Skip to content

Considerazioni in merito all’esortazione fatta dal fratello Giacinto Butindaro a Roselen Boerner Faccio, ‘pastora’ della chiesa evangelica Ministero Sabaoth di Milano

4 febbraio 2010

Considerazioni in merito all’esortazione fatta dal fratello Giacinto Butindaro a Roselen Boerner Faccio, ‘pastora’ della chiesa evangelica Ministero Sabaoth di Milano

Pace a te, Roselen Boerner Faccio, e pace a tutti voi che seguite gli insegnamenti di questa donna.
Desidero manifestare con questo mio articolo il mio pacifico dissenso al fatto che la Boerner Faccio essendo una donna si sia assunta da sè stessa il ministerio di pastore (perchè la Parola di Dio vieta alla donna di insegnare), pertanto, non è Dio che l’ha costituita in tale ministerio.
Oltre a ciò, vedrete nel video seguente con quale gravità Roselen B. Faccio salga sul pulpito, e metta in vetrina sé stessa, gettandosi dietro le spalle i comandamenti del Signore che sono scritti nella Parola di Dio, utilizzando la sapienza umana, carnale e utilizzando la filosofia.
Guardate ora il video:

Ora, fratelli e sorelle, per quanto riguarda l’argomento che la donna non può insegnare è già stato affrontato in questo blog abbastanza largamente, i cui articoli sono accompagnati anche da numerosi commenti contrari e le relative risposte, a cui vi rimando gentilmente alla lettura.

In questo video si vede la ‘pastora’ Roselen Boerner Faccio che dice: “nessuno mi può giudicare“, e oltre che dire una cosa sbagliata biblicamente, lo fa pure canticchiando una canzone mondana, ed è per questo che ho detto che lei usa il pulpito per mostrare sé stessa, perchè usa il pulpito come se fosse un palco teatrale, in cui lei è attrice.
Riflettete fratelli, voi che la seguite ciecamente, riflettete, guardate la sua vita, confrontatela con quella degli apostoli e dei profeti, raffrontate le sue parole con quelle della Parola di Dio e vi renderete conto di quanto questa donna si sia allontanata dalla verità.

Torniamo al video, la prima cosa falsa che dice è che “nessuno la può giudicare”, mentre le sacre Scritture dicono il contrario.
Infatti sta scritto:
“Parlino due o tre profeti, e gli altri giudichino;” (1 Corinzi 14:29)

E ancora:
“Io conosco le tue opere e la tua fatica e la tua costanza e che non puoi sopportare i malvagi e hai messo alla prova quelli che si chiamano apostoli e non lo sono, e li hai trovati mendaci;” (Apocalisse 2:2)

“Non sapete voi che i santi giudicheranno il mondo? E se il mondo è giudicato da voi, siete voi indegni di giudicar delle cose minime? Non sapete voi che giudicheremo gli angeli? Quanto più possiamo giudicare delle cose di questa vita!” (1 Corinzi 6:2,3)

Dunque, fratelli, da questi passi e anche diversi altri, si comprende che tutti noi possiamo giudicare, nel senso esprimere una valutazione ed un giudizio su una certa persona o verso una certa cosa, però non basandoci sull’apparenza, ma con giusto giudizio (Giov. 7:24).
Fratelli, guai se non fosse così, perchè altrimenti come faremmo a riconoscere un lupo travestito da pecora? O riconoscere una falsa dottrina? O come faremo a distinguere una pecora da una capra? (purtroppo oggi sono in molti quelli che non distinguono tali cose l’una dall’altra).

Una volta giudicato con giusto giudizio un fratello e ritenuto mendace, in quanto sta insegnando una falsa dottrina, se questo è un anziano o l’insegnamento raggiunge un pubblico ampio, si rende necessaria una giusta riprensione, e a riguardo della riprensione la Parola dice:
“Non ricevere accusa contro un anziano, se non sulla deposizione di due o tre testimoni. Quelli che peccano, riprendili in presenza di tutti, onde anche gli altri abbian timore.” (1 Timoteo 5:19,20)

E ancora la Parola ci dice:
“Ma quando Cefa fu venuto ad Antiochia, io gli resistei in faccia perch’egli era da condannare.
Ma quando vidi che non procedevano con dirittura rispetto alla verità del Vangelo, io dissi a Cefa in presenza di tutti: se tu, che sei Giudeo, vivi alla Gentile e non alla giudaica, come mai costringi i Gentili a giudaizzare?”
(Galati 2:11,14)

Avete letto, fratelli, che i cosiddetti anziani o ministri, se peccano, se sbagliano, se non si conducono in modo degno dell’evangelo, o se insegnano delle falsità, devono essere ripresi pubblicamente, affinché tutti imparino e tutti abbiano timore.

Riflettete fratelli, se i ministri di Dio non si potessero riprendere, essi sarebbero liberi di fare e insegnare tutto quello che vogliono, comprese cose insensate ed eresie contrarie alla Parola di Dio, e questo non è buono per la chiesa di Dio, i santi ne avrebbero un grave danno.
Ed è per questo motivo, per non essere ripresi da nessuno, che molti sedicenti ministri si premuniscono ad insegnare la falsa dottrina del “non giudicare mai nessuno“, come infatti si sente dire la Roselen su quel video.
Ebbene sorella Roselen, è venuto tuo malgrado il momento di fare i conti con quanto realmente è insegnato nella Parola di Dio, è venuto il momento di essere pesata, e tu sei stata trovata mancante!
Ravvediti, dunque, di tutte le falsità che insegni e scendi dal pulpito, in quanto Iddio ha comandato che le donne non possono salire sopra di esso.
Roselen smettila di divertirti, di darti ai piaceri della vita andando nelle spiagge, portandovi pure i giovani, così come anche è contrario alla volontà di Dio andare in discoteca, e non importa se lo fai con la giustificazione dell’evangelizzazione, perchè ho visto dei video girati sulle spiagge del tour giallo (che sono stati prontamente ritirati da internet perchè ritenuti anche da voi stessi scandalosi, altrimenti se fossero ritenuti evangelistici perché rimuoverli?) e in quei video non c’era nulla di evangelistico, di santo, di puro, ma ho visto delle donne e degli uomini in costume che ballavano nelle spiagge seguendo l’andazzo di questo mondo di tenebre.

Ora, consideriamo il falso insegnamento che viene pronunciato in questo video presentato sopra.
La Parola di Dio riguardo al velo dice (badate bene che è scritto nella Parola di Dio e non me lo sono inventato io!):
“Ma io voglio che sappiate che il capo d’ogni uomo è Cristo, che il capo della donna è l’uomo, e che il capo di Cristo è Dio.
Ogni uomo che prega o profetizza a capo coperto, fa disonore al suo capo; ma ogni donna che prega o profetizza senz’avere il capo coperto da un velo, fa disonore al suo capo, perché è lo stesso che se fosse rasa.
Perché se la donna non si mette il velo, si faccia anche tagliare i capelli! Ma se è cosa vergognosa per una donna il farsi tagliare i capelli o radere il capo, si metta un velo.
Poiché, quanto all’uomo, egli non deve velarsi il capo, essendo immagine e gloria di Dio; ma la donna è la gloria dell’uomo; perché l’uomo non viene dalla donna, ma la donna dall’uomo; e l’uomo non fu creato a motivo della donna, ma la donna a motivo dell’uomo.
Perciò la donna deve, a motivo degli angeli, aver sul capo un segno dell’autorità da cui dipende.
D’altronde, nel Signore, né la donna è senza l’uomo, né l’uomo senza la donna.
Poiché, siccome la donna viene dall’uomo, così anche l’uomo esiste per mezzo della donna, e ogni cosa è da Dio.
Giudicatene voi stessi: E’ egli conveniente che una donna preghi Iddio senz’esser velata?
La natura stessa non v’insegna ella che se l’uomo porta la chioma, ciò è per lui un disonore?
Mentre se una donna porta la chioma, ciò è per lei un onore; perché la chioma le è data a guisa di velo.
Se poi ad alcuno piace d’esser contenzioso, noi non abbiamo tale usanza; e neppur le chiese di Dio.”
(1 Corinzi 11:3-16)

Da questi passi biblici, che sono comandamenti del Signore, comprendiamo che l’uomo non deve pregare o profetizzare col capo coperto, altrimenti disonora Cristo che è il capo dell’uomo; al contrario per la donna, essa deve, RIPETO, PAOLO DICE DEVE a motivo degli angeli portare un velo sul capo quando prega o profetizza, per non disonorare il suo capo, che è l’uomo.
Il discorso che fa Paolo ispirato dallo Spirito santo è chiaro, e lo Spirito ben sapendo che sarebbero venuti dei CONTENZIOSI, Paolo fa capire che LE CHIESE DI DIO NON HANNO L’USANZA DI CONTENDERE, ma di obbedire ai comandamenti di Dio, con cuore umile e puro.

Ma Roselen Boerner Faccio, mostrando il suo spirito di CONTENZIONE contro i comandamenti di Dio, cerca di annullare quel comandamento, quell’ordine che Dio ha dato alla chiesa, e lo fa facendo dei ragionamenti vani e utilizzando sofismi e altri discorsi insensati.
Tuttavia, biblicamente non ha dimostrato nulla, dico nulla! Non è riuscita a dimostrare che il velo non deve essere usato dalle donne, come pure l’uomo non deve avere il capo coperto quando prega o profetizza.

Queste nostre osservazioni, considerazioni e citazione di passi biblici, ha lo scopo di aprire gli occhi a tutti quei santi che sono sinceri e che sono stati sedotti da questa donna.

Ora, dico a voi, pastori che chiamate quella donna a predicare nella vostra comunità, leggete cosa dicono le sacre Scritture:
“Ma ho questo contro a te: che tu tolleri quella donna Jezabel, che si dice profetessa e insegna e seduce i miei servitori perché commettano fornicazione e mangino cose sacrificate agl’idoli.
E io le ho dato tempo per ravvedersi, ed ella non vuol ravvedersi della sua fornicazione.”
(Apocalisse 2:20,21)

Voi, pastori senza discernimento, dovete sapere che Gesù non gradisce i servi di Dio che TOLLERANO IL PECCATO, che tollerano che le donne insegnino, e che insegnino falsità e facciano così cadere il popolo di Dio.
Anche voi, pastori senza discernimento e senza amore per la verità, ritornate in voi stessi e mettete il giusto ordine nella vostra comunità, e provvedete ad invitare ministri che sono degni dell’evangelo e che non insegnano falsità.

E’ tempo di ravvedersi dei propri peccati, e per i santi è venuto il tempo di levare la propria voce in difesa della Parola di Dio, che è verità.

Diletti nel Signore, ricordatevi che IL TRIONFO DELLE ERESIE E DELLE MENZOGNE sta nel SILENZIO DI COLORO CHE CONOSCONO LA VERITA’ E NON PARLANO, stanno muti davanti alla menzogna, e così facendo permettono all’eresia di prendere sempre più piede fino ad impadronirsi completamente dei figlioli di Dio.

La mia richiesta a Dio per voi è che il Signore vi renda savi e vi dia intelligenza spirituale per intendere la Sua Parola e vi guidi nel metterla in pratica.

Salvato per grazia mediante la fede in Cristo Gesù: Giuseppe Piredda


Avviso ai commentatori!

Ricordatevi che i commenti sono moderati.
Ricordatevi di inserire i vostri dati in modo verace, se questo punto non vi aggrada, andate a giocare a nascondino da un’altra parte.
Non insultate, non contendete e dimostrate ogni cosa con le sacre Scritture.
Mettete le vostre opinioni supportate dalla Parola di Dio, altrimenti, cosa se ne fanno i santi delle vostre opinioni?
Intervenite nel dibattito affinchè ci sia un arricchimento, e non solo una difesa ad oltranza della vostra beniamina o della vostra idea.
Ricordatevi che nella moderazione dei commenti tengo conto di queste e di altre cose, come ad esempio le motivazioni che vi hanno spinto a scrivere, se è solo per contesa o per convinzione personale profonda.


Annunci
16 commenti leave one →
  1. giovanni permalink
    11 febbraio 2010 14:15

    Ecco cosa fa la pastora Roselen nella sua comunità.
    Abolisce gli insegnamenti e i comandamenti di Dio! questo è male fratelli! questo è male! queste sono le sue parole “PERCHE’ DICO QUESTO, PERCHE’ SOLO IN ITALIA SI USA IL VELO TUTTO IL MONDO E’ LIBERO DA QUESTO” libero? vuoi liberarti dai comandamenti di Dio? questo fai Roselen? invece di evangelizzare? cerchi di traviare i fedeli a non rispettare i comandamenti di Dio?
    Ormai è chiaro che il maligno non va a tentare tutti i credenti uno ad uno, satana usa la bocca dei conduttori di chiese per portare con se le anime.

    Mi piace

  2. Massimo Calise permalink
    21 maggio 2010 08:35

    Chiunque stima questa donna di essere una cristiana sta peggio di lei davanti a Dio, questa Roselen è una apostata, una ribelle, una trasgreditrice, una arrogante presuntuosa.

    Mi piace

  3. francesco permalink
    2 agosto 2011 13:36

    Pace a te fratello mi sono inbattuto nel tuo commento su rosalen faccio io stò vedendo tante anime avvicinarsi al SIGNORE per il messaggio che porta questa nostra sorella io stesso benche conosca il SIGNORE da diversi anni ne vengo stimolato ed edificato dagli argomenti che tratta ed il modo in cui lo fa ,non capisco il tuo accanimento contro di lei ,anzi vedo che avete una parola negativa quasi per tutti ,ma non pensate di offendere chi si giova di questi insegnamenti, avendo ognuno di noi ricevuto individualmente discernimento dallo SPIRITO SANTO PER DIFENDERCI NEL CASO IL MALIGNO VORREBBE AGGREDIRCI? non scrivo per polemizzare non mi interessa mi rattrista il fatto che conoscenze bibliche come la tua vengano spese in questo modo,GESU è gioia ed io la vedo in rosalen pastora, non certamente la vedo trasparire dai tuoi scritti .impegnamoci a portare GESU dove non lo conoscono e lasciamo a LUI la difesa dell’evangelo che certamente lo può fare meglio di noi. saluto e ti chiedo di non leggere astio in quello che ho scritto DIO ci benedica francesco

    Mi piace

  4. 21 agosto 2011 13:18

    Pace a te,
    ti voglio rammentare che c’è una via sola che mena in cielo, ed è la stessa via che c’era molti secoli fa. Le cose non sono cambiate, sono sempre le stesse, solamente che bisogna leggerle e metterle in pratica. L’unica guida e l’unica via che mena in cielo noi cristiani la vediamo scritta nella Bibbia, e nella Bibbia, scritto da secoli, è riportato che la donna non deve insegnare e non può usare autorità sull’uomo, non può assumere, quindi, il ministerio di pastore, che è una chiamata rivolta solo verso gli uomini.
    Quano un uomo parla, esso lo fa in base a ciò che ha nel suo cuore, se nel suo cuore alberga la Parola di Dio, allora esprimerà concetti e ragionamenti provenienti da essa, sia che questi siano austeri e tristi, sia che siano gioiosi; invece, se uno non parla biblicamente ma parla solo esclusivamente per COMPIACERE a chi ascolta, per farlo divertire, per dargli delle emozioni in quel momento, allora deve parlare come fai e come fa Roselen.
    Ascoltami attentamente, tu stai seguendo una via, quella di Roselen, che non è quella biblica, quindi stai pur certo che non stai progredendo nei tuoi passi verso il cielo, ma sta camminando nei sentieri laterali, che talvolta possono assomigliare alla verità ma non lo sono. Svegliati dal sonno, dal sonno mortale per la tua anima, ora che sei ancora in tempo e Dio ti riempirà della vera gioia e pace, e da quella gioia che porta il divertimento e le gozzoviglie, che non possono durare.
    Pace e che Dio abbia misericordia di te e della Roselen Boerner Faccio, falsamente fattasi PASTORESSA da se stessa e non da Dio, altrimenti si contraddirebbe con le parole pronunciate tanti anni fa di cui molti cristiani in questi secoli hanno seguito e obbedito.
    [P.S. se ti riferisci ai numeri, sappi che ai numeri fanno ricorso anche i testimoni di geova e i mussulmani, ma anche se hanno i numeri, pure non sono nella via che mena al cielo, ma in perdizione]

    Mi piace

  5. laura permalink
    9 settembre 2011 22:13

    Lascio qui la mia testimonianza verace.. Qualche mese fà, ascoltando via internet la Pastora Roselen Boerner Faccio, mi sono convertita e circa 15 giorni fa ho fatto il battesimo.. sempre grazie alle predicazioni audio della Pastora che spiega CHIARAMENTE (a differenza di altri pastori) la parola di Dio. Conosco tanta gente che si sta convertendo all’Evangelo grazie alle sue predicazioni e soprattutto GRAZIE A DIO che ci Benedice attraverso la PastoraRoselen. Che Dio continui a benedirla! AMEN!

    Mi piace

  6. 9 settembre 2011 22:36

    Pace a te Laura, l’apostolo Paolo disse queste parole: Filippesi 1:18 – “Che importa? Comunque sia, o per pretesto o in sincerità, Cristo è annunziato; e io di questo mi rallegro, e mi rallegrerò ancora,”
    Con questo voglio dire che è Gesù Cristo che salva, è la Parola di Dio che salva. senza tener conto del messaggero. Tuttavia, per una corretta crescita spirituale è necessario rivolgersi alla Parola di Dio e leggere ciò che si deve fare per giungere fino alla fine, per piacere a Dio e perseverare nella verità.
    Non si sta contestando il fatto che Roselen annunzi l’evangelo, ma che il suo cattivo esempio e la sua mancanza di rispetto della Parola di Dio non permette a molti che benché siano stati salvati, pure non giungeranno alla fine dei loro giorni mantenendosi nella fede.
    Insomma, come successe la popolo di Israele, che uscì dall’Egitto per fede, ma gli stessi perirono nel deserto per MANCANZA DI FEDE. Ecco, noi interveniamo in questo punto, affinché coloro che si sono convertiti a Dio perseverino nella fede sino alla fine, e soprattutto, si SANTIFICHINO, non badino al divertimento, ad andare al mare in mutande, e NON SCANDALIZZINO il buon nome del nostro SIGNORE Gesù Cristo.
    Potrà pure annunziare la salvezza nel nome di Gesù Cristo questa Roselen, ma non annunzia tutte le altre cose, senza le quali coloro che credono si smarriscono e non giungono mai a portare frutto a vita eterna. I piaceri della vita, da cui Roselen non predica che bisogna abbandonarli, soffocano la Parola di Dio, e non permettono al credete di portare frutto. Ai giovani bisogna insegnare ad essere seri, gravi e assennati e a mantenersi puri dal mondo, mentre Roselen sta insegnando loro a contaminarsi tra loro e al mare in mutande.
    Bada all’anima tua e attieniti solo a quanto sta scritto nella Bibbia, tra le quali cose sono scritte nella Bibiba c’è quella che le donne non possono insegnare la Parola di Dio e quindi non possono essere pastoresse. Così è scritto e così credo e così insegno. Tutte le chiacchiere contrarie a quanto è scritto non so che farmene, sono solo pretesti per ANNULLARE la Parola di Dio come facevanoi I FARISEI con la legge, e sono stati ripresi da Gesù.
    Pace a te e che Dio ti preservi da ogni male concedendoti di aprire gli occhi per scorgere il sentiero della verità che dovrai seguire per tutta la tua vita.

    Mi piace

  7. daniel flammia permalink
    1 gennaio 2015 15:42

    Tutto cio’ che occupa il primo posto nella nostra vita nel tempo libero se non e’ Dio e’ idolatria, e non sempre posso essere i piaceri ma anche le preoccupazioni, come appunto ci insegna la scrittura in Marco 4 (la parabola del seminatore).

    Mi piace

  8. 1 gennaio 2015 20:12

    La Chiesa, purtroppo, oggi è afflitta dalla piaga dei piaceri della vita, e un po’ anche dalle cure mondane.

    Mi piace

  9. daniel flammia permalink
    1 gennaio 2015 23:01

    Concordo, sono molto rattristato da quanto sta succedendo nel mondo della chiesa oggi, ce’ molta mala informazione e quasi nessuna conoscenza fondata della Parola di Dio, le persone sono piu interessate alle sensazioni ed eventi spettacolari, e alcuni pastori alla loro rilevanza che abbondare nel frutto dello Spirito.

    Mi piace

  10. stefania ausino permalink
    22 agosto 2016 22:51

    https://www.youtube.com/watch?v=1m7tEua1dsw credo sia esaustivo questo studio in merito all’uso del velo…
    E’ bene ricordare che
    – la somma della Parola di Dio è verità (Salmo 119)
    – con Gesù, grazie a lui e per mezzo di lui siamo salvati, i cristiani sono sotto la Grazia e
    no sotto la legge(Galati 5:4; Romani 3:28; Galati 2:21; 3:21)
    – il gran comandamento recita che bisogna AMARE Dio e noi stessi quanto gli altri
    (Marco 12,28-34)
    – l’Apostolo Paolo incoraggia i cristiani a proclamare la Buona Notizia ovunque, a tempo
    e fuor di tempo (2 timoteo4:2-12)
    – incoraggiati a dare da bere a chi ha sete, da mangiare a chi ha fame, di ospitare
    il forestiero, vestire chi è nudo, visitare chi è in carcere, di combattere il male col bene
    (Matteo 25)
    Quanto sono belli sui monti i piedi del messaggero di buone novelle, che annunzia la pace, che reca belle notizie di cose buone, che annuncia la
    salvezza, che dice a Sion: «Il tuo DIO regna!».(Isaia 52,7)
    I Cristiani, cioè seguaci di Cristo per scelta, sono chiamati a essere Messaggeri di Buone notizie e della salvezza, la buona notizia per eccellenza. grazie!

    Mi piace

  11. 24 agosto 2016 13:38

    Ai perduti va annunziata la buona notizia, quelli già credenti vanno esortati a santificarsi e ad osservare tutti i comandamenti di Dio, tra i quali quello del velo.

    Mi piace

  12. Simone permalink
    30 luglio 2017 06:20

    Scusate, ma questo utilissimo video, non è caricato anche su youtube? Vorrei inserirlo tra i preferiti (però su youtube) e poterlo condividere sui miei profili. è possibile trovarlo su youtube?

    Mi piace

  13. Simone permalink
    30 luglio 2017 06:41

    Voglio dare una risposta a Laura, che spero sia utile a tutto il dibattito, perché in realtà di persone che si ostinano a provare piacere nel contorcere le Scritture, questo mondo è pieno (ma del resto, lo sappiamo, non è niente di nuovo…): uso anche la semplice logica, perché poi questi imbonitori di sofismi spesso contorcono anche la logica, cadendo in palese contraddizione, e non contorcono solo le Scritture manipolando parole o “traducendo” in maniera distorta per fare sembrare che il senso sia un altro.

    Se Dio avesse voluto “che la Sua Parola fosse stata spiegata anche dalle femmine”, avrebbe semplicemente, già all’epoca, predisposto ciò, ovverossia avremmo avuto, già nel testo, questo o quell’esempio, vicenda, fatto, narrata con chiarezza, (fatto riportato che sarebbe giunto fino a noi, appunto, per la nostra edificazione e ammaestramento – come ci sono giunti gli altri precetti). Il fatto che per tutta la Scrittura non sia mai menzionato, mai, che una donna abbia mai spiegato la Parola di Dio a una folla di uditori, Laura, non ti sembra la prova concreta che non è affatto possibile né consentito proprio dal volere di Dio, che quelle del tuo sesso spieghino o “interpretino” la Scrittura, insegnandola agli uomini?

    Mi sembra che questi “femministi, femministe” (stolti e perversi) manchino anche di logica, difatti se Dio avesse voluto agire in un modo (ovvero permettere che la donna insegni o abbia autorità sull’uomo) lo avrebbe semplicemente permesso, già all’epoca, fornendo la documentazione su ipotetiche donne. Ma delle donne chiaramente citate nella Scrittura e anche chiamate per nome (penso a Lidia, per fare un esempio) è detto chiaramente cosa hanno fatto o detto o è stato loro detto di fare.

    La dimostrazione, la prova, il fatto, che una donna abbia mai insegnato non c’è, nella Scrittura, per il semplice fatto logico che non era consentito, né permesso, né voluto, già all’epoca, da Dio. E difatti non è stato consentito, e perciò non abbiamo alcuna prova che qualcuna lo abbia fatto, con la volontà di Dio. Sappiamo bene infatti, che l’unica donna, sempre menzionata per nome, che aveva l’arroganza di insegnare, era Jezabel e ben sappiamo a cosa è stata condannata! e non certamente premiata, lodata, stimata o posta come esempio. No, no! condannata!

    Mi verrebbe anche da pensare, comunque, che quelle donne ribelli che si ostinano a non voler capire (o fanno finta, più probabile) è vero che sono istigate dal padre della menzogna, ma c’è anche da far notare che secondo me il punto della questione è che loro, queste donne ribelli che si dicono e si credono “pastoresse”, “dottoresse” e non accettano che l’uomo sia loro capo, in realtà disprezzino Dio anche e proprio perché non accettano che Dio abbia stabilito che l’uomo ha autorità sulla donna, e vorrebbero che fosse l’inverso! Magari vorrebbero pure pensare o si illudono di pensare che sia Adamo che è derivato dalla costola di Eva (chissà, magari qualcuna di queste “pastoresse” pure lo insegna…) o comunque, invertono tutti i significati della Scrittura.

    Pace Giuseppe, spero di essere stato utile, nel mio piccolo.

    Mi piace

  14. Simone permalink
    30 luglio 2017 07:36

    Riguardo al video linkato da Stefania, che sto guardando, attenzione, Giuseppe! al minuto 57:38 circa (e anche prima) si fa passare il velo come “raccomandazione solo per le donne sposate”. Non è chiarissimo il discorso che sta facendo questo pastore, difatti sembra che lasci passare l’idea che il velo è “raccomandazione solo per le donne sposate”. Inoltre anche nei minuti precedenti fa strani collegamenti con “il culto di Afrodite”, che mi sembrano un po’ sospette o strane, come anche quando a 59:36 (e un po’ prima) ci fa sapere che il velo serviva per dimostrare che la donna era sposata (quindi fa passare il precetto della Scrittura come “usanza del tempo e del luogo per usanze matrimoniali locali” che può anche non essere seguita nel 2017, perché viviamo in altra epoca e luogo?). Forse ti conviene guardarlo, come video, nel minuto (e anche un po’ prima) che ti ho segnalato e vedere se il video può essere giudicato attendibile. A me sembra un po’ sospetto. Manca totalmente della chiarezza delle predicazioni di Butindaro, questo è certo!

    Pace.

    Mi piace

  15. Simone permalink
    30 luglio 2017 07:45

    Infatti, come sospettavo. Minuto 1:09, il pastore afferma che “non è obbligatorio e non bisogna giudicare chi sceglie di non portare il velo”.

    perciò Stefania ti ha linkato un video che è la solita falsità che vorrebbe annullare la Parola di Dio.

    comunque se possibile guardalo, Giuseppe, e fammi sapere se anche tu trovi il video sospetto, e soprattutto il finale, verso il minuto 1:09, che è palesemente falso e menzognero.

    Pace.

    Mi piace

  16. 30 luglio 2017 19:16

    Non ti saprei dire dove trovarlo, puoi scaricarlo e caricarlo tu su youtube, non ci sono copyright sul video.

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

No Temas Sino Habla

Entonces él Señor dijo de noche en visión á Pablo: No temas, sino habla, y no calles: Porque yo estoy contigo, y ninguno te podrá hacer mal (Hechos 18:9-10)

Blog di Aldo Prendi

Per la diffusione e la difesa delle dottrine bibliche

Acordai-vos

Tocai a trombeta em Sião, e dai o alarma no meu santo monte.

Egli è altresì scritto...

Blog di Nicola Iannazzo

Destatevi

"Suonate la tromba in Sion e date l'allarme sul mio santo monte" (Gioele 2:1)

Il Buon Deposito

Dottrine della Bibbia

La Massoneria Smascherata

"non v'è niente di nascosto che non abbia ad essere scoperto" (Matteo 10:26)

SALVATI per GRAZIA

Blog Di Giuseppe Palamara

La verità rende liberi!

Sito di attualità e informazione cristiana

Listen to the sound of the sword

«Stand in the ways and see, and ask for the old paths, where the good way is, and walk in it» (Jeremiah 6:16)

Non tollero Jezabel

Il blog di Gian Michele Tinnirello

Sana Dottrina

Perché verrà il tempo che non sopporteranno la sana dottrina; ma per prurito d'udire si accumuleranno dottori secondo le loro proprie voglie e distoglieranno le orecchie dalla verità e si volgeranno alle favole.(2Timoteo 4:3-4)

La Buona Strada

Blog di Giuseppe Piredda, cristiano evangelico pentecostale trinitariano fondamentalista

He who has ears let him hear

A voice crying in the wilderness

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: