Skip to content

La salvezza dipende esclusivamente dalla volontà di Dio e non dalla volontà dell’uomo

21 luglio 2016

La salvezza dipende esclusivamente dalla volontà di Dio e non dalla volontà dell’uomo

predestinazioneFratelli nel Signore, che ne abbiate voglia oppure no, dovete documentarvi e studiare la dottrina della predestinazione. Per questa dottrina la cosa più difficile è crederci non è quella che non è provata nella Bibbia o non ci sono passi, perché di passaggi biblici che parlano di tale dottrina sono veramente tantissimi. Di seguito cito solo alcuni passaggi, affinché incominciate a ragionare anche su questa dottrina:

«poiché, prima che fossero nati e che avessero fatto alcun che di bene o di male, affinché rimanesse fermo il proponimento dell’elezione di Dio, che dipende non dalle opere ma dalla volontà di colui che chiama, … Non dipende dunque né da chi vuole né da chi corre, ma da Dio che fa misericordia.» (Romani 9:11,16)

«… i quali non son nati da sangue, né da volontà di carne, né da volontà d’uomo, ma son nati da Dio.» (Giovanni 1:13)

È chiaro che da tali passi si capisce che non è la volontà dell’uomo in alcun modo che salva.

Lo scenario di base che viene presentato dalla Bibbia è questo: l’uomo dal peccato di Adamo è corrotto, peccatore, incapace di fare la volontà di Dio e di piacergli, egli è morto spiritualmente. Ciò è uguale e valido per tutti gli uomini, tra di loro non c’è alcuna differenza, non c’è uno di cui si possa dire che è meglio dell’altro, no, non c’è assolutamente (cfr Romani 3:9-20).

Tutti gli uomini sono degni davanti a Dio di essere scaraventati all’inferno in egual modo, nessuno escluso.

La salvezza quindi risulta impossibile agli uomini, ma posisbile a Dio, in quanto Egli nella sua misericordia, ha determinato fin dalla fondazione del mondo che un certo numero di persone sarebbero state salvate, ma non perché si presentavano ai suoi occhi migliori e meritevoli più degli altri, ma solo perché così a Dio è piaciuto, così ha deciso di fare e così Egli fa.

Eccovi, quindi, spiegato in breve che cosa sia il proponimento dell’elezione di Dio.

Se così come ho spiegato sopra non fosse e la scelta di Dio fosse collegata in qualche modo al cuore dell’uomo e alle sue opere, la salvezza sarebbe qualcosa da meritare e non un dono gratuito e immeritevole, e si dovrebbe, perciò, parlare di salvezza per opere e non per la grazia di Dio.

Ecco un passo delle Scritture che conferma e annulla la benché minima possibilità che vi sia una salvezza per meriti personali:

«Poiché gli è per grazia che voi siete stati salvati, mediante la fede; e ciò non vien da voi; è il dono di Dio. Non è in virtù d’opere, affinché niuno si glorî;» (Efesini 2:8-9)

Se Iddio fa quello che vuole di ciò che è Suo, del suo creato, è forse Egli ingiusto se decide di salvarne alcuni? Ma se ha detto che fa misericordia a chi vuole e indura chi vuole, non deve forse fare come Egli ha predetto? È forse l’uomo più buono, più sapiente e potente di Dio? Sono gli uomini a determinare quali opere Iddio deve compiere, o è Dio a determinare le opere che devono compiere gli uomini? Ecco che cosa si legge nelle Scritture a quel proposito:

«I passi dell’uomo li dirige l’Eterno; come può quindi l’uomo capir la propria via?» (Proverbi 20:24)

E ancora:

«Il cuore del re, nella mano dell’Eterno, è come un corso d’acqua; egli lo volge dovunque gli piace.» (Proverbi 21:1)

Anche Paolo conferma quanto detto da Salomone:

«poiché Dio è quel che opera in voi il volere e l’operare, per la sua benevolenza.» (Filippesi 2:13)

Vedete, cari nel Signore, quanti passi stanno scritti che confermano che Iddio salva chi vuole e opera nei cuori di chi vuole e quando vuole? Ed ho citato solo pochissimi passaggi che parlano della predestinazione di Dio, perché sono moltissimi i passi che confermano questa sana dottrina.

Per quanto mi riguarda, io così leggo e così io credo. A Dio Padre e all’Agnello sia tutta la gloria, l’onore e la lode nei secoli dei secoli. Amen!

Giuseppe Piredda


Leggi altri articoli su questo blog che riguardano la dottrina della predestinazione:

Elenco articoli sulla predestinazione.

No comments yet

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Blog di Aldo Prendi

Per la diffusione e la difesa delle dottrine bibliche

Acordai-vos

Tocai a trombeta em Sião, e dai o alarma no meu santo monte.

Egli è altresì scritto...

Blog di Nicola Iannazzo

Destatevi

"Suonate la tromba in Sion e date l'allarme sul mio santo monte" (Gioele 2:1)

Il Buon Deposito

Dottrine della Bibbia

prendialdo.wordpress.com/

Il blog di Aldo Prendi

La sana doctrina bíblica

Quien tiene oídos para oír, oiga

Chiesa Evangelica Pentecostale di Augusta

Gesù disse: Io son la risurrezione e la vita; chi crede in me, anche se muoia, vivrà (cfr. Giovanni 11:25)

La Massoneria Smascherata

"non v'è niente di nascosto che non abbia ad essere scoperto" (Matteo 10:26)

SALVATI per GRAZIA

Blog Di Giuseppe Palamara

La verità rende liberi!

Sito di attualità e informazione cristiana

Listen to the sound of the sword

«Stand in the ways and see, and ask for the old paths, where the good way is, and walk in it» (Jeremiah 6:16)

Non tollero Jezabel

Il blog di Gian Michele Tinnirello

Sana Dottrina

Perché verrà il tempo che non sopporteranno la sana dottrina; ma per prurito d'udire si accumuleranno dottori secondo le loro proprie voglie e distoglieranno le orecchie dalla verità e si volgeranno alle favole.(2Timoteo 4:3-4)

La Buona Strada

Il blog di Giuseppe Piredda, cristiano evangelico pentecostale trinitariano

He who has ears let him hear

A voice crying in the wilderness

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: