Vai al contenuto

Chi sono coloro che amano la dottrina della predestinazione e coloro, invece, che la contrastano

23 agosto 2014

Chi sono coloro che amano la dottrina della predestinazione e coloro, invece, che la contrastano

cielo-luceOggi stiamo assistendo ad un grande dibattito nell’ambito dell’evangelismo italiano, a riguardo della dottrina della predestinazione. Tale dottrina ampiamente esposta nelle sacre Scritture, afferma che i credenti che vengono salvati lo sono perché è Dio che li ha scelti, e loro non hanno potuto fare niente per essere salvati, non è per la loro volontà che vengono salvati.

Oltre a ciò che riguarda coloro che credono in Dio, i quali sono stati scritti nel libro della vita fin dalla fondazione del mondo, quindi Iddio ha già stabilito chi sono coloro che nei secoli dovevano essere salvati, rigenerati spiritualmente, secondo il beneplacito della sua volontà, si deve anche considerare che ci sono coloro a cui è stato precluso il credere in Dio, sono stati esclusi completamente, perché la salvezza non dipende dalle opere né dalla volontà degli uomini, ma da Dio. A seguito di questa elezione dei salvati, è chiaro anche il fatto che, per esclusione, coloro i cui nomi non sono scritti nel libro della vita non hanno accesso alla salvezza, e benché vengano evangelizzati dai credenti, vengano chiamati a Dio, pure non rispondono alla chiamata, perché per loro è impossibile credere, in quanto i loro nomi non sono scritti tra coloro che devono credere, cioé i loro nomi non sono stati scritti nel libro della vita fin dalla fondazione del mondo.

Iddio sa ogni cosa, ma noi credenti non lo sappiamo chi sono quelli che sono scritti nel libro della vita, pertanto siamo chiamati ad evangelizzare chiunque troviamo davanti a noi, perché l’evangelo va annunziato a tutte le genti, anche se non tutti si convertono, in obbedienza a quanto è ordinato nelle sacre Scritture.

Per comprendere bene la predestinazione e i passi che sono scritti nella Bibbia, è necessario distinguere nelle Scritture quei passi che ordinano ai santi cosa devono fare, tra cui evangelizzare tutte le genti, e ciò che rientra nella volontà di Dio, il quale porta avanti i suoi disegni già preordinati fin dalla fondazione del mondo. Coloro che non credono nella predestinazione, e non ci vogliono credere, errano grandemente e per cercare di dimostrare che hanno ragione, mescolano queste due prospettive di vedere la dottrina dell’elezione, confondendo la prospettiva della volontà di Dio con quella dei doveri che hanno i santi che gli vengono imposti sempre dalle sacre Scritture.

Dunque, tenendo conto dei due punti di vista, quello dei credenti e quello di Dio, si possono spiegare tranquillamente tutti i passi delle Scritture, senza che tra essi ci siano delle contradizioni, e tenendo sempre conto della “Somma della Parola”, che è Verità.

Rispetto alla dottrina della predestinazione, si possono individuare principalmente tre categorie di persone, che voglio qui di seguito esaminare e porre all’attenzione e alla riflessione del lettore:

  1. La dottrina della predestinazione è amata, difesa, insegnata e diffusa da coloro che sono “veramente” credenti, nati di nuovo, dai santificati in Cristo Gesù, i quali ringraziano Iddio per essere stati salvati gratuitamente, non perché lo hanno voluto o meritato, ma perché IDDIO li ha eletti, cioé li ha scelti. Questi credenti per mezzo della predestinazione danno tutta la gloria a Dio;
  2. La predestinazione è avversata, contrastata, odiata da tutti coloro che non sono mai nati di nuovo, che non sono veri credenti e che non sopportano che la loro salvezza dipenda esclusivamente da Dio, escludendo qualsiasi merito proprio, volendosi salvare da sè stessi. L’avversione alla predestinazione, quindi, è tipica di coloro che non sono mai nati nuovo, che pensano di essere salvati per la loro volontà e per le loro opere, non per la sola grazia di Dio. È lo Spirito santo che rivela nel credente la salvezza per sola grazia, immeritata e gratuita, pertanto, quasi tutti coloro che non hanno creduto e non hanno lo Spirito di Dio, non hanno ricevuto questa rivelazione nel loro cuore;
  3. Poi c’è anche una cerchia di persone credenti che avversano la predestinazione, ma non sanno quello che dicono, perché lo fanno per ignoranza o per non contrastare il loro pastore, che potrebbe essere un MASSONE e non CREDENTE. Per costoro mi dispiace, perché sono trascinati nella via della corruzione e dell’errore.

Quello che mi lascia meravigliato, comunque, è che le Scritture abbondano di passi che parlano della predestinazione, e molti credenti non vogliono attenersi e credere nei sacri scritti, per comprendere la verità e dare tutta la gloria a Dio. Si possono comprendere coloro che non sono convertiti, che non sono guidati dallo Spirito di Dio, ma i credenti certamente contrastando questa dottrina si sentiranno accusati dalla loro coscienza, perché lo Spirito santo non conferma di certo che sono nella verità, e quindi non può che contristarsi nel cuore dei credenti.

È doveroso anche far notare che questa dottrina della predestinazione è terribilmente avversatta dalla massoneria, ed abbiamo dimostrato in altri post che questa istituzione diabolica si è impossessata e dirige le denominazioni evangeliche, ed opera in modo da traviare i membri di tali chiese e di portarli lontano dalle sacre Scritture.

Loro operano in modo da allontanare i santi dalla Parola di Dio, e noi operiamo in modo da riportarli alla Bibbia, alla legge, alla testimonianza verace di Dio.

Che Dio benedica il suo popolo e lo liberi dalla menzogna, dagli errori dottrinali e dal cancro della MASSONERIA infiltratasi nelle Chiese di Cristo.

Giuseppe Piredda

14 commenti leave one →
  1. Ciro permalink
    23 agosto 2014 18:20

    Quindi i salvati son: Tu i butindaro e i vostri seguaci, oltre ai 144.000, un po come i testimoni di geova. e/o i calvinisti, visto che il predestinato già sa di essere salvato, non deve sforzarci più di tanto.

    "Mi piace"

  2. 23 agosto 2014 18:40

    E tu in quale categoria ti poni, non sarai mica tra quelli che ancora devono nascere di nuovo? Bada a te, che se ancora non sei nato di nuovo, predestinazione o no, se muori in quello stato tu andrai a finire all’inferno.
    Poi un’altra cosa, lo dico a te come pure per tutti, i predestinati sono tutti quelli che Dio ha fatto nascere di nuovo, in passato, oggi e in futuro. Quindi, cosa c’entrano le tue affermazioni stolte contro di noi? Niente, è perché non sai cosa dire e quali insulti proferire contro di noi e spari queste frasi stolte. Ma ti faccio passare il commento affinché tutti leggano quali sono le cose col quale vi contrapponete a noi, cioé: CON IL NULLA!

    "Mi piace"

  3. Ciro permalink
    23 agosto 2014 19:08

    Quindi se uno nasce di nuovo lo ha scelto di ricevere la nuova nascita non è stato predestinato a nascere di nuovo. In quanto agli insulti li riscontri solo tu nel mio commento precedente, riguardo alla mia posizione la saprai quando sarà il momento, potresti avere delle sorprese. Un fratello credente diceva: che quando sarai alla presenza del Signore, Chissà quanti che credevi che fossero salvati non lo sono è quanti che credevi non lo fossero invece sono stati salvati. Giuseppe rilassati, buona serata.

    "Mi piace"

  4. 26 agosto 2014 16:25

    Dalle tue parole si comprende che non conosci le Scritture, in particolare quei passaggi che trattano la nuova nascita. Ti ricordo che la nuova nascita deve essere una dottrina molto studiata e quindi compresa da coloro che sono realmente nati di nuovo, per poter annunziare a loro volta l’evangelo ai perduti la nuova nascita appunto.
    Ora citerò dei passaggi biblici che dimostrano che la NUOVA NASCITA non è operata per volontà d’uomo, ma SOLO PER VOLONTA’ di Dio:
    «È venuto in casa sua e i suoi non l’hanno ricevuto; ma a tutti quelli che l’hanno ricevuto egli ha dato il diritto di diventar figli di Dio: a quelli, cioè, che credono nel suo nome; i quali non sono nati da sangue, né da volontà di carne, né da volontà d’uomo, ma sono nati da Dio.» (Giovanni 1:11-13)
    La cosa più importante che bisogna sapere è che SENZA LA NUOVA NASCITA CHE DIO OPERA nell’uomo per sua SOLA VOLONTA’ non si entra nel regno dei cieli.
    Come detto anche nell’articolo, coloro che contrastano l’opera di Dio nell’uomo, sono proprio coloro che sono in mezzo alla Chiesa di Cristo, ma non sono di Cristo, non sono NEPPURE NATI DI NUOVO.
    Io, grazie a Dio, sono nato di nuovo, e per ora sono salvato per la grazia di Dio. Se persevero nella santificazione e nella fede sino alla fine, allora entrerò nel regno dei cieli. Per gli altri vale la medesima cosa, ma se insegnano e credono dottrine che non sono supportate dalla Bibbia, rischiano di perdersi.

    "Mi piace"

  5. roberto permalink
    12 settembre 2014 19:55

    ma,se come tu dici,la salvezza è soltanto per i predestinati,e tu sei uno di questi,perchè scrivi:io per ora sono salvato?se uno è predestinato non importa quello che fa,o che ha fatto(questo è biblico)non sei,forse,tanto sicuro nemmeno tu di essere predestinato?uno o è,o non lo è,predestinato e se lo è ,è salvato a prescindre,o noh?come mai scrivi:io per ora sono salvato?

    "Mi piace"

  6. 12 settembre 2014 23:45

    Le sacre Scritture insegnano che solo i predestinati saranno salvati, nascono di nuovo, ma sta anche scritto che solo chi avrà perseverato nella fede sino alla fine entrerà nel regno dei cieli ed otterà la corona della gloria e la vita eterna. Noi crediamo e insegnamo entrambe le cose, quindi, oggi sono salvato, così bisogna dire, ma fra qualche anno sarò salvato solo se avrò perseverato nella fede fino ad allora. Eppure mi pare che questo concetto non sia difficile da capire; ma pare che la predestinazione ad alcuni li faccia perdere il lume della ragione, si scagliano contro come se vedessero chissà quale mostruosità. Contro gli adulteri e le fornicazioni dentro la Chiesa di Dio non si scagliano in quella maniera come fanno contro la predestinazione.
    A Dio che ci ha scelti, che salva chi vuole Lui e manda in perdizione e indurisce chi vuole Lui, siano la gloria, l’onore e la lode nei secoli dei secoli. Amen!

    "Mi piace"

  7. Giovanni permalink
    9 dicembre 2014 18:43

    Io sono stato chiamato Lui a soffiato su di mé e mi a fatto nascere di nuovo e io so di essere nato di nuovo per la sua Grazia ripeto Grazia ripeto Grazia ripeto Grazia Grazia Grazia per nessuno sforzo dico nessuno Sforzo GroriA A Gesù… Non sono esente da cadute Ma Lui mi rialza sempre ripeto sempre sempre sempre GRORIA A DIO in GRISTO GESÙ…

    "Mi piace"

  8. 9 dicembre 2014 19:40

    Gloria a Dio! Non solo tu sei stato chiamato e salvato per volontà di Dio, ma tutti quelli che sono nati di nuovo sono stati chiamati e poi salvati da Dio, senza la volontà dell’uomo, ma solo per la volontà di Dio. A Dio sia tutta la gloria, l’onore e la lode, nei secoli dei secoli.

    "Mi piace"

  9. ciro permalink
    10 dicembre 2014 16:16

    È venuto in casa sua e i suoi non l’hanno ricevuto; ma a tutti quelli che l’hanno ricevuto egli ha dato il diritto di diventar figli di Dio: a quelli, cioè, che credono nel suo nome; i quali non sono nati da sangue, né da volontà di carne, né da volontà d’uomo, ma sono nati da Dio.» (Giovanni 1:11-13). Quindi non bisogna essere predestinati ma bensì ricevere Gesù nella propria vita per nascere di nuovo. il verso che hai citato (Giovanni 1:11-13) caro Piredda è un atto di libero arbitrio in quanto il ricevere ed altrettanto il credere è arbitrario non imposto.

    "Mi piace"

  10. 10 dicembre 2014 18:21

    Devi leggere bene, non come ti pare, perché quel passo parla chiaramente che si nasce di nuovo per SOLA VOLONTA’ di Dio. È scritto che chi lo riceve diventa figliolo di Dio, ma POI SPIEGA chi sono quelli che lo ricevono, e cioé SOLO QUELLI CHE NASCONO PER SOLA VOLONTA’ DI DIO escludendo in modo assoluto la volontà dell’uomo, e lo ribadisce a più riprese. Dice infatti: “i quali NON sono nati da sangue, NE’ da volontà di carne, NE’ da volontà d’uomo, MA sono nati da Dio”
    Quando dice “I QUALI”, si riferisce a quelli che lo hanno ricevuto, e spiega chiaramente che sono quelli che NASCONO DA DIO, ma per sola volontà di Dio.
    Come si fa a non comprendere quello che sta scritto? Solo persone accecate da Dio a cui non è dato di intendere può accadere ciò.

    "Mi piace"

  11. ciro permalink
    10 dicembre 2014 19:38

    Diciamo il vero, a te conviene leggere come ti pare, un po come i farisei del tempo che mettevano dei pesi sulle persone impaurendoli con le loro false dottrine, mi spiace solo per quei credenti semplici di cuore che si fanno strumentalizzare da tali dottrine Ma Dio sa come difenderli e preservarli.

    "Mi piace"

  12. 10 dicembre 2014 19:45

    Veramente, i farisei sono quelli che SPAVENTANO i santi sotto la grazia con lo spauracchio della decima, quelli usano le Scritture per arricchirsi e prelevare indebitamente dei soldi ai fratelli.
    Per quanto riguarda il testo che abbiamo discusso, ebbene è scritto in italiano, e tutti possono valutare chi ha parlato rettamente. Hai proprio ragione, che Dio opera inverso la Sua Chiesa, ed oggi sta veramente operando, e sta liberando tanti fratelli dalle vostre falsità e menzogne, e stanno imparando anche a badare ai soldi e sanno che devono darli ai poveri, e non ai pastori che sono ignoranti quanto alla Parola di Dio, corrotti quanto alla dottrina, e sviati quanto alla condotta. Questa è la realtà delle chiese ufficiali massonizzate che ci sono oggi.

    "Mi piace"

  13. ciro permalink
    10 dicembre 2014 19:50

    I farisei del tempo li spaventavano con lo spauracchi della decima, i farisei di oggi spaventano i semplici con la predestinazione.

    "Mi piace"

  14. 10 dicembre 2014 20:40

    Le tue parole si potrebbero considerare se oggi non ci fossero persone che impongono la decima, spaventando i santi con il passo della maledizione di Malachia, ma siccome oggi ci sono ancora coloro che impongono la decima, la prima parte delle tue parole non hanno alcun senso, e questo mostra quanta sapienza possiedi.
    Per quanto riguarda la predestinazione, questa non può SPAVENTARE i santi a cui Dio ha fatto misericordia, semmai può spaventare I PERDUTI, che comprendono che non possono essere salvati da loro stessi, e tra questi potresti esserci anche tu. Quindi, sono i perduti e i ribelli che si oppongono alla predestinazione, ma coloro che sono stati veramente salvati e a cui è stata fatta misericordia, sentono nel loro cuore di ringraziare Iddio per aver avuto misericordia di loro.
    Ringraziato sia Dio per aver avuto misericordia di me, perché io non potevo fare nulla per essere salvato, ero perduto nei falli e nei peccati, e l’ira di Dio era sopra di me, ma è venuto il giorno in cui il Signore Iddio si è compiaciuto di chiamarmi e di salvarmi, facendomi nascere di nuovo secondo il suo proponimento.
    E con questo abbiamo concluso con te.

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...