Skip to content

Come sono decaduti alcuni angeli di Dio, così possono perdere la salvezza alcuni credenti nati di nuovo

20 gennaio 2016

Come sono decaduti alcuni angeli di Dio, così possono perdere la salvezza alcuni credenti nati di nuovo

stelle-cadentiAnche se la cosa ad alcuni può non piacere, ma è bene che sappia che alcuni dei santi, nati di nuovo, possono perdere la salvezza, come pure ALCUNI DEGLI ANGELI di Dio LASCIARONO LA LORO DIGNITA’ PRIMIERA, abbandonando la loro natura di angelo, per assumere quella umana, con lo scopo di congiungersi con le donne degli uomini, in tal modo si ribellarono a Dio. Tali Angeli decaduti Iddio li ha INCATENATI, li ha inabissati in antri tenebrosi, per essere custoditi per il giorno del giudizio.

Ecco cosa sta scritto a tal riguardo:

«Or voglio ricordare a voi che avete da tempo conosciuto tutto questo, che il Signore, dopo aver tratto in salvo il popolo dal paese di Egitto, fece in seguito perire quelli che non credettero, e che Egli ha serbato in catene eterne, nelle tenebre, per il giudicio del gran giorno, gli angeli che non serbarono la loro dignità primiera, ma lasciarono la loro propria dimora.» (Giuda 1:5-6)

Ora, fratelli e sorelle nel Signore, non è forse Satana un angelo ribelle e decaduto? Quindi, se è possibile per gli angeli creati da Dio puri dal peccato RIBELLARSI A Lui, e coloro che lo hanno fatto saranno giudicati e gettati nello stagno di fuoco e di zolfo, non si comprende perché la medesima cosa non possa accadere ad alcuni credenti, purificati dal sangue di Gesù. Gli angeli in questione sono chiamati dalle Scritture “figlioli di Dio”, secondo quanto è scritto:

«Or accadde un giorno, che I FIGLIUOLI DI DIO vennero a presentarsi davanti all’Eterno, e Satana venne anch’egli in mezzo a loro a presentarsi davanti all’Eterno.» (Giobbe 2:1)

«Su che furon poggiate le sue fondamenta, o chi ne pose la pietra angolare quando le stelle del mattino cantavan tutte assieme e tutti I FIGLI DI DIO davan in gridi di giubilo?» (Giobbe 38:6-7)

Quindi, se è possibile per gli angeli RIBELLARSI A DIO e per questo saranno giudicati e gettati nello stagno di fuoco e di zolfo, per quale motivo deve essere IMPOSSIBILE agli uomini che diventano prima FIGLIOLI DI DIO, come sta scritto:

«ma a tutti quelli che l’hanno ricevuto egli ha dato il diritto di diventar figliuoli di Dio; a quelli, cioè, che credono nel suo nome» (Giovanni 1:12)?

Gli angeli hanno una natura più potente di quella degli uomini, sono più gloriosi, e le Scritture dicono che ALCUNI di questi angeli si sono ribellati a Dio, di conseguenza Iddio li ha CUSTODITI in antri tenebrosi per il giorno del giudizio. Nella stessa maniera il giudizio di Dio RICADE addosso a quegli uomini che una volta diventati figlioli di Dio, nascendo di nuovo, ad un certo punto del loro cammino, incominciano a condursi in maniera RIBELLE e RINNEGANO il Signore che li ha riscattati.

Gli apostoli Pietro e Giuda hanno messo in guardia i santi citando tra i vari giudizi di Dio anche quello preparato da Dio per gli angeli RIBELLI, appunto, per trasmettere un santo timore di Dio alla Chiesa di Cristo, affinché riflettendo su tali cose, essi si mantenessero fermi nella fede, nella sana dottrina e abbondanti nelle opere buone, guardandosi bene dal NON RINNEGARE CRISTO e dal non ribellarsi.

Diletti e fedeli nel Signore, non vi fate sedurre dai cianciatori e dai seduttori di menti, non fatevi sedurre da questi novelli calvinisti, che VI ILLUDONO facendovi credere che Dio non getterà nessun credente all’inferno, perché le cose non stanno come insegnano costoro, perché se un figliolo di Dio VIVE IN MANIERA RIBELLE e non SI RAVVEDE dei suoi peccati, l’ira di Dio piomberà su di lui e sarà gettato all’inferno.

Vi supplico, fratelli nel Signore, conducetevi in maniera savia e santa, sforzatevi di camminare come piace al Signore, per non perdere il premio che vi è stato promesso, e per non essere gettati all’inferno, ve ne supplico, fratelli, camminate al cospetto di Dio e degli uomini in modo da OTTENERE IL PREMIO. Non date retta a quei ragionamenti insensati e pericolosi che operano nell’animo umano per far rilassare i costumi e l’animo, spegnendo lo Spirito di Dio, facendo venire meno anche la fede in Dio.

Nessuno vi seduca con vani ragionamenti.

Giuseppe Piredda

Annunci
2 commenti leave one →
  1. Carmine permalink
    20 gennaio 2016 19:55

    Ma se gli angeli decaduti sono legati, i demoni da dove vengono fuori? Di chi si serve il diavolo? I demoni che cacciava Gesù sono il risultato di cosa? Poi io penso che una persona che “perde” la salvezza vuol dire che non è mai stata salvata altrimenti rischiamo di vanificare il sacrificio di Cristo.

    Mi piace

  2. 20 gennaio 2016 20:12

    Dal tuo commento è chiaro che c’è molta confusione. Ci sono degli angeli che sono tuttora legati, quelli di Genesi 6 che hanno preso le donne come mogli, e da cui sono nati i giganti. I demoni non sono angeli. Hai detto bene che il sacrificio di Cristo per alcuni viene vanificato, ad esempio se uno RINNEGA CRISTO, per lui quel sacrifico non ha più valore, non agisce più nel purificarlo da ogni peccato. Uno che non è mai stato salvato, non può perdere la salvezza, non l’ha mai avuta. Uno che non ha mai conosciuto Cristo, quindi è stato salvato ed è nato di nuovo, perché solo i nati di nuovo possono dire di aver conosciuto Cristo, dico, uno che non ha mai conosciuto Cristo non può RINNEGARLO, perché si può rinnegare solo qualcuno che si è conosciuto, e non chi non si conosce. Se non ci fosse la possibilità di perdere la salvezza ottenuta per grazia, non ci sarebbero neppure i passi della Scrittura che lo fanno capire, ecco perchè la Scrittura parla di perseveranza per ottenere il premio. I passi sono veramente tantissimi che affermano questo, e non si capisce perché taluni non li vogliano accettare, le cose stanno proprio così come sono scritte.
    Per tornare al post, faccio notare che se è stato possibile per degli angeli rinnegare Iddio e mettersi col nemico, non si capisce per quale motivo non possano farlo anche dei credenti figlioli di Dio, e c’è da notare, anche, che nel libro di Giobbe gli angeli vengono chiamati figli di Dio.

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

No Temas Sino Habla

Entonces él Señor dijo de noche en visión á Pablo: No temas, sino habla, y no calles: Porque yo estoy contigo, y ninguno te podrá hacer mal (Hechos 18:9-10)

Blog di Aldo Prendi

Per la diffusione e la difesa delle dottrine bibliche

Acordai-vos

Tocai a trombeta em Sião, e dai o alarma no meu santo monte.

Egli è altresì scritto...

Blog di Nicola Iannazzo

Destatevi

"Suonate la tromba in Sion e date l'allarme sul mio santo monte" (Gioele 2:1)

Il Buon Deposito

Dottrine della Bibbia

La Massoneria Smascherata

"non v'è niente di nascosto che non abbia ad essere scoperto" (Matteo 10:26)

SALVATI per GRAZIA

Blog Di Giuseppe Palamara

La verità rende liberi!

Sito di attualità e informazione cristiana

Listen to the sound of the sword

«Stand in the ways and see, and ask for the old paths, where the good way is, and walk in it» (Jeremiah 6:16)

Non tollero Jezabel

Il blog di Gian Michele Tinnirello

Sana Dottrina

Perché verrà il tempo che non sopporteranno la sana dottrina; ma per prurito d'udire si accumuleranno dottori secondo le loro proprie voglie e distoglieranno le orecchie dalla verità e si volgeranno alle favole.(2Timoteo 4:3-4)

La Buona Strada

Blog di Giuseppe Piredda, cristiano evangelico pentecostale trinitariano fondamentalista

He who has ears let him hear

A voice crying in the wilderness

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: