Vai al contenuto

Una parola su Giuda Iscariot

17 novembre 2019

Una parola su Giuda Iscariot

Si legge nei vangeli che il Signore Gesù Cristo, prima si ritirò per pregare, poi scelse tra i suoi discepoli i dodici apostoli, dopo li mandò a predicare e a cacciare i demoni e a guarire gli infermi, tra i quali vi era anche Giuda Iscariot. Ecco cosa scrive Marco a tal riguardo:

«E partiti, predicavano che la gente si ravvedesse; cacciavano molti demonî, ungevano d’olio molti infermi e li guarivano.» (Marco 6:12-13)

Inoltre, Marco scrisse, tra le altre cose, anche queste parole:

«Or questi sono i segni che accompagneranno coloro che avranno creduto: nel nome mio cacceranno i demonî; parleranno in lingue nuove; prenderanno in mano dei serpenti; e se pur bevessero alcunché di mortifero, non ne avranno alcun male; imporranno le mani agl’infermi ed essi guariranno.» (Marco 16:17-18)

Dall’esame dei passi dei Vangeli, si capisce, quindi, che per guarire gli infermi e per cacciare i demoni bisogna essere per forza di cose credenti, perché è uno dei segni che accompagnano chi ha creduto. Gli increduli non possono cacciare i demoni.

In conseguenza di ciò, considerato che anche Giuda Iscariot, il quale fu prima scelto da Gesù come uno dei dodici apostoli, poi fu mandato con gli altri undici a predicare l’Evangelo, a guarire gli infermi e a cacciare i demoni, risulta chiaro che egli era credente quando fu scelto e mandato, e perciò aveva dentro di sé lo Spirito santo. Infatti, non è possibile che uno che appartiene al regno delle tenebre e non ha lo Spirito di Cristo dentro di sé ed è al servizio di Satana, possa in qualche modo scacciare Satana.

Oltre a ciò, la Parola di Dio ci fa sapere che Giuda ha tradito e rinnegato Gesù ed è andato in perdizione, infatti, egli è definito “il figliolo della perdizione”.

Pertanto, dalla meditazione di quanto è stato detto sopra e di tutto ciò che riporta su Giuda la somma della parola di Dio, la conclusione naturale a cui si deve giungere è questa: “Giuda era un prescelto da Dio, scritto nel libro della vita; egli era un credente per un tempo, poi ad un certo punto ha rinnegato Gesù Cristo, ed il suo nome è stato cancellato dal libro della vita, per cui è andato in perdizione”.

Cari nel Signore, vi esorto vivamente a guardarvi da tutti quei credenti che dicono che la salvezza non si può perdere, perché essi mentono contro la verità, contro la Parola; essi sono stati sedotti dal diavolo con le stesse parole con cui ha sedotto Eva, infatti anche a costoro egli ha fatto credere che: ‘no, non morrete affatto’, neppure se rinnegate Gesù Cristo, e questo è una menzogna, perché è scritto:

«se lo rinnegheremo, anch’egli ci rinnegherà» (2 Timoteo 2:13)

A costoro, esortateli a ravvedersi del loro pensiero malvagio e del loro credo grandemente sbagliato, affinché si vergognino e non cadano e non abbiano la forza di rialzarsi, proprio com’è successo a Giuda Iscariot.

Nessuno vi seduca con vani ragionamenti.

Giuseppe Piredda

No comments yet

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...