Skip to content

Riprensione rivolta ad Angelo Gargano

3 dicembre 2016

Riprensione rivolta ad Angelo Gargano

Angelo Gargano, ravvediti e convertiti. Smetti di amare il denaro, e mettiti ad amare Dio. Smetti di insegnare false dottrine, e mettiti a insegnare la dottrina di Dio. Ma tu pensi con i tuoi vani ragionamenti sulla decima di poter ingannare tutti?

Potrai ingannare qualcuno che non conosce le Scritture, ma chi conosce le Scritture non ti darà ascolto, perché tu menti contro la verità quando ordini ai santi di pagare la decima! E quindi non ti darà la decima delle sue entrate, sapendo che sotto la grazia non vige più questo comandamento della legge. E spero che non ti dia neppure un centesimo, perché tu stai servendo Mammona e non il Signore Gesù. La faccia di Dio è contro voi ‘pastori’ ADI, che amate il denaro, non vi ingannate. Ravvedetevi e convertitevi, e fate frutti degni di ravvedimento.

Giacinto Butindaro


P.S.
Predicazioni che confutano coloro che sotto la grazia ordinano ai santi di pagare la decima:

Non è giusto sotto la grazia ordinare il pagamento della decima ai santi

Leggi tutto…

Le Chiese sono ad un bivio

2 dicembre 2016

Le Chiese sono ad un bivio

chiese-bivio

Le Chiese sono ad un bivio: devono decidere da quale parte schierarsi: o a favore della Massoneria o contro la Massoneria. L’ora è giunta.

Io esorto le Chiese di Dio a schierarsi contro la Massoneria con ogni franchezza, perché farlo significa schierarsi contro Satana, che i massoni servono e adorano (lo chiamano Grande Architetto dell’Universo), e contro le sue macchinazioni; e nello stesso tempo a favore della verità. Non abbiate paura, levate forte e chiara la vostra voce contro questa istituzione satanica che procaccia la distruzione della Chiesa di Dio, colonna e base della verità. Non mettetevi con i massoni, sono nemici della verità che è in Cristo Gesù. Se qualcuno ancora non sa cos’è la Massoneria legga il mio libro «La Massoneria Smascherata» (http://www.lanuovavia.org/massoneria/text/index.html).

“Ma tu hai dato a quelli che ti temono una bandiera, perché si levino in favor della verità.” (Salmo 60:4)

“Allora quelli che temono l’Eterno si son parlati l’uno all’altro e l’Eterno è stato attento ed ha ascoltato; e un libro è stato scritto davanti a lui, per conservare il ricordo di quelli che temono l’Eterno e rispettano il suo nome. Essi saranno, nel giorno ch’io preparo, saranno la mia proprietà particolare; dice l’Eterno degli eserciti; e io li risparmierò, come uno risparmia il figlio che lo serve. E voi vedrete di nuovo la differenza che v’è fra il giusto e l’empio, fra colui che serve Dio e colui che non lo serve.” (Malachia 3:16-18)

Leggi tutto…

L’uomo deve pregare col capo scoperto per non disonorare Gesù, il suo capo

1 dicembre 2016

L’uomo deve pregare col capo scoperto per non disonorare Gesù, il suo capo

murodelpianto

Paolo, l’apostolo e dottore dei gentili, ispirato dallo Spirito santo, ha scritto ai santi di Corinto:

«Ogni uomo che prega o profetizza a capo coperto, fa disonore al suo capo» (1 Corinzi 11:4)

«Ma io voglio che sappiate che il capo d’ogni uomo è Cristo, che il capo della donna è l’uomo, e che il capo di Cristo è Dio.» (1 Corinzi 11:3)

Quindi, fratelli nel Signore, ricordatevi di scoprirvi il capo quando pregate o profetizzate, per non disonorare Cristo Gesù, che è il capo dell’uomo.

Così fate e così dovete trasmettere agli altri, affinché tutti i fratelli nel Signore lo sappiano e lo pratichino, perché non è una cosa scontata, seppure queste cose sono scritte, ma potrebbe capitarvi di vedere fratelli nel locale di culto, a casa o altrove, che rimangono con il capo coperto quando si prega e ciò non deve avvenire, per non disonorare il nostro Capo, che è Cristo Gesù.

Badate dunque a voi stessi, cari nel Signore, e badate anche ai fratelli che avete vicino a voi, affinché imparino a praticare ciò che è scritto nella Parola di Dio. Se qualcuno si oppone a queste cose, significa che questi vuole che Gesù Cristo sia disonorato, ma chi è veramente figlio di Dio non può permettere che avvenga ciò ed ha l’obbligo di opporsi ad una tale cosa. Purtroppo sono molti i cianciatori e seduttori di menti che circolano indisturbati in mezzo alle Chiese di Cristo, insegnando quello che pare meglio a loro, contradicendo ciò che sta scritto. Non siate compagni di coloro che disonorano Cristo, ma guardatevi da costoro.

Leggi tutto…

Solo un piccolo numero di israeliti saranno salvati

30 novembre 2016

Solo un piccolo numero di israeliti saranno salvati

MURO-DEL-PIANTO-ISRAELE

«E Isaia esclama riguardo a Israele: Quand’anche il numero dei figliuoli d’Israele fosse come la rena del mare, il rimanente solo sarà salvato; perché il Signore eseguirà la sua parola sulla terra, in modo definitivo e reciso.» (Romani 9:27-28)

È bene ricordare anche queste cose, perché ci sono sedicenti cristiani che ritengono che tutti gli ebrei siano salvati e che non ci sia la necessità di evangelizzarli. Ciò non è corretto dal punto di vista biblico, bisogna evangelizzare, annunziare che Gesù di Nazaret è il Cristo di Dio anche agli ebrei, e che anch’essi devono ravvedersi e credere nell’Evangelo per essere salvati.

La salvezza non si ottiene per discendenza carnale, ma solo per mezzo della nuova nascita, mediante la fede in Cristo Gesù; questo è valido per tutti, giudei e gentili, secondo quanto è scritto:

«ma a tutti quelli che l’hanno ricevuto egli ha dato il diritto di diventar figliuoli di Dio; a quelli, cioè, che credono nel suo nome; i quali non son nati da sangue, né da volontà di carne, né da volontà d’uomo, ma son nati da Dio.» (Giovanni 1:12-13)

Badate, fratelli, di non farvi sedurre dalla propaganda falsa dei seduttori di menti a riguardo di Israele, ma se ne avete l’occasione, ricordatevi che dovete annunziare la salvezza per mezzo della fede in Cristo Gesù anche ai giudei di nascita, perché solo credendo che Gesù è il Messia saranno salvati, non ci sono altre salvezze o altre vie di salvezza, perché ne esiste una sola, secondo quanto è scritto:

«Gesù gli disse: Io son la via, la verità e la vita; nessuno viene al Padre se non per mezzo di me.» (Giovanni 14:6)

Leggi tutto…

Iddio era, è e sarà sempre misericordioso

29 novembre 2016

Iddio era, è e sarà sempre misericordioso

Iddio-misericordioso

«Ecco, noi chiamiam beati quelli che hanno sofferto con costanza. Avete udito parlare della costanza di Giobbe, e avete veduto la fine riserbatagli dal Signore, perché il Signore è pieno di compassione e misericordioso.» (Ebrei 5:11)

Lo scrittore agli ebrei cita un passo del libro di Giobbe del Vecchio patto per mostrare che Dio è misericordioso ancora oggi. Se tale scrittore non credesse che Dio fosse misericordioso oggi sotto la grazia e non anche nel vecchio patto, non avrebbe potuto prendere un passo del Vecchio per applicarlo al tempo della grazia.

Quindi, servendoci del passo di Ebrei sopracitato, anche noi oggi abbiamo l’obbligo di ricordare a tutti gli uomini che Dio è lo stesso ieri, oggi e in eterno, ed è misericordioso oggi, come pure lo era nel Vecchio patto.

È doveroso ricordare queste cose perché ci sono cianciatori e seduttori di menti, nemici della verità anche in mezzo alle Chiese, dai pulpiti, che si permettono di dire che l’Iddio del Vecchio patto non era misericordioso, perché puniva i peccatori, mentre oggi è buono perché non li punisce e non li fa morire.

La Bibbia ci insegna in numerosi passi che Dio puniva i peccatori nel passato e lo fa anche oggi sotto la grazia. Basta leggere le Scritture del Nuovo Testamento per accertarsi di persone che le cose stanno in questa maniera.

Leggi tutto…

Contro le offerte fittizie fatte per truffare lo Stato

28 novembre 2016

Contro le offerte fittizie fatte per truffare lo Stato

offerte-fittizie

Fratelli, voglio farvi sapere quanto segue. Se la denominazione di cui fate parte, la quale ha fatto una intesa con lo Stato, vi suggerisce di fare quanto segue, dovete rifiutarvi categoricamente di seguire il suo suggerimento, perché vi istiga a frodare lo Stato. Adesso vi spiego in che cosa consiste questo suggerimento.

Se la Chiesa locale di cui fate parte ha deciso di costruire un locale di culto, e vi dice di mandare alla cassa nazionale una offerta o donazione (erogazione liberale) di 1000 euro con la promessa che vi saranno restituiti per intero a suo tempo, perché quei soldi vi metteranno in grado di ottenere dallo Stato un’agevolazione che poi verserete alla Chiesa locale per contribuire alla costruzione del locale di culto, voi dovete rigettare questa proposta perché si tratta di una truffa ai danni dello Stato.

Vi spiego come funziona questo meccanismo diabolico ideato per truffare lo Stato. Allora quando una denominazione fa una intesa con lo Stato, c’è una legge che regola questa intesa, e in questa intesa c’è un articolo in cui c’è scritto più o meno così: «Le persone fisiche possono dedurre dal proprio reddito complessivo, agli effetti dell’imposta sul reddito delle persone fisiche, le erogazioni liberali in denaro, fino all’importo di euro 1.032,91, a favore dell’Ente, per i fini di culto, istruzione, assistenza e beneficenza». Per cui i membri della denominazione sanno che facendo un versamento di 1000 euro alla cassa nazionale potranno scaricare quell’offerta dalla loro dichiarazione dei redditi, il che significa che quella cifra servirà a fare diminuire la base imponibile su cui lo Stato calcola la tassa che il contribuente deve pagare (si tratta infatti di una erogazione liberale deducibile dal reddito complessivo del contribuente che effettua la donazione), e quindi chi fa la dichiarazione dei redditi otterrà un’agevolazione dallo Stato che consiste in un risparmio di denaro da pagare (una minore imposta da pagare).

Per farvi capire come funziona praticamente questa cosa ecco una eccellente spiegazione che ho trovato in un articolo dal titolo «Erogazioni liberali a favore di istituzioni religiose – rigo E24 mod. 730 2016»: «Esempio di calcolo erogazione liberale deducibile. Se un contribuente effettua una erogazione liberare di 1.000 euro e ha un reddito di 20.000 euro, egli si vedrà, in sede di presentazione del modello 730, ridurre il proprio reddito imponibile fiscale di 1.000 euro e quindi si vedrà calcolare le imposte dovute su 19.000 euro. Il risparmio consiste nel risparmiare, su 1.000 euro di donazione o erogazione liberale, l’equivalente dell’imposta dovuta che nel caso in esempio, stante l’applicazione dell’aliquota Irpef del 27% per la parte di reddito eccedente i 15.000 euro, è pari 270 euro. Il contribuente in esempio ha erogato 1.000 euro all’istituzione religiosa nel 2015 ma ne ha recuperate 270 di minor imposte da pagare. Egli dovrà dichiarare nel modello 730/2016, nel quadro E – Oneri e Spese, nel rigo E24 – Erogazioni liberali a favore di istituzioni religiose la cifra di 1.000 euro e nel calcolo delle sue imposte recupererà i 270 euro nel prospetto di liquidazione del modello 730.» (http://job.fanpage.it/erogazioni-liberali-a-favore-di-istituzioni-religiose-rigo-e24-mod-730-2016/). In questo caso dunque il contribuente risparmierà di pagare 270 euro allo Stato: questa è l’agevolazione che lo Stato gli concede.

Leggi tutto…

Siate soggetti …, nel Signore

27 novembre 2016

Siate soggetti …, nel Signore

mogli-soggette

Ho avuto modo di conoscere e anche di leggere commenti di sorelle in Cristo che si ribellano ai comandamenti di Dio, in particolare a quei passaggi biblici in cui sta scritto che le donne devono stare soggette all’uomo, al proprio marito.

Nella Parola di Dio viene insegnato a chi devono sottomettersi i santi, uomini e donne, giovani e vecchi, schiavi e liberi. Di seguito voglio riportare alcuni passi che dimostrano chiaramente che tutti noi credenti dobbiamo stare sottomessi a qualcuno per amore del Signore; tra tali passi sono compresi anche quelli che insegnano che le sorelle devono sottomettersi agli uomini, devono stare soggette ai loro mariti, nel Signore.

Per evitare eccessi dolosi da parte di qualche scellerato intruso in mezzo alla Chiesa di Cristo, è doveroso ricordare che l’obbligo di essere sottomessi si ha solo nell’ambito delineato dal Signore con la Sua Parola, cioè in tutte quelle cose che sono buone e che sono conformi alla volontà di Dio, che non la contrastano.

Chi non osserva i comandamenti di Dio e non si sottomette a quello che è scritto nella Bibbia, è un RIBELLE.

Passiamo ora a leggere alcuni passaggi biblici che faranno sicuramente riflettere, che dimostrano che le DONNE cristiane non sono oggetto di discriminazione alcuna, in quanto TUTTI i credenti devono essere soggetti a qualcuno, e le sorelle non ne sono escluse, checché ne dicano i nemici della verità e della Bibbia.

Riportiamo subito alcuni passi che sono molto avversati soprattutto dalle donne:

LE DONNE DEVONO STARE SOGGETTE ALL’UOMO

«Mogli, siate soggette ai vostri mariti, come si conviene nel Signore.» (Colossesi 3:18)

«Parimente voi, mogli, siate soggette ai vostri mariti, affinché, se anche ve ne sono che non ubbidiscono alla Parola, siano guadagnati senza parola dalla condotta delle loro mogli, quand’avranno considerato la vostra condotta casta e rispettosa. Il vostro ornamento non sia l’esteriore che consiste nell’intrecciatura dei capelli, nel mettersi attorno dei gioielli d’oro, nell’indossar vesti sontuose ma l’essere occulto del cuore fregiato dell’ornamento incorruttibile dello spirito benigno e pacifico, che agli occhi di Dio è di gran prezzo. E così infatti si adornavano una volta le sante donne speranti in Dio, stando soggette ai loro mariti,» (1 Pietro 3:1-5)

«Ma come la Chiesa è soggetta a Cristo, così debbono anche le mogli esser soggette a’ loro mariti in ogni cosa.» (Efesini 5:24)

«Come si fa in tutte le chiese de’ santi, tacciansi le donne nelle assemblee, perché non è loro permesso di parlare, ma debbono star soggette, come dice anche la legge.» (1 Corinzi 14:34)

«Perciò la donna deve, a motivo degli angeli, aver sul capo un segno dell’autorità da cui dipende.» (1 Corinzi 11:10)

Leggi tutto…

Oltre 5 milioni e mezzo di aborti in Italia dal 1978 al 2014

26 novembre 2016

Oltre 5 milioni e mezzo di aborti in Italia dal 1978 al 2014

aborto

Da quando la legge 194 fu promulgata, nel 1978, al 2014, secondo i dati forniti dal Ministero della Salute, gli aborti in Italia sono stati oltre 5 milioni e mezzo (la tabella è presa dal centro di aiuto alla vita di Cassino – http://www.centrodiaiutoallavitadicassino.it/…/i-numeri-de…/)! Fino ad oggi dunque c’è stato uno sterminio di quasi 6 milioni di esseri umani! Nessuno dunque si meravigli dei giudizi di Dio su questa nazione. L’ira di Dio infatti si rivela dal cielo anche a motivo di questo peccato, che è omicidio agli occhi di Dio, contro coloro che lo praticano! E questo è solo uno dei tanti peccati per i quali l’ira di Dio si rivela dal cielo sugli uomini! Aggiungeteci per esempio l’idolatria, l’omicidio (in questo caso mi riferisco all’omicidio di esseri umani già nati), la fornicazione, l’adulterio, l’omosessualità, la pedofilia, il ladrocinio, l’avarizia, la bestemmia, la menzogna, la stregoneria, lo spiritismo, il satanismo, ubriachezze e gozzoviglie, e vi renderete conto come non v’è alcuna ingiustizia in Dio quando Egli decide di riversare la sua ira sugli uomini ribelli tramite terremoti, alluvioni, trombe d’aria, fulmini, malattie e altri mezzi! Tutti questi giudizi sono una manifestazione della sua giustizia che è eccelsa! Colgo dunque l’occasione per esortare le donne a non abortire per non rendersi colpevoli di omicidio. E a quelle che hanno già praticato l’aborto a ravvedersi e convertirsi dai loro peccati e chiedere perdono al Signore. Nessuno si illuda, la parte degli omicidi sarà nello stagno ardente di fuoco e di zolfo, dove saranno tormentati per l’eternità (cfr. Apocalisse 21:8). Leggi tutto…

Uno dei danni che ha provocato la falsa dottrina del “non giudicare”

25 novembre 2016

Uno dei danni che ha provocato la falsa dottrina del “non giudicare”

non-giudicare

«Perché chiunque usa il latte non ha esperienza della parola della giustizia, poiché è bambino; ma il cibo sodo è per uomini fatti; per quelli, cioè, che per via dell’uso hanno i sensi esercitati a discernere il bene e il male.» (Ebrei 5:13-14)

Per discernere il bene dal male bisogna esprimere delle valutazioni, dei giudizi su tutte le cose. Coloro che sono stati abituati a NON GIUDICARE MAI, sono rimasti bambini in Cristo, non avendo i loro sensi spirituali esercitati a discernere il bene dal male, quindi, non sono in grado di attenersi solo al bene e di rigettare il male, sono, dunque, privi di discernimento spirituale.

Questa falsa dottrina del NON GIUDICARE ha prodotto dei credenti privi di discernimento che si prodigavano nel fare il male, anziché attenersi solo al bene. Tale falsa dottrina è molto gradita ai peccatori che non vogliono rinunciare al loro peccato; ma i santi timorati di Dio comprendono che tale dottrina è falsa e la rigettano, perché la loro coscienza, la loro ragione e il loro spirito li spinge a rigettare tale dottrina malvagia, pericolosa e molto dannosa per l’anima di coloro che l’assimilano dentro di loro. È un veleno mortifero, che permette ad ogni altra falsa dottrina di penetrare nella loro vita, in quanto non sono in grado di discernere e tenere lontano da sè tutto ciò che è falso.

Per quanto viene detto nel passo citato sopra, si comprende chiaramente che coloro che non giudicano e non discernono il bene dal male, sono dei bambini in Cristo, non sono maturi, pertanto non sono in grado di portare frutti per il Regno di Dio. Sono dei cuori infruttuosi, soffocati dalle spine, dalla falsità, secondo quanto è specificato da Gesù mediante la parabola del seminatore.

Cari nel Signore, state dunque in guardia, esaminate ogni cosa e ritenete il bene, il bene soltanto, giudicando di continuo cosa sia accettevole al signore e provvedendo a rigettare tutto ciò che è palesemente peccato o abbia anche solo l’apparenza di peccato o di cosa sconveniente. Leggi tutto…

La Massoneria ha imprigionato tante anime: lottiamo per la loro liberazione!

24 novembre 2016

La Massoneria ha imprigionato tante anime: lottiamo per la loro liberazione!

pecore-prigioniere

Noi lottiamo strenuamente affinché le pecore che sono state imprigionate dalla Massoneria siano liberate dalla prigione in cui si trovano. Esse infatti non sono libere in quanto la Massoneria con la sua astuzia le ha rese schiave di precetti umani che voltano le spalle alla verità e quindi impedisce loro di parlare ed operare secondo l’esempio che ci hanno lasciato gli apostoli. Seguire l’esempio degli apostoli infatti, viene loro presentato dalla Massoneria come qualcosa di dannoso, e quindi di sorpassato. Guai dunque a imitare gli apostoli! I tempi sono cambiati, e quindi l’esempio degli apostoli non va più bene per la Chiesa!

Queste pecore dunque sono state ingannate e si illudono di essere libere, perché in effetti sono schiave di uomini corrotti riprovati quanto alla fede, ossia i massoni, che con la loro astuzia le hanno messe in una prigione.

Fratelli, la Massoneria ha imprigionato tante pecore, annunciamo dunque loro la verità che è in Cristo Gesù, che rende liberi, e preghiamo per loro. Leggi tutto…

Blog di Aldo Prendi

Per la diffusione e la difesa delle dottrine bibliche

Acordai-vos

Tocai a trombeta em Sião, e dai o alarma no meu santo monte.

Egli è altresì scritto...

Blog di Nicola Iannazzo

Destatevi

"Suonate la tromba in Sion e date l'allarme sul mio santo monte" (Gioele 2:1)

Il Buon Deposito

Dottrine della Bibbia

Il blog di Aldo Prendi

La sana doctrina bíblica

Quien tiene oídos para oír, oiga

Chiesa Evangelica Pentecostale di Augusta

Gesù disse: Io son la risurrezione e la vita; chi crede in me, anche se muoia, vivrà (cfr. Giovanni 11:25)

La Massoneria Smascherata

"non v'è niente di nascosto che non abbia ad essere scoperto" (Matteo 10:26)

SALVATI per GRAZIA

Blog Di Giuseppe Palamara

La verità rende liberi!

Sito di attualità e informazione cristiana

Listen to the sound of the sword

«Stand in the ways and see, and ask for the old paths, where the good way is, and walk in it» (Jeremiah 6:16)

Non tollero Jezabel

Il blog di Gian Michele Tinnirello

Sana Dottrina

Perché verrà il tempo che non sopporteranno la sana dottrina; ma per prurito d'udire si accumuleranno dottori secondo le loro proprie voglie e distoglieranno le orecchie dalla verità e si volgeranno alle favole.(2Timoteo 4:3-4)

La Buona Strada

Il blog di Giuseppe Piredda, cristiano evangelico pentecostale trinitariano

He who has ears let him hear

A voice crying in the wilderness

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: