Skip to content

Il nome degli eletti che sono scritti nel libro della vita possono essere cancellati?

28 novembre 2015

Il nome degli eletti, che sono scritti nel libro della vita, possono essere cancellati?

calvinoNel libro della rivelazione ricevuta da Giovanni, leggiamo:

«E tutti gli abitanti della terra i cui nomi NON sono scritti fin dalla fondazione del mondo nel libro della vita dell’Agnello che è stato immolato, l’adoreranno.» (Apocalisse 13:8)

In questo passo Gesù ci fa sapere che solo coloro che sono scritti nel libro della vita non adoreranno l’anticristo. Inoltre, ci fa anche sapere che c’è una distinzione di persone tra quelli che sono scritti nel libro della vita dell’Agnello fin dalla fondazione del mondo e tra quelle persone che non sono iscritte in esso.

Quindi, ci sono due categorie di persone, di cui quelli iscritti nel libro della vita sono quelli che nascono di nuovo e vengono rigenerati spiritualmente, mentre quelli NON iscritti nel libro, anche se vengono evangelizzati, non possono mai accettare e credere nell’Evangelo, perché non è loro dato, appunto perché non sono scritti nel libro degli eletti a salvezza.

Oltre alla prima distinzione di persone che sono iscritti e quelli NON iscritti nel libro della vita, la Scrittura ci fa sapere che c’è un’altra distinzione, tra quelli i cui nomi sono iscritti e non verranno cancellati e quelli che sono stati iscritti e vengono cancellati dal libro della vita:

«Ricordati dunque di quanto hai ricevuto e udito; e serbalo, e RAVVEDITI. CHE SE TU NON VEGLI, io verrò come un ladro, e tu non saprai a quale ora verrò su di te. Ma tu hai alcuni pochi in Sardi che non hanno contaminato le loro vesti; ESSI CAMMINERANNO MECO IN VESTI BIANCHE, perché ne son degni. CHI VINCE sarà così vestito di vesti bianche, ed io NON CANCELLERO’ IL SUO NOME dal libro della vita, e confesserò il suo nome nel cospetto del Padre mio e nel cospetto dei suoi angeli.» (Apocalisse 3:3-5)

Si vedere chiaramente, dunque, in questo passo sono elencate due categorie di persone, una è quella che riguarda tutti gli iscritti nel libro della vita, quindi rigenerati e nati di nuovo, il cui nome non viene cancellato dal libro della vita; poi c’è un’altra categoria di credenti, i quali sono ugualmente nati di nuovo, il cui nome ad un certo punto della loro vita VIENE CANCELLATO e se ne vanno in perdizione.

Oltre a ciò, voglio anche farvi notare che il conduttore della chiesa di Sardi a cui Gesù ha indirizzato quelle parole, stava rischiando di essere CANCELLATO dal libro della vita, infatti Gesù lo ammonisce e lo esorta a RAVVEDERSI, e si comprende che non era degno di camminare con Gesù, perché aveva contaminato le sue vesti, e per questo doveva ravvedersi, altrimenti il suo nome sarebbe stato cancellato dal libro della vita in cui era ISCRITTO fin dalal fondazione del mondo. Questo conduttore/pastore della Chiesa di Sardi, era scritto nel libro della vita, era quindi nato di nuovo ed era stato perdonato e lavato dei suoi peccati, era stato rigenerato spiritualmente, ed aveva persino anche ricevuto un ministerio, era il pastore della comunità di Sardi, il conduttore di quella comunità (vgs Apoc. 2:19 sul ministerio che avevano le sette stelle).

Un’altra cosa da notare è il fatto che questa stella di Sardi, era nella mano di Gesù, ma se non si sarebbe RAVVEDUTO delle sue contaminazioni, egli sarebbe stato cancellato dal libro della vita, benché fosse nelle mani di Gesù come le altre stelle (vgs a tal proposito Apoc. 1:17-20).

Ciò che si legge in Apocalisse a riguardo del fatto che si può essere cancellati dal libro della vita non è una novità per Giovanni, né per tutti i pastori e gli apostoli delle Chiese di allora, perciò non lo deve essere neppure oggi, perché tutti questi studiavano le Scritture sacre composta dai libri che noi oggi chiamiamo del Vecchio Testamento, e avranno pertanto sicuramente letto e meditato anche queste parole che stanno scritte nel libro dell’Esodo:

«Mosè dunque tornò all’Eterno e disse: ‘Ahimè, questo popolo ha commesso un gran peccato, e s’è fatto un dio d’oro; nondimeno, perdona ora il loro peccato! Se no, deh, CANCELLAMI DAL TUO LIBRO che hai scritto!’ E l’Eterno rispose a Mosè: ‘COLUI CHE HA PECCATO CONTRO DI ME, QUELLO CANCELLERO’ DAL MIO LIBRO!» (Esodo 32:31-33)

E ancora nei salmi si legge:

«Sian cancellati dal libro della vita, e non siano iscritti con i giusti.» (Salmi 69:28)

Riassumendo quanto abbiamo detto, apprendiamo che nel libro della vita non sono scritti tutti gli uomini che sono vissuti o vivranno sulla terra, ma solo quelli che sono stati ELETTI da Dio ad essere chiamati e giustificati e salvati, ancor prima della fondazione del mondo, perciò nascono dall’alto e vengono rigenerati spiritualmente. Ma per queste persone non è finita così in quella maniera, perché ci sono anche le Scritture che dicono che ALCUNI di quelli che sono ISCRITTI nel libro della vita vengono CANCELLATI da quel LIBRO, quindi anche questi, alla pari di quelli che non sono iscritti, vanno in perdizione.

Per fare un esempio concreto  e ben conosciuto da tutti, di ciò che abbiamo detto finora, leggiamo nelle sacre Scritture che il nome dell’apostolo Giuda è stato cancellato dal libro della vita, egli infatti era ANNOVERATO con gli altri undici apostoli, ma il suo nome, prima iscritto, successivamente è stato CANCELLATO dal libro della vita, da quanto si comprende dalle parole pronunciate da Gesù Cristo:

«Mentre io ero con loro, io li conservavo nel tuo nome; QUELLI CHE TU MI HAI DATI, li ho anche custoditi, e NIUNO DI LORO è perito, TRANNE il figliuol di perdizione, AFFINCHE’ LA SCRITTURA FOSSE ADEMPIUTA.» (Giovanni 17:12)

Iddio Padre ha dato a Gesù quelli che Egli ha preordinato, e così fece anche con Giuda, secondo quanto è scritto:

«E diceva: Per questo v’ho detto che niuno può venire a me, se non gli è dato dal Padre.» (Giovanni 6:65)

Giuda gli era stato dato da Dio a Gesù nella stessa maniera degli altri undici apostoli, con la differenza che Giuda è andato in perdizione e Gesù ne spiega anche il motivo: affinché la Scrittura fosse adempiuta!

A questo punto qualcuno può ancora avere qualche dubbio sul fatto che Giuda sia stato veramente un credente, a tutti gli effetti come lo erano gli altri discepoli di Cristo e gli altri UNDICI apostoli. A questi uomini pieni di dubbio, gli facciamo riflettere su questi altri passi che di seguito citerò.

1. GIUDA FU SCELTO, INSIEME AGLI ALTRI UNDICI, DOPO CHE GESU’ SI RITIRO’ SUL MONTE PER PREGARE

«Or avvenne in que’ giorni ch’egli se ne andò sul monte a pregare, e passò la notte in orazione a Dio. E quando fu giorno, chiamò a sé i suoi discepoli, e ne elesse dodici, ai quali dette anche il nome di apostoli: Simone, che nominò anche Pietro, e Andrea, fratello di lui, e Giacomo e Giovanni, e Filippo e Bartolommeo, e Matteo e Toma, e Giacomo d’Alfeo e Simone chiamato Zelota, e Giuda di Giacomo, e Giuda Iscariot che divenne poi traditore.» (Luca 6:12-16)

Gesù si ritirò sul monte per pregare e questo ci fa capire che la scelta dei dodici apostoli non fu casuale, ma è avvenuta in maniera perfettamente spirituale, sia perché Gesù conosceva quello che c’era nei cuori di tutti gli uomini, secondo quanto è scritto: «E Gesù, conosciuti i loro pensieri, disse: Perché pensate voi cose malvage ne’ vostri cuori?» (Matteo 9:4), quindi, la scelta di Gesù non avvenne alla cieca, ma Lui sapeva bene chi era Giuda in quel momento, e solo in un secondo momento Giuda si è sviato ed è diventato il figliolo della perdizione come lo ha definito Gesù.

2. GIUDA ALLA PARI DEGLI ALTRI UNDICI APOSTOLI AVEVA RICEVUTO LA POTESTA’ DI EVANGELIZZARE, DI GUARIRE GL’INFERMI E DI CACCIARE I DEMONI

«Ora Gesù, chiamati assieme i DODICI, diede loro potestà ed autorità su tutti i demonî e di guarir le malattie. E li mandò a predicare il regno di Dio e a guarire gl’infermi. E disse loro: Non prendete nulla per viaggio: né bastone, né sacca, né pane, né danaro, e non abbiate tunica di ricambio. E in qualunque casa sarete entrati, in quella dimorate e da quella ripartite. E quant’è a quelli che non vi riceveranno, uscendo dalla loro città, scotete la polvere dai vostri piedi, in testimonianza contro a loro. ED ESSI, partitisi, andavano attorno di villaggio in villaggio, evangelizzando e facendo guarigioni per ogni dove.» (Luca 9:1-6)

Come gli altri undici apostoli, Giuda andò a predicare l’evangelo del Regno di Dio, a cacciare i demoni e a guarire gli infermi e tutto questo lo ha potuto fare solo per mezzo della misura di Spirito santo che albergava in lui, perché senza lo Spirito santo non poteva fare nulla, né lui né gli altri undici. Il loro parlare era ispirato dallo Spirito santo che albergava in loro, come disse Gesù, quando li mandò a predicare, e diede loro diverse istruzioni, tra le quali disse loro queste parole:

«Poiché non siete voi che parlate, ma è lo Spirito del Padre vostro che PARLA IN VOI.» (Matteo 10:20),

è scritto PARLA IN VOI, e non che avrebbe parlato in loro in futuro, ma già da quel momento lo Spirito santo parlava in loro, appunto perché era presente in loro, dentro di loro, e permetteva loro di predicare l’evangelo, cacciare i demoni e guarire gli infermi. Così è scritto, e dà molto fastidio quello che è scritto, infatti i nemici della Verità che FALSAMENTE si vantano di seguire “Sola Scriptura”, quando invece la Scrittura la annullano, e come si impegnano per annullare quello che sta scritto.

3. PIETRO CONFERMA CHE GIUDA ERA ANNOVERATO AGLI UNDICI E AVEVA RICEVUTO IL MINISTERIO DI APOSTOLO COME GLI ALTRI

«E in que’ giorni, Pietro, levatosi in mezzo ai fratelli (il numero delle persone adunate saliva a circa centoventi), disse: Fratelli, bisognava che si adempisse la profezia della Scrittura pronunziata dallo Spirito Santo per bocca di Davide intorno a Giuda, che fu la guida di quelli che arrestarono Gesù. Poiché egli era annoverato fra noi, e avea ricevuto la sua parte di questo ministerio.» (Atti 1:15-17)

Anche Pietro afferma che Giuda era stato annoverato tra loro ed aveva RICEVUTO LA SUA PARTE DEL MINISTERIO medesimo che avevano ricevuto gli altri undici apostoli.

Cari nel Signore, purtroppo si sono introdotti in mezzo a noi dei falsi dottori, dei falsi pastori, dei cianciatori e seduttori di menti, che contrastano gli insegnamenti di Gesù e degli apostoli e con dolce e lusinghiero parlare seducono il cuore dei semplici. Costoro contrastano la Verità, e si applicano in tutti i modi per annullare quello che è scritto nella Parola di Dio, proprio come facevano gli scribi e i farisei, per seguire le proprie dottrine e i propri principi che si sono dati dando retta a Giovanni Calvino. A costoro Iddio permette che parlino in mezzo alla sua Chiesa, per mettere alla prova il suo popolo, per sapere se il suo popolo ama l’Eterno con tutto il cuore e con tutta l’anima (cfr Deuteronomio 13:1-5).

Non è sufficiente citare le Scritture e mettere assieme dei passi uno dopo l’altro, questo sono in grado di farlo tutti, e lo fanno proprio tutti, anche le sette più lontane dalla verità, gli stessi massoni che adorano Satana si permettono di citare le Scritture come pare bene loro; ma quello che bisogna fare è citare la Scrittura tagliandola rettamente, e tutti i passi tra loro devono essere lineari, spiegati dalle stesse Scritture, e le conclusioni devono essere confermate dalla somma della Parola (cfr Salmo 1119:160). Ogni cosa è scritta con un motivo ben preciso, tra cui le numerose esortazioni a perseverare nella fede e nella santificazione, appunto, perché i credenti che non perseverano e non vincono, vengono cancellati dal libro della vita e gettati all’inferno.

Cari nel Signore, la mia richiesta a Dio è che nessuno vi seduca con vani ragionamenti, badate dunque come ascoltate.

Giuseppe Piredda

Annunci
No comments yet

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

No Temas Sino Habla

Entonces él Señor dijo de noche en visión á Pablo: No temas, sino habla, y no calles: Porque yo estoy contigo, y ninguno te podrá hacer mal (Hechos 18:9-10)

Blog di Aldo Prendi

Per la diffusione e la difesa delle dottrine bibliche

Acordai-vos

Tocai a trombeta em Sião, e dai o alarma no meu santo monte.

Egli è altresì scritto...

Blog di Nicola Iannazzo

Destatevi

"Suonate la tromba in Sion e date l'allarme sul mio santo monte" (Gioele 2:1)

Il Buon Deposito

Dottrine della Bibbia

La Massoneria Smascherata

"non v'è niente di nascosto che non abbia ad essere scoperto" (Matteo 10:26)

SALVATI per GRAZIA

Blog Di Giuseppe Palamara

La verità rende liberi!

Sito di attualità e informazione cristiana

Listen to the sound of the sword

«Stand in the ways and see, and ask for the old paths, where the good way is, and walk in it» (Jeremiah 6:16)

Non tollero Jezabel

Il blog di Gian Michele Tinnirello

Sana Dottrina

Perché verrà il tempo che non sopporteranno la sana dottrina; ma per prurito d'udire si accumuleranno dottori secondo le loro proprie voglie e distoglieranno le orecchie dalla verità e si volgeranno alle favole.(2Timoteo 4:3-4)

La Buona Strada

Blog di Giuseppe Piredda, cristiano evangelico pentecostale trinitariano fondamentalista

He who has ears let him hear

A voice crying in the wilderness

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: