Che cosa sono allora? Sono figliuoli d’ira, perché essi sono sotto il peccato (“tutti, Giudei e Greci, sono sotto il peccato” Romani 3:9), cioè schiavi del peccato, ed è per questo quindi che anche a loro va detto di ravvedersi e di credere nel Vangelo, affinché credendo nella Buona Novella che Gesù è il Cristo diventino figli d’Abrahamo e figli di Dio, e siano salvati dai loro peccati. E difatti questo fu il messaggio che prima Gesù (cfr. Marco 1:15) e poi gli apostoli rivolsero agli Ebrei (cfr. Atti 20:21).

Cosa accadrà loro se perseverano nella loro incredulità? Moriranno nei loro peccati – come tutti gli increduli – andandosene nelle fiamme dell’inferno. Gesù fu molto chiaro nei loro confronti: “Se non credete che sono io (il Cristo), morrete nei vostri peccati” (Giovanni 8:24). Leggi tutto…

Richiesta di spiegazioni rivolta al pastore della Chiesa Pentecostale di Misterbianco che ha ricevuto 350.000 euro dalla Regione Sicilia

13 novembre 2017

Richiesta di spiegazioni rivolta al pastore della Chiesa Pentecostale di Misterbianco che ha ricevuto 350.000 euro dalla Regione Sicilia

Su «Misterbianco in comune» dell’aprile 2016 si legge in un articolo dal titolo «Presto una chiesa a Serra superiore» quanto segue:

«Questo è il prospetto, come appare nel progetto, della Chiesa Cristiana Evangelica Pentecostale che sorgerà a Serra superiore. L’area di settemila metri quadrati, già vincolata dal Comune, sarà donata dalla famiglia Motta che, nella zona, ha già donato altre strutture e aree per la collettività. Il progetto finale è in fase di completamento; i lavori, si prevede, inizieranno entro un anno. L’iniziativa contribuirà ad ampliare le condizioni di vita sociale del quartiere e a migliorare la qualità della vita dei suoi abitanti, sia dal punto di vista sociale che religioso. Nel consiglio d’amministrazione della nuova chiesa è presente anche il consigliere comunale Orazio Panepinto. «Sarà una realizzazione – ha spiegato il consigliere – attesa da tempo, che arricchirà spiritualmente la comunità di Serra superiore e offrirà nuovi spazi di aggregazione e crescita sociale» (Misterbianco in comune, Mensile di informazione, Cultura e Attualità a cura dell’Amministrazione Comunale, Anno IX N. 2 Aprile 2006, pag. 14)

misterbianco-progetto-aprile-2006

Ma su «Misterbianco in comune» del settembre 2006 leggo la seguente lettera dal titolo «Quella donazione non è stata mai fatta» a firma degli eredi del Motta:

«Scriviamo la presente nella veste di eredi del defunto Carmelo Motta, a voi certamente noto, in relazione all’articolo apparso a pagina 14 nel numero di aprile 2006 del periodico “Misterbianco in Comune”, relativo alla donazione, da parte della famiglia Motta di un lotto di terreno in contrada Serra, dove erigere la sede Evangelica Pentecostale. Dopo esserci consultati con tutti gli eredi Motta possiamo affermare, con assoluta certezza, che nessun terreno appartenente ai predetti eredi è mai stato donato, né promesso in dono, in vendita, o in cessione a qualsiasi titolo, per la costruzione della Chiesa Evangelica oggetto dell’articolo succitato. Del resto, ed anche in questo caso esprimiamo il pensiero unanime di tutti gli eredi Motta, l’eventuale donazione di un terreno per la costruzione della Chiesa Evangelica sarebbe in forte contrasto, ideologico e di fede, con quanto già fatto dal nostro illustre parente che, come è noto, ha tangibilmente contribuito alla realizzazione della chiesa dedicata a San Carlo Borromeo in contrada Serra Superiore. Non vogliamo entrare nel merito delle diversificazioni del credo religioso e certamente non siamo qualificati per farlo, ma siamo certi che la strada segnalata dal nostro illustre parente non verrà in nessun modo inasprita, da parte dei suoi eredi, con comportamenti non consoni con le sue direttive e i suoi desideri, ed è nel rispetto di questi ultimi che noi, in nome e per conto di tutti gli eredi, smentiamo categoricamente quanto erroneamente riportato nel suddetto articolo in merito alla donazione del terreno che, ripetiamo non è mai stata promesso in dono né, per i motivi etici sopra indicati, potrà mai essere destinato allo scopo indicato nell’articolo in questione. Vi ringraziamo per la Vostra cortese attenzione e Vi preghiamo di volere provvedere con cortese solerzia a pubblicare una smentita ufficiale a quanto erroneamente riportato. Gli eredi Scoglio Motta» (Misterbianco in Comune, Mensile di informazione, Cultura e Attualità a cura dell’Amministrazione Comunale, Anno IX N. 3 Settembre 2006, pag. 15)

serra-eredi

Quindi secondo gli eredi del Motta non c’è stata mai la donazione da parte del Motta di questo terreno per farvi costruire l’edificio della Chiesa Evangelica Pentecostale.

Ma a Marzo del 2013 su Misterbianco.com leggo quanto segue in un articolo dal titolo «Una nuova chiesa a Serra Lineri»:

«Sorgerà una nuova chiesa all’interno del territorio comunale. Lo ha deciso il consiglio comunale approvando la modifica di destinazione d’uso di un terreno di 3.550 metri quadri ubicato nel quartiere di Serra – Lineri.
Si tratterà di una chiesa cristiana evangelica pentecostale i cui fedeli da oltre sei anni chiedono la realizzazione dal momento che da tempo il culto viene praticato all’interno di uno scantinato dove i fedeli si tassano per sostenere le spese di locazione.
L’area individuata era prima destinata ad accogliere strutture per l’istruzione, che nelle immediate adiacenze già esistono ed il consiglio comunale con 21 voti favorevoli, 2 astenuti e un voto contrario ha destinato ad attrezzature di interesse collettivo, con specifica destinazione al culto.
La decisione del Consiglio era un passaggio obbligato, dal momento che l’opera aveva ottenuto con decreto un finanziamento di 350 mila euro ai quali si aggiungeranno 50 mila euro di cofinanziamento da parte della chiesa evangelica che aveva ricevuto in donazione il terreno da un fedele a condizione che venisse realizzata una chiesa.
Il progetto che ha già ottenuto il parere positivo dal punto di vista urbanistico, prevede una superficie coperta di 715 metri quadri destinati alla chiesa ed ai servizi annessi oltre a un seminterrato che non rientra nel conteggio delle cubature.
Soddisfazione in aula, dopo il voto quasi unanime, è stata espressa dal presidente del consiglio comunale Nino Marchese e dal neoassessore Orazio Panepinto che da tempo si occupa dell’iniziativa di culto proposta dalla chiesa cristiana evangelica pentecostale.
Carmelo Santonocito – La Sicilia 28/03/2013»

misterbiancocom

Per cui ci domandiamo come sia possibile che alla Chiesa Evangelica Pentecostale “Gesù, la via, la verità e la vita” di Misterbianco sia stato dato il finanziamento di 350.000 euro per la costruzione di un edificio su un terreno di cui si dice che «aveva ricevuto in donazione …. da un fedele a condizione che venisse realizzata una chiesa», ma che gli eredi del presunto donatore hanno smentito nel 2006 in maniera categorica che sia stato donato a quella Chiesa. Leggi tutto…

No Temas Sino Habla

Entonces él Señor dijo de noche en visión á Pablo: No temas, sino habla, y no calles: Porque yo estoy contigo, y ninguno te podrá hacer mal (Hechos 18:9-10)

Blog di Aldo Prendi

Per la diffusione e la difesa delle dottrine bibliche

Acordai-vos

Tocai a trombeta em Sião, e dai o alarma no meu santo monte.

Egli è altresì scritto...

Blog di Nicola Iannazzo

Destatevi

"Suonate la tromba in Sion e date l'allarme sul mio santo monte" (Gioele 2:1)

Il Buon Deposito

Dottrine della Bibbia

La Massoneria Smascherata

"non v'è niente di nascosto che non abbia ad essere scoperto" (Matteo 10:26)

SALVATI per GRAZIA

Blog Di Giuseppe Palamara

La verità rende liberi!

Sito di attualità e informazione cristiana

Listen to the sound of the sword

«Stand in the ways and see, and ask for the old paths, where the good way is, and walk in it» (Jeremiah 6:16)

Non tollero Jezabel

Il blog di Gian Michele Tinnirello

Sana Dottrina

Perché verrà il tempo che non sopporteranno la sana dottrina; ma per prurito d'udire si accumuleranno dottori secondo le loro proprie voglie e distoglieranno le orecchie dalla verità e si volgeranno alle favole.(2Timoteo 4:3-4)

La Buona Strada

Blog di Giuseppe Piredda, cristiano evangelico pentecostale trinitariano fondamentalista

He who has ears let him hear

A voice crying in the wilderness

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: